verifica sul campo

Lo sconto Iperself di eni su benzina e diesel è vero

-

Il 16 giugno è partita la campagna “riparti con eni” che taglia di circa 20 cent i prezzi del carburante duranti i weekend d'estate. Il 16 e 17 giugno lo sconto c’è stato: Euro 1,50 per il diesel e Euro 1,60 per la benzina verde.

Lo sconto Iperself di eni su benzina e diesel è vero

Sabato 16 giugno 2012. Primo giorno della promozione che eni ha comunicato nei giorni scorsi. Come San Tommaso, non ci fidiamo. Una tanica di benzina per il trattore tagliaerba del suocero è l’occasione per cercare un distributore eni. Finiamo alla Stazione di Servizio eni “iperself h24” di Gerardo Pagliara. Via vergani 26, Cantù. Due pompe “multifunzione” con erogazione del carburante su entrambi i lati ciascuna. Significa che possono rifornirsi 4 mezzi in contemporanea. Una colonnina per il pagamento con Bancomat o banconote.

I Prezzi dei carburanti eni nel w.e.

Controlliamo immediatamente se i prezzi sono quelli promessi: Euro 1,50 per il diesel e Euro 1,60 per la benzina verde. Sì ci siamo. Anzi qui addirittura un centesimo meno! «Sì, un centesimo in meno. Ce l’ho messo io.» Si illumina, il gestore Gerardo, quando lo dice. «Volevo vedere di nuovo il 4! Volevo tornare sotto l’uno e cinquanta!. Io ho messo solo un cent; tutto il resto dello sconto l’ha messo eni. Noi non potremmo mai permettercelo.»


I prezzi applicati alla pompa eni di Gerardo Pagliara, sul diesel nel week end 16-17 giugno dalle 13 del sabato alle 24 della domenica sono:

“Iperself”: Euro 1,500 per il diesel (20,7 cent in meno rispetto al prezzo normale).
Mentre in questo periodo durante la settimana:
“Servito: Euro 1,707” (prezzo normale quando il distributore è aperto e non scendi neanche dalla macchina)
“Fai da te”: Euro 1,667 (4 cent in meno al litro se fai da solo)
“h24”: Euro 1,607 (10 cent in meno quando fai rifornimento da solo, quando la Stazione è chiusa e paghi ad esempio con il Bancomat”)

Uno sconto vero. Non ci credo.

“Attenzione”, ci diciamo, “attenzione”. Lo sconto sarebbe del 12% tra il prezzo di oggi e il “Servito” dei giorni feriali. Non può esserci uno sconto vero, a livello nazionale da parte di una compagnia in circa 2.500 Stazioni di Servizio. Ci chiediamo dove sia la “sola”, l’inganno. Lo chiediamo in modo diretto al gestore, a Gerardo che risponde serafico: «non c’è l’inganno. Oggi la gente è così diffidente verso gli sconti o le promozioni, verso le cose che a prima vista sembrano vantaggiose, che quando ci sono realmente pensano sempre che sia un imbroglio.»

stazione di servizio eni
L'iniziativa è valida tutti i weekend d'estate fino al 2 settembre presso le stazioni eni Iperself aderenti all'inziativa


E invece è uno sconto importante, uno sconto vero. E non l’ennesima tessera a punti modello anni '70. Uno sconto che arriva in giorni di crisi vera, nei quali la gente non compra più il superfluo e fa fatica a permettersi l’ordinario. Uno sconto che in qualche modo da una mano ad andare in vacanza!

Come funziona la promozione

E’ importante sapere che il prezzo “riparti con eni” non sarà fisso tutta l’estate. Come si può leggere sul sito della Compagnia “ogni sabato mattina, eni comunicherà su riparticoneni.com i prezzi validi a partire dalle ore 13 fino alle 24 della domenica e saranno sempre prezzi molto convenienti, un unico prezzo per la super e un unico prezzo per il diesel in tutte le eni station aderenti all’iniziativa nel territorio italiano.” Durata della promozione dal 16 giugno al 2 settembre. Se questo w.e. lo sconto c’è stato ed importante, ci auguriamo che duri per tutto il periodo indicato!

Un’atmosfera diversa alla stazione di servizio

C’è folla, un clima da bar di paese. La gente di Cantù sembra che oggi sia tutta qui. E fra loro si conoscono e si salutano. Si’, giusto siamo a Cantù: una felice cittadina della Brianza, famosa per i mobilifici e per una fortissima squadra di pallacanestro. Una città dove la gente sta bene. Ma oggi sembrano tutti dei Genovesi, molto attenti allo sconto sulla benzina.


Arriva Walter, sui 60, in Audi: «è il terzo pieno che faccio oggi.» E da dove diavolo arriva questo? «No no, sto facendo il pieno per tutti, questa ad esempio non è la mia auto» e sorride soddisfatto. Facciamo due conti nelle tasche di Walter: 50 litri x 3 pieni = 150 litri. Lo sconto rispetto a quando fa il pieno senza muovere il sedere, e dice “weh, il pieno! Grazie” è di 20 centesimi a litro. Walter sta risparmiando 30 Euro. No dai, rifaccio i conti. Ancora uguale: 30 Euro. Ha ragione a essere sorridente e a portare la sua auto, quella della moglie e del genero a fare il pieno.

Arriva un artigiano con l’Iveco Daily con il pianale dietro. Forse proprio uno di quelli che fa i mobili in legno massello.  Si sporge dal finestrino, vede la fila, non è sicuro di volere aspettare. Urla al gestore della pompa «come funziona quiiiii !?” … “Sempreeee … !?» Il gestore pacato, per l’ennesima volta «No, non sempre: il prezzo di 1,50 sul Diesel e di 1,60 per la benzina verde, viene applicato dalle 13.00 del sabato alla mezzanotte di domenica, fino a settembre.»

benzina carburanti
Presso le stazioni eni Iperself che hanno aderito all'iniziativa si sono formate spesso lunghe code durante il passato weekend

Un ragazzino con la Vespa Sprint Veloce (bella, e ben conservata) ha fatto 10 Euro e non sapeva nulla dello sconto: “Figata, mi è andata bene!”. La sua ragazza sorride. Si ferma anche un amico del benzinaio. Fiero della Renault Twizy che ha in prova. «Vai via con quel biroccio elettrico, che c’ho la coda!» Dice Gerardo. Passa un centauro con una Suzuki GSR. Gli abbiamo chiesto se fosse venuto apposta o per caso. Ci dice: «io passo di qua, sapevo che c’era lo sconto. Se no mi sarei fermato prima.»

Un coinvolgimento diverso anche per il benzinaio

Se è vero che eni si è impegnata fornendo il carburante scontato (come ci confermava il gestore “tutto lo sconto è a carico di eni”, Gerardo ci racconta che però lui si deve fare un bel mazzo: «noi gestori delle pompe che hanno aderito al programma dobbiamo lavorare in un giorno in cui la Stazione di Servizio è chiusa. Dobbiamo aiutare la gente alla colonnina del Bancomat, e spiegargli come funziona la promozione. E poi se si blocca qualcosa, se finisce il carburante devo subito chiamare un rifornimento.»


«Ah giusto, ma la benzina non finirà proprio oggi che c’è la promozione» gli diciamo. «Tu scherzi, finirà di sicuro entro sera: dalle 13 alle 17 ho già fatturato quanto in tutto lo scorso w.e.» Ah però, in 4 ore Gerardo ha venduto come in 48 ore di un w.e. normale. «Addirittura, a ben vedere, se ho fatturato uguale, ma ho venduto ad un prezzo inferiore, in queste 4 ore ho erogato più benzina dello scorso w.e.!!!. E poi domani mattina avrò il rifornimento. Così riapro la pompa. E chi è venuto qui in questo ore ha risparmiato.» E’ felice. E’ estate e c’e’ il sole. In mesi di crisi, in cui anche il consumo di benzina sta diminuendo, Gerardo è felice dello sconto che può applicare.

E’ un grande questo benzinaio che pur di stare al livello della concorrenza abbassa il prezzo di brutto. Ma lui non c’è, e la gente non si ferma. Non basta un cartello in bella vista quando un gigante come eni ha comunicato la promozione ovunque

Gli altri benzinai

Ci congediamo. Abbiamo fatto il pieno alla macchina, riempito la tanica per il trattore del suocero. Bastano 100 metri per incrociare un benzinaio Esso simile alla stazione di servizio eni di Gerardo. Ma è completamente deserto. Guardiamo i prezzi: non è possibile. Sono ancora più bassi. Sconto di 21 cent al litro. Euro 1,492 al litro. Ma spicca un cartello: “è un’iniziativa del gestore”. E’ un grande questo benzinaio che pur di stare al livello della concorrenza abbassa il prezzo di brutto. Ma lui non c’è, e la gente non si ferma. Non basta un cartello in bella vista quando un gigante come eni ha comunicato la promozione ovunque.


Un’altra sorpresa. Una stazione eni a una decina di chilometri di distanza . Piu’ grande e in una posizione molto migliore della precedente. Non c’è però il gestore e non viene applicata la promozione. Probabilmente la ragione sta nel fatto che non si tratta di una stazione “iperself”. Qui chi si ferma può riempire il serbatoio pagando 1,737 al litro per il diesel.
Poco più in là un distributore Tamoil. Il Diesel a 1,719. Ed una di quelle promozioni incomprensibili: 5% di sconto se paghi con una carta di Bancoposta. Boh, ci diciamo. E’ proprio il momento di fare azioni commerciali molto chiare e incisive.

  • nico85, perugia (PG)

    Redazione!!!semmai un millesimo in meno.. correzio

    Comunque, tutta questa questione fa comprendere che se noi utenti\consumatori fossimo uniti, vedrai come si fanno concorrenza... Sono calati i consumi e loro devono fare certi quantitativi sennò hanno dei problemi con tutto l'apparato trasporto\produzione e contratti vari che sono calibrati sui consumi normali, per cui ecco gli sconti altro che compassione per i consumatori o le pressioni del governo..
    saluti
  • crazyscientist, Cesena (FC)

    consumi petroliferi a maggio 2012 -10%

    Infatti non si dice che i consumi petroliferi da inizio anno a maggio son calati del 10%. Hanno fatto una cavolata, hanno aumentato le accise tasse ecc e la gente ha deciso di girare meno in macchina ecc. Morale della favola il governo ha meno incassi che ne prima e le aziende petrolifere si trovano con cisterne stracolme il che porta a una diminuzione della produzione di petrolio...
    Ora cercano di limitare le perdite con questi specchi per le allodole, ma ormai le abitudini son cambiate, la gente cerca di usare meno l'auto e la moto organizzando al meglio le uscite di casa. Vedo intorno a me gente che non sapeva nemmeno cosa fosse una bicicletta e ora si ritrova a girare in paese con quella.
Inserisci il tuo commento