Affari a 4 ruote 2020

Investire in auto classiche quando la finanza è KO, Fiat: Dino spider fresca a 150K [motore Ferrari, perché no]

-

Affari dell’usato in tempo di Covid? Con gli investimenti finanziari classici messi KO dal Coronavirus e i governi impossibilitati a tutelare i risparmi di tutti (anzi..) l’auto classica potrebbe avere un senso. Il caso di una Fiat Dino olandese molto ben messa e disponibile, ma per una cifra elevata

Nel timore di veder crollare ancora oltre il valore del proprio portafoglio investimenti, intesi nella finanza, o peggio di vederli erosi da inedite imposte patrimoniali diluite sotto varie Covid-forme, l’auto classica potrebbe essere un investimento. Potrebbe, anche per il solo fatto che prima o poi, chi sopravvive e avrà i soldi per gestirla una benedetta auto la guiderà, divertendosi. All’appello oggi sulle nostre pagine un modello in vendita presso degli specialisti di “auto top” olandesi, che propongono la bella vettura italiana: Fiat Dino del 1967 a prezzo di circa 150K.

Risposta diretta al dubbio, personale di chi scrive e comunque apprezza il Dino Fiat: difficile ammettere che “il puro ferro” valga oggi centocinquantamilaeuro. Però, in mezzo a molti modelli Fiat invecchiati male, Dino si distingue eccome: per non essere quasi nemmeno un’auto Fiat. Il Dino.. E’ il Dino, c’è anche scritto nei loghi (in questo sul motore, ma su quello Ferrari, ruba spazio persino al Cavallino).

Ecco, ovvio che non si parla qui del Dino Ferrari però la comunanza motoristica e non solo esiste, la bellezza dalla spider "late Sixties" pure. Ce ne sono poche e le curiosità, le storie derivanti da quella comunanza con il motore a sei cilindri “figlio del figlio” di Enzo Ferrari, fa la differenza. Sono questi elementi senza tempo invidiabili, amati anche all’estero fuori Europa, che rendono l’auto effettivamente di valore.

L’offerta

In foto gallery il modello in vendita: Fiat 135, ovvero Dino, Spider 2000 del 1967. Niente male, spider con design Pininfarina. Ne hanno fatte circa 1.500 di queste auto, scoperte e quindi il valore ne risente in positivo. Da libretto il mezzo traccia solo tre proprietari, partendo dall’Italia per finire in Olanda. Mentre da odometro, sono solo 81.000 i Km: che peccato, un’auto bella e apribile, che in oltre mezzo secolo ha fatto così poca strada. Lo stato meccanico è dato per buono, con recenti revisioni e persino l’integrità è garantita: auto priva di interventi che ne abbiano intaccato l’originalità. Nessun incidente. Però, la riverniciatura c’è stata e poi a ben vedere è stata modificato il raffreddamento, con una ventola aggiunta a fin di bene. Nessuna “tacca” lodevole invece per registri storici, premi o targhe particolari assegnate al mezzo.

I conti

Nel momento in veniva venduta nuova a listino, questa vettura costava circa tre milioni e mezzo (3.485.000 lire) ovvero meno di 1.800 euro. Sembra poco, ma al tempo era sempre il doppio del 124 spider, equivalendo a sei o sette piccole 500. Prenderla oggi per monetizzare o “smacchinare” in breve quei 160CV, non ha senso visto il periodo. Auto raduni di classiche sospesi fino a chissà quando, mercato fermo e timore di problemi a reperire anche i soli materiali di usura, per non parlare del rischio manutenzioni straordinarie durante le restrizioni logistiche del Covid (es. la rarissima accensione Dinoplex Marelli, quella sì che vale: tanto oro quanto pesa).

Certo che tra qualche anno o decennio, quando scadranno i vari bond emessi da nazioni o unione che pagano percentuali a una piccola cifra, il valore del vecchio Dino Fiat, spider integro, negoziato bene nel 2020 (un bel po’ meno di 150K) potrebbe essere cresciuto: anche meglio della somma cedole obbligazioni covid-bond. Questione di opportunità e possibilità, di scegliere o di sognare. Perché anche se non è Dino Ferrari e non richiama le corse in F2 (una succosa storia al riguardo qui) certo il Dino Fiat di quegli anni ha ben altro blasone e intensità di sensazioni offerte rispetto a un modello Fiat 124 Spider, moderno o dei tempi. Quella giapponese euro6, di spider Fiat, costa un terzo, nuova oggi. Affidabilissima e più agevole da gestire, in proporzione forse nemmeno poi tanto distante, da quei listini del secolo scorso. Perché se esistesse oggi, un erede Dino per Fiat, con piccolo motore Ferrari a sei cilindri, dovrebbe costare almeno 60K. Nel frattempo, sogni e commenti liberi su tutto, perché ancora non si guida liberi e non si può andare in Olanda, a provarla e negoziarla, questa vettura.

 

OMF

Apertura cofano Fiat, si legge Dino ma è Ferrari, V6
Apertura cofano Fiat, si legge Dino ma è Ferrari, V6

Scheda Tecnica - Fiat Dino (2000)

Motore:
Configurazione:    6 cilindri a V 65°. 4 Camme in testa, blocco di alluminio
Tipo:    135 B 000
Cilindrata:    1987cc
Alesaggio x Corsa:    86mm x 57mm
Rapporto di compressione:    9:1
Potenza max:    160 CV (DIN), 166 (SAE) a 7,200 giri/min
Coppia:    126.6 lbs/ft (DIN), 128.7 lbs/ft (SAE) a 6,000 giri/min
Alimentazione:    3 x Webers 40 DCN - altri varianti anche usati
Raffreddamento:    Acqua a circololazione forzata
Ordine di scoppio:    1, 4, 2, 5, 3, 6
Candelle:    Champion N60Y
Trasmissione:
Desc:    Fiat a 5 rapporti + RM. Differenziale autobloccante.
Tipo:    135 AC 100
Rapporti:    1ª: 3.095, 2ª: 1.825, 3ª: 1.351, 4ª: 1.00, 5ª: 0.871, RM: 2.889
Riduzione finale:    coppia conica ipoide, rapporto 4,875:1
Frizione:    Disco singolo, idraulico, diametro 215mm
Sospensioni:
Anteriore:    A ruote indipendenti, trapezi, molle elicoidali, barra stabilizzatrice, ammortizzatori idraulici telescopici
Posteriore (Spider):    Ad assale rigido, balestre semiellittiche a folia unica, puntoni di reazione longitudine, ammortizzatori idraulici telescopici doppi
Sterzo:
Tipo:    A vite e rullo
Colonna:    Collegamento universale
Scatola:    Gemmer (Francia)
Freni:
A pedale:    Idraulico a disco Girling sulle quattro ruote, servofreno a depressione
A mano:    meccanico sulle ruote posteriore
Dimensioni e Pesi - Spider (Pininfarina):
Passo:    2280mm
Lunghezza:    4109mm
Larghezza:    1710mm
Altezza:    1270mm
Carreggiata ant.:    1385mm (galettone), 1371 (normale)
Carreggiata post.:    1350mm (galettone), 1362 (normale)
Peso a vuoto:    1150 kg (2535 lbs)
Peso a pieno carico:    1390 kg (3064 lbs)
Capacità serb. carb.:    66 litri (nessuna riserva)
Ruote:    Cromodora 6½ x 14
Pressione gomme (Michelin XAS):    (ant.) 24.2 psi (post.) 25.6 psi
Pressione gomme (Pirelli CN36):    (ant.) 30 psi (post.) 32 psi
Velocità massima (dichiarato dal costrutore):
Spider: oltre 210km/h (130m/h)

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Fiat 124 spider
Modelli top Fiat
Maggiori info
Fiat
  • Fiat Automobiles S.p.A. Corso Giovani Agnelli, 200
    10135 Torino (TO) - Italia
    800 342 800   http://www.fiat.com