BMW XM: la "M" più potente è un SUV da 653 CV, a partire da 181.500 euro

Pubblicità
Emiliano Perucca Orfei
Esprime il massimo potenziale del reparto BMW M, nelle sembianze di un SUV di grandi dimensioni e per giunta ibrido. Non è un oltraggio ai puristi, è lo specchio di come si sia evoluto il settore automotive
4 maggio 2023

La nuova BMW XM 2023 è il segno tangibile, nel vero senso del termine viste le sue dimensioni, che i tempi sono cambiati: negli Anni '80 una vera M sarebbe stata una coupé bassa ed agile mentre oggi per rappresentare il massimo potenziale del reparto sportivo della Casa di Monaco, che lo scorso anno ha festeggiato 50 anni di attività, si è scelto di dare vita ad una Sport Utility Vehicle mastodontica e per giunta ibrida: quasi un oltraggio per i puristi della Casa di Monaco, ma in realtà questa nuova SAV (Sport Activity Vehicle, come amano chiamarli da quelle parti) è semplicemente il frutto dei tempi che corrono e rappresenta un esercizio tecnico in cui i tecnici M hanno dimostrato per l'ennesima volta la loro competenza anche in questo genere di automobili dopo il successo di prodotti come X3 o X5 nelle loro varianti più sportive M.

Questa è qualcosa di più, in realtà, perché non è semplicemente la variazione "sportiva" di una vettura già esistente ma è un prodotto completamente inedito che come la M1 di Giugiaro si impone la volontà di dettare nuove regole stilistiche per BMW ed allo stesso tempo andare a ripescare dettagli interessanti dal passato... come il doppio logo BMW disposto posteriormente ai lati della vettura in luogo di quello classico centrale o le branchie di squalo tipiche della coupé Anni '80 riportate sui gruppi ottici posteriori.

Di certo l'elemento chiave della presenza scenica della XM è però il frontale in cui la dimensione del doppio rene ha raggiunto livelli "spropositati" e per di più sottolineati da una cornice a led che ne evidenzia i tratti. Il resto lo fanno le dimensioni generali, con 5.11 metri di lunghezza sviluppati, grazie alla piattaforma CLAR (CLuster ARchitecture) attorno ad un passo di 3,10 metri.

Mastodontica la nuova BMW XM è anche la più potente di sempre, come dicevamo... anche se c'è un trucco: dei 653 CV disponibili, infatti, solamente 489 sono frutto del V8 4.4 litri biturbo (con le turbine al centro delle bancate disposte a V di 90°) mentre altri 197 arrivano da un'unità elettrica che viene interposta tra motore e cambio ZF8.

E questo ha molteplici funzionalità e plus: innanzitutto omologa l'auto come plug-in hybrid e questo è fondamentale per essere presenti in mercati come quello francese dove le tasse per le vetture ad alte prestazioni non elettrificate sono "insostenibili" ed in secondo luogo rendono più fluida e lineare l'erogazione del termico andando ad assicurare un comportamento da full-electric nel momento in cui si sfrutta (caricando con costanza con potenza fino a 7,4 kW) il pacco batterie da 25,7 kWh che consente di percorrere in elettrico, sfruttando la trazione integrale xDrive e tutti i normali servizi della XM, fino ad 88 km senza consumare una sola goccia di benzina: in buona sostanza con il prezzo di 5 litri di benzina si percorrono quasi 100 km, che significa fare molto (molto) meglio del normale uso a batteria scarica.

Quasi elettrica, certamente a benzina, la nuova XM vanta prestazioni eccellenti per un "mostro" da 2.710 kg: BMW dichiara infatti che è possibile passare da 0 a 100 km/h in 4,3 secondi toccando un picco di velocità massima di 250 km/h autolimitati. Il tutto migliorabile con l'arrivo della versione Red Label, che di CV ne avrà 748 e sarà in grado di scattare da 0 a 100 in 3,9 secondi con ritocchi sulla dinamica di guida che già di per sé è di alto livello sulla XM.

Certo non si può per forza di cose pretendere la purezza di guida di una BMW M3 E30 o la performance assoluta di una M4 CSL... ma nel contesto di uno dei segmenti più in voga tra chi ha qualche soldino in più da spendere per una daily car (vedi clientela Lamborghini Urus o Porsche Cayenne) la nuova creatura di Monaco ha molto da dire.

E questo non è solo perché spinge molto sul concetto dell'ibrido: grazie alla progettazione della scocca, estremamente rigida, l'evoluzione del classico sistema sospensivo di BMW ai quali fanno capo quattro ammortizzatori con molla "tradizionale" ma controllo di compressione ed estensione elettronico, la taratura della trazione integrale a controllo elettronico, il lavoro delle quattro ruote sterzanti ed il sostegno "infinito" del powertrain... infatti, si apprezza una dinamica di guida in cui il peso appare certamente nelle conclusioni finali anche se con una incidenza diversa rispetto a quanto si sarebbe percepito in passato: oltre a "volare" sul longitudinale, infatti, la nuova XM è più agile del previsto nello stretto, grazie alle quattro ruote sterzanti, e sempre grazie a questo sistema rivela una stabilità a prova di bomba alle alte velocità.

Ovviamente il peso si fa sentire quando si spinge in frenata ed in alcuni transitori ma va anche detto che un'auto del genere, esattamente come le già citate Lamborghini e Porsche, vivono una vita diversa rispetto alle sorelle coupé. Quindi fanno esattamente quello che devono fare, pur senza rinnegare quel quid prestazionale in più (comunque notevole) che le rende delle espressioni di tecnica veramente considerevoli.

Ci siamo dimenticati gli interni, nella descrizione della vettura, ma non è un caso: essendo una M volevamo parlarvi di come è fatta e di come va... ma anche all'interno ci sono alcuni accorgimenti che sono pensati per esaltare il rapporto tra pilota e vettura, come la console come sempre "driver oriented", ed una tecnologia di altissimo livello sia per quanto riguarda il sistema multimediale (8.0 BMW) con doppio display curvo, ma anche il confort di bordo: non mancano il sistema di massaggio per i sedili e tutti gli elementi che ci si aspetta da una vettura di questo rango.

È dietro, però, che i tecnici M hanno voluto fare qualcosa in più offrendo un salottino realmente ben costruito con accorgimenti interessanti come il rivestimento morbido delle aree di raccordo tra sedili e porte che rende molto accogliente l'abitacolo offrendo al cliente cinese (che notoriamente sceglie l'autista come pilota della propria vettura) una opzione in più per viaggiare comodamente....

Ad ogni modo, oltre alla Cina la BMW XM dovrebbe ottenere numeri importanti negli USA (dove viene prodotta, Spartanburg) oltre che nel vecchio continente dove anche la concorrenza riesce ad ottenere numeri interessanti con questo genere di veicoli. Il prezzo è fissato in 181.500 euro: a guardare bene costa molto meno della Urus...

Argomenti

Pubblicità
BMW XM
Tutto su

BMW XM

BMW

BMW
Via dell'Unione Europea 1
San Donato Milanese (MI) - Italia
02 51610111
https://www.bmw.it/it/home.html

  • Prezzo da 136.000
    a 206.500 €
  • Numero posti 5
  • Lunghezza 511 cm
  • Larghezza 201 cm
  • Altezza 176 cm
  • Bagagliaio da 527
    a 1.820 dm3
  • Peso da 2.695
    a 2.785 Kg
  • Segmento Suv e Fuoristrada
BMW

BMW
Via dell'Unione Europea 1
San Donato Milanese (MI) - Italia
02 51610111
https://www.bmw.it/it/home.html