Parigi 2012

Citroen DS3 Cabrio

-

Debutterà ufficialmente al prossimo Salone di Parigi la nuova Citroen DS3 Cabrio, attesa variante en plein air della segmento B premium francese

Citroen DS3 Cabrio

Sarà la regina dello stand del Double Chevron al prossimo Salone dell'Auto di Parigi la nuova Citroen DS3 Cabrio, variante en plein air della fortunata segmento B francese di fascia premium, che arriverà sul mercato a partire dall’inizio del prossimo anno.

Il tetto in tela scorre lungo i montanti laterali

La DS3 Cabrio, prodotta nello stabilimento francese di Poissy, adotta un tetto in tela apribile elettricamente che viene proposto in tre diverse colorazioni: Nero, Blu Infini e Grigio Moondust con Monogramma DS. Il tetto scorre lungo i montanti laterali della vettura e può essere sorprendentemente aperto o richiuso fino ad una velocità di 120 Km/h. La versione en plein air si caratterizza per una serie di dettagli inediti come i fari posteriori a LED che presentano un originale effetto 3D o come l’inedito profilo cromato che sottolinea la zona superiore del portellone.


In particolare i fari posteriori si distinguono per la parte centrale del faro che è composta da 31 LED e da una serie di specchietti e vetri semiriflettenti, che riproducono all’infinito la luce dei LED. Il modulo 3D si illumina di notte, con i fari accesi, e di giorno quando si frena. Il modulo 3D inoltre è sottolineato da una lama superiore composta da 15 LED, che funge da luce di posizione, di stop e di illuminazione laterale. Il faro 3D è ulteriormente impreziosito dal logo DS cromato ed incastonato in un materiale goffrato nero con motivo DS.

Grande possibilità di personalizzazione

Lunga 3,95 m, larga 1,71 m e alta 1,46m, la DS3 Cabrio conserva la grande possibilità di personalizzazione che caratterizza anche la versione con tetto rigido in metallo. Tetto, carrozzeria, cover degli specchietti retrovisori esterni e cerchi in lega sono personalizzabili. 

citroen ds3 cabrio 55
Il particolare gruppo ottico posteriore a LED con effetto 3D


L’effetto “flottante” del tetto, uno degli elementi distintivi della DS3, resta inalterato grazie al nero dei pannelli laterali posteriori e al colore della tela richiamato sulla parte laterale del tetto, sulla modanatura anteriore e sullo spoiler posteriore. Le decorazioni della plancia, i profili degli aeratori e il pomello della leva del cambio si intonano alle tinte della carrozzeria e del tetto in tela. Sono disponibili 6 decorazioni per gli interni: Grigio, Nero, Bianco, Carbotech, Blu Infini e Grigio Moondust.

Il Blu Infini della tela del tetto è quello che vuole suggerire la maggiore idea di eleganza. Grazie ad una particolare lavorazione che prevede tre fili di colore diverso, di cui uno lucido, si viene a creare un particolare effetto visivo, dal momento che ognuno dei tre fili reagisce in modo diverso alle variazioni di luce. La trama DS ritorna invece sulla tela Grigio Moondust con Monogramma DS, che si caratterizza per il contrasto della lavorazione jacquard di due tonalità di grigio, abbinate al Grigio Moondust. 

Abitacolo originale e molto curato

Aperta la portiera si viene accolti da un abitacolo molto curato, dove la personalizzazione e gli abbinamenti cromatici giocano un ruolo fondamentale. La console della plafoniera ospita il comando d’apertura del tetto e un’illuminazione interna bianca a LED. Il bianco dei display del quadro strumenti e della climatizzazione automatica si intona con l’illuminazione interna, mentre il trattamento del rivestimento interno della tela ha una funzione insonorizzante e vuole rafforzare l’atmosfera d’alta gamma suggerita dagli interni. I rivestimenti dei sedili propongono abbinamenti inediti: pelle Blu Granit, tessuto Akinen ora disponibile in Mistral Marrone e Mistral - Blu Infini.

Aperta la portiera si viene accolti da un abitacolo molto curato, dove la personalizzazione e gli abbinamenti cromatici giocano un ruolo fondamentale


La maggior parte delle versioni cabriolet accusano un centinaio di chili di preso in più rispetto alla versione con tetto rigido da cui sono derivate. La DS3 Cabrio invece adotta un’architettura ottimizzata (25 kg in più rispetto alla berlina) che ha l’obiettivo di non compromettere le qualità dinamiche della vettura. Il costruttore ha dichiarato inoltre che la DS3 Cabrio può vantare una rigidità paragonabile alla berlina con tetto rigido. Per ottenere questo risultato, gli ingegneri francesi hanno ripreso l’architettura laterale della berlina e hanno rinforzato la struttura che circonda la zona del bagagliaio.

Il tetto si può azionare fino a 120 Km/h

Come anticipato in apertura, il tetto si può azionare fino ad una velocità di 120 Km/h, mentre per chiudersi completamente richiede 16 secondi. Il comando per azionare la capote permette di aprire il tetto in 3 diverse posizioni: intermedia, apertura orizzontale e apertura totale. Anche in posizione di apertura orizzontale, la tela si posiziona dietro ai passeggeri posteriori, lasciando totalmente libera la visuale.

citroen ds3 cabrio 69
L'abitacolo offre numerose possibilità di personalizzazione


La Casa del Double Chevron ha dichiarato di aver curato in maniera particolare l’insonorizzazione della vettura. Innanzitutto i tecnici francesi si sono serviti di una tela di alta qualità, che sapesse garantire un isolamento acustico di riferimento (comparabile alla berlina, in posizione chiusa), ma anche di un deflettore aerodinamico studiato per offrire un confort acustico ottimale in posizione aperta, che entra in funzione sin dall’inizio dell’apertura del tetto, deviando i flussi d’aria ed evitando eventuali fruscii nell’abitacolo.

Abitabilità per cinque persone

Secondo il costruttore anche la versione Cabrio è in grado di ospitare a bordo fino a 5 passeggeri a bordo, mentre il bagagliaio garantisce una capacità di carico pari a 245 litri. L’azionamento del portellone posteriore, a traslazione circolare, si rivela particolarmente originale, e permette l’apertura totale del bagagliaio anche in spazi molto ristretti (ad esempio, quando l’auto è parcheggiata vicino ad un muro).


Un accurato studio aerodinamico ha permesso di ottenere un coefficiente di resistenza aerodinamica identico a quello della berlina, un risultato fondamentale per garantire al tempo stesso prestazioni e riduzione delle emissioni di CO2.
La Casa non ha comunicato informazioni precise riguardo alle motorizzazioni disponibili, limitandosi a dire che fin dal momento del lancio sarà disponibile una versione con emissioni pari a 99 di CO2/Km. Restano da comunicare infine i prezzi riservati al mercato italiano.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Ds DS 3 Cabrio
Modelli top Citroen
Maggiori info
Ds