Formula E

Formula E, ePrix di Ad Diriyah: Sims e Gunther, doppietta BMW

-

La seconda gara in Arabia Saudita vede il monologo della BMW del pilota britannico, autore anche di entrambe le pole position del weekend. Secondo il compagno di squadra Gunther, seguito da Di Grassi. Race2 caotica, con l'ingresso della Safety Car e non gestita al meglio dalla direzione gara

Formula E, ePrix di Ad Diriyah: Sims e Gunther, doppietta BMW

Al termine di una Race2 concitata, vince Alexander Sims seguito dal compagno di squadra Maximiliam Gunther. Festa grande per il team BMW i Andretti Motorsport, che chiude da dominatore il primo fine settimana della stagione 2019-2020 di Formula E.

Terzo posto per Lucas Di Grassi, con la monoposto dell'Audi Sport Abt Schaeffler, per un podio occupato da marchi tedeschi.

La corsa era incominciata con un colpo di scena: la DS Techeetah di Jean-Eric Vergne in ultima posizione, arretrato per una penalità, e la Mahindra Racing di Jérome D'Ambrosio ferma sulla griglia di partenza per un problema tecnico.

Sims ha tenuto la testa della corsa allo spegnimento dei semafori, ha allungato, sfruttando subito l'attack mode. Alle sue spalle è rimasto Sébastien Buemi, fino a quando non è stato mandato in testa coda da Antonio Félix Da Costa. Il portoghese ha calcolato male la frenata e toccato leggermente lo svizzero. Il quale ha commesso a sua volta un'ingenuità nel riprendere la traiettoria ideale senza lasciar sfilare tutto il gruppo e rischiando di fare un mezzo frontale. Penailtà per entrambi.

Intanto Vergne è tornato subito ai box per uno Stop&Go. Il francese aveva subito un arretramento in griglia di 20 posizioni, ma non essendoci sufficienti vetture dietro di lui la sua penalità non poteva dirsi scontata: una regola forse 'cervellotica', sicuramente severa.

 

Il vincitore della Race1 di ieri, Sam Bird, nei primi giri ha provato ad approfittare della lotta per il secondo posto tra Da Costa, in quel momento ancora sotto investigazione, e Di Grassi. Il britannico ha lasciato però aperto uno spiraglio, nel quale si è infilato in modo troppo aggressivo Mitch Evans. Bird ha avuto la peggio, finendo a muro e ripartendo lentamente. Come se non bastasse è stato centrato da Pascal Wehrlein e la sua gara è finita lì.

Evans invece è stato penalizzato con un drive-through. La Safety car è entrata in pista e quando è ritornata ai box alcuni piloti hanno effettuato manovre di sorpasso prima ancora di passare la linea del traguardo. Una situazione da rivedere per il futuro.

Ben più caotica è stata la seconda uscita della vettura di sicurezza, intervenuta in seguito all'incidente di Robin Frijns. La direzione gara ha dato bandiera verde, ma dalle immagini si vedeva ancora la vettura del pilota olandese appesa alla gru, in mezzo alla pista. Imbarazzante contrordine: gara neutralizzata di nuovo ma questa volta con 'Full Course Yellow'.

Maximilian Gunther, BMW iFE.20
Maximilian Gunther, BMW iFE.20

 

Alla nuova ripartenza Di Grassi è transitato fuori traiettoria per attivare l'attack mode ed è così scalato dalla seconda alla quarta posizione. Con l'overboost di potenza il brasiliano si è ripreso subito il podio attaccando subito la Mercedes di Stoffel Vandoorne, ma non la BMW di Gunther.

Quinto posto per Edoardo Mortara, seguito da Oliver Rowland, Nick De Vries (partito 23esimo), Oliver Turvey, Daniel Abt e, a chiudere la zona punti, James Calado.

Esordio di stagione da dimenticare per Vergne, che è finito 11esimo. Così come per Felipe Massa, 20esimo, che oltre a non essere mai stato incisivo, ha ricevuto una penalità per falsa partenza e una per eccesso di velocità nella corsia dei box.

Stoffel Vandoorne, EQ Silver Arrow 01
Stoffel Vandoorne, EQ Silver Arrow 01

 

Sims e Gunther hanno regalato alla BMW una doppietta dall'alto valore simbolico: è la Casa dell'Elica Blu a dominare il primo appuntamento della Formula E 2019-2020, la stagione che, oltre alla partecipazione di Audi, ha visto la presenza per la prima volta di Porsche e Mercedes.

La classifica iridata, dopo le due gare saudite, vede in testa Sims a 35 punti, seguito da Vandoorne a 27. Terzo Bird a 26 lunghezze. Nel campionato delle squadre la BMW è leader con 53 punti, seguita da Mercedes a 41 e dal team Envision Virgin Racing a quota 36.

La Formula E tornerà in pista il prossimo anno, con l'ePrix del Cile il 18 gennaio 2020.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento