Ferrari 12Cilindri: motore aspirato 12 cilindri da 830 cavalli, con guizzi di Daytona

Ferrari 12Cilindri: motore aspirato 12 cilindri da 830 cavalli, con guizzi di Daytona
Pubblicità
Carlo Bellati
  • di Carlo Bellati
Si chiama Ferrari 12Cilindri l'erede della 812, a sottolineare la sua caratteristica più spiccata e oramai rara: un motore a dodici cilindri da 830 CV "duro e puro" V12 senza turbo. Al debutto ci sono sia la coupé, sia la spider.
  • Carlo Bellati
  • di Carlo Bellati
3 maggio 2024

Prima di tutto il nome, che dice secondo me dice già molto: Ferrari 12 Cilindri, esplicativo e distintivo di un frazionamento che è sempre più raro ma che in Ferrari è icona del rinnovamento nel solco della tradizione, è spirito da gran turismo alto di gamma, è persino leggenda, essendo stata la prima a passare attraverso i cancelli di Maranello nel 1947. La nuova spider e coupé del Cavallino ha 830 cavalli, gli stessi della 812 Competizione e con il regime di potenza massima a 7.250 giri/min. La zona rossa del contagiri è a quota 9.500, per raggiungere i quali è necessario ridurre peso e inerzia dei componenti: le bielle sono di titanio, (-40% di massa rispetto all’acciaio a parità di resistenza meccanica) e per i pistoni è usata una lega di alluminio che riduce ulteriormente il peso. Della Ferrari 12 Cilindri cambia anche la distribuzione con l’introduzione del dito a strisciamento sulle valvole, componente derivato dalla F1 che ha lo scopo di ridurre la massa del componente combinata con profili della camma più performanti, migliorando notevolmente il rendimento meccanico del motore. Sempre sul piano degli alleggerimenti, l'albero motore ha una nuova equilibratura e una riduzione della massa del 3%. Fin qui l'hardware, ma sulla 12Cilindri viene introdotta per la prima volta una strategia del software di controllo del motore che è in grado di modificare la coppia massima disponibile in funzione della marcia inserita. Chi guida gode così di una spinta lineare e progressiva al crescere del rapporto di trasmissione. In particolare in terza e quarta marcia il controllo elettronico che migliora la curva della coppia senza perdere il livello di accelerazione, a tutto vantaggio del piacere di guida. Per la Ferrari 12 Cilindri, trattandosi di un motore aspirato, dove il sound è "puro", una particolare attenzione è riservata alla tonalità dagli scarichi e dall'aspirazione: sono stati ottimizzati tutti gli elementi della linea pareggiando la lunghezza degli scarichi per ottenere una timbrica che oramai è la firma dei motori Ferrari, fino al limitatore. Il cambio DCT a 8 marce è rimasto invariato, ma una nuova riduzione finale ha permesso di aumentare del 12% la disponibilità della coppia a terra. Il layout del collettore di aspirazione e del polmone è stato reso più compatto: l’accorciamento dei condotti e l’ottimizzazione dei profili delle camme consentono adesso di massimizzare la potenza agli alti regimi. Il riempimento della curva di coppia è garantito da un sistema di trombette a geometria variabile che modifica in modo continuo la lunghezza dell’insieme condotto-trombetta, adattandola alle pulsazioni del motore per massimizzare il riempimento dinamico del cilindro. Per finire, gli scarichi: la forma di condotti e paratie interne dei terminali sono stati modellati per ridurre al minimo la contropressione e migliorare l’erogazione, ma non solo: ogni curva dello scarico è  progettata per "suonare" le note più pure del sound Ferrari, fino al limitatore a 9.500 giri.

 

Il posteriore della nuova Ferrari 12 Cilindri 2024
Il posteriore della nuova Ferrari 12 Cilindri 2024
Naviga su Automoto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Lo stile di Flavio Manzoni

Il team di Flavio Manzoni con la Ferrari 12 Cilindri ha ancora una volta superato le aspettative e in un certo senso anche i limiti imposti dalla sfrontatezza della 812 Competizione, per introdurre note di stile più sofisticate. Decisamente diversa è la parte anteriore, con il cofano che integra i parafanghi prominenti ("cofango") molto più lineare e pulita, con soli due sfoghi d'aria per il V12. Escono di scena anche i fari precedenti a forma di occhio per adottare una unica fascia che avvolge tutto l'anteriore e le luci diurne a spezzarne la continuità. Un design più rigoroso è stato applicato anche alla fiancata e al posteriore largo e imponente, con i fari incastonati all’interno di una fascia nera che attraversa tutta la larghezza e dove troviamo anche il coup de théâtre della Ferrari 12 Cilindri: niente spoiler, ma due appendici attive che, integrate al lunotto, producono un effetto molto caratteristico. Lo sviluppo di questo concetto ha permesso di tracciare la linea di cornice della superficie in tinta carrozzeria in modo da far eco al tema del lunotto e innestarsi sul resto della carrozzeria. I quattro scarichi hanno un nuovo disegno "incorniciato" da un carter metallico che visivamente ne riduce le dimensioni, ma non l'autorevolezza.

Il frontale della nuova Ferrari 12 Cilindri
Il frontale della nuova Ferrari 12 Cilindri

Gli interni della nuova Ferrari 12Cilindri

Gli interni della Ferrari 12 Cilindri sono stati progettati seguendo una suddivisione in tre livelli più affine al nuovo corso dato alla Ferrari Roma: la plancia si sviluppa orizzontalmente con una separazione netta fra la parte superiore rivestita e l'area "tecnica" più sotto. La parte superiore ospita due cruscotti distinti, dedicati alla strumentazione di bordo di pilota e passeggero che sono quasi simmetriche per la posizione dei display e delle feritoie del clima. Più sotto un altro display "di servizio"  e un tunnel che ha forti richiami col passato, basta guardare gli slider al centro e ricordare i cambi a griglia (o "cancelletto") degli anni '80. Molto curata anche la parte dedicata alla musica: sulla Ferrari 12 Cilindri c'è l'audio Burmester (in opzione) con 15 diffusori e 1.500 watt.  

Gli interni della Ferrari 12 Cilindri
Gli interni della Ferrari 12 Cilindri

La dinamica di guida è ancora più Fast

Sulla Ferrari 12 Cilindri ritroviamo il sistema a quattro ruote sterzanti indipendenti (4WS) introdotto sulla 812 Competizione, che regola il movimento di ciascuna delle ruote in modo indipendente rispetto alle altre per migliorare la gestione dell’imbardata in curva e la reattività nel cambio di direzione. L’asse posteriore sterzante è nuovo per accorciare i tempi di risposta dei servo e, di conseguenza, aumentare la prontezza in curva. La guidabilità è garantita anche da una distribuzione dei pesi ideale (48,4% anteriore e 51,6% posteriore), nonché dal passo più corto di 20 mm rispetto a quello della 812 Superfast.

La Ferrari 12Cilindri spider

Il virtuosismo dello Stile Ferrari nel realizzare la coupé 2 posti ha trovato spazio per realizzare la versione scoperta dal tetto rigido che impiega solo 14 secondi per aprirsi fino a 45 km/h. Di regola la struttura di una spider è più pesante, e anche di parecchio, rispetto ad una coupé per la necessità di operare adeguanti rinforzi nel telaio e compensare la perdita di rigidezza del tetto, ma in questo caso il "sovrappeso" della spider è di soli 60 kg, diremmo ampiamente ripagati dall'opportunità unica di ascoltare il respiro del V12 a tetto aperto, specie se accade di percorrere una galleria. La leggerezza dell'insieme è frutto delle soluzioni sviluppate appositamente, che hanno portato ad un aumento del 15% della rigidità torsionale rispetto al passato. Il meccanismo di chiusura è una specie di danza armonica di movimento e grazia. A completare la zona della capote c’è il lunotto posteriore in vetro, apribile elettricamente: questo elemento offre agli occupanti un comfort ottimale in abitacolo nell’utilizzo en plein air, permettendo di sostenere una conversazione fino a oltre 200 km/h. Rispetto alla Ferrari 12 Cilindri, nella zona posteriore degli interni della Ferrari 12 Cilindri Spider lo spazio dietro ai sedili è utilizzato per accogliere il tetto rigido retrattile, non essendo quindi presente alcuna panchetta. La soluzione adottata consente comunque di ricavare un certo spazio , che rende la Ferrari 12 Cilindri Spider una vettura versatile e adatta anche ai viaggi di lunga percorrenza. Per finire i prezzi della Ferrari 12 Cilindri: la Coupé costerà 395.000 euro esclusi gli optional mentre la Spider arriva a 435.000 euro. Una 812 Superfast, per confronto, ha un prezzo di listino di a 340.000 euro.

 

La scheda tecnica della Ferrari 12 Cilindri

Motore

V12 di 65° a carter secco

Cilindrata  6.496 cm3

Potenza massima 830 CV a 9.250 giri/min.

Coppia massima 678 Nm a 7.250 giri/min.

Regime massimo 9.500 giri/min

Potenza specifica 128 CV/litro

 

DIMENSIONI E PESI

Lunghezza 4.733 mm

Larghezza 2.176 mm

Altezza 1.292 mm

Passo 2.700 mm

Carreggiata anteriore 1.686 mm

Carreggiata posteriore 1.645 mm

Peso a secco 1.560 kg (Spider + 60 kg)

Rapporto peso a secco/potenza 1,88 kg/CV (Spider 1,95 kg/CV)

Capacità serbatoio 92 litri

Capacità baule 270 litri (Spider 200 litri)

PNEUMATICI E CERCHI

Ruote anteriori 275/35 R21 

Ruote posteriori 315/35 R21

FRENI

Anteriore 398 x 223 x 38 mm

Posteriore 360 x 233 x 32 mm

TRASMISSIONE E CAMBIO

Cambio F1 a doppia frizione e 8 rapporti

PRESTAZIONI

Velocità massima > 340 km/h

0-100 km/h 2,9 s (Spider 2,95 s)

0-200 km/h <7,9 s (Spider 8,2 s)

100-0 km/h 31,4 m

200-0 km/h 122,0 m

La Ferrari 12Cilindri Spider
La Ferrari 12Cilindri Spider

Argomenti

Pubblicità
Cambia auto
Ferrari 812 Coup&eacute;
Ferrari

Ferrari
Via Abetone Inferiore, 4
41053 Maranello (MO) - Italia
0536 949 111
customerservice@owners.ferrari.com
https://www.ferrari.com/it-IT

  • Prezzo da 300.308
    a 303.727 €
  • Numero posti 2
  • Lunghezza 466 cm
  • Larghezza 197 cm
  • Altezza 128 cm
  • Bagagliaio 210 dm3
  • Peso da 1.630
    a 1.790 Kg
  • Segmento Coupé
Ferrari

Ferrari
Via Abetone Inferiore, 4
41053 Maranello (MO) - Italia
0536 949 111
customerservice@owners.ferrari.com
https://www.ferrari.com/it-IT