Concept car Alfa

Nuova ammiraglia Alfa Romeo, Al posto di Giulia meglio l’eleganza filante di 169 [non GTA]

-

Mini video da classica presentazione segreta interna, per il concept di futura ammiraglia Alfa Romeo. Una bella, morbida e filante berlina del Biscione che poteva piacere ai veri viaggiatori e agli americani, oltre a chi ami il Cuore Sportivo. Qualcuno dice “no” e la Giulia prende il sopravvento

Dopo alcuni prototipi tutti certamente fascinosi, uno solo doveva andare avanti per Alfa Romeo. Avanti per sostituire degnamente le vecchie e “grandi” eredità di Alfa 6 (per pochi) 164 (mezzo top) e 166 (mezzo fiasco).

Altro che Giulia, se dopo 156 era 159, sul gradino più alto ci starebbe una 169. In video si vede la classica forma di presentazione statica del “fantoccio” di quella bella auto, ovvero un concept da esposizione interna.

In genere lo show sotto i faretti con mezzo che ruota nel buio di un grande capannone, viene fatto di fronte a vario e influente pubblico che giudica. Solo dopo approvazione si passa al processo di produzione. Evidentemente, in seno a FCA, questa ipotesi di berlinona Alfa 169 non passò. Eppure era bella, parecchio e più delle sorelle del decennio scorso. Eppure era disegnata con le gentilezza amica di un certo target. Eppure aveva un vero taglio coupé, pur promettendo super comfort da viaggio con il V6… Niente, occorre attendere poi Giulia, mezzo di altra impronta e, diciamolo, altro target non meno limitato da prelibati quadrifogli, acronimi e listino prezzi.

Eh sì. perché non è che basta dire “che bella Alfa” e metterci sotto un motorone, meglio se sei cilindri. Al tempo di questi prototipi per la nuova Alfa di segmento D, qualcuno avrà ben fatto i conti: pianale da usare (quale? condiviso per poco da FCA o pagato extra?) motori, sviluppo interni, sistemi e carrozzerie... Poi occorre valutare l’industrializzazione nei tempi e ponderarla al potenziale di mercato.

In una frase, cara a uno di quelli seduti per giudicarla, la nuova Alfa 169: “Bella, quanto costa? Quante ne vendiamo?”.

Evidentemente non era il momento per FCA, di sviluppare questo modello visibile nel video e oggettivamente oggi già superato, pensando a quali sistemi sarebbero stati usati per farlo in fretta. Limitati magari da pianali non da vera Alfa Romeo, come è invece Giulia. Auto più caratteristica e di successo mediatico, certo. Sul quanto invece se ne vendano e quanto fanno guadagnare al Biscione, le segmento D degli ultimi tempi, meglio risparmiarsi commenti. Godiamo del bel vedere.

  • quagliodromo, Telgate (BG)

    La crisi di identità di Alfa Romeo è ormai assodata.
    SUV e "berlinone" non fanno parte del suo DNA.
    Scopriremo presto dove la porterà.
Inserisci il tuo commento
Altri su Alfa Romeo Giulia
Modelli top Alfa Romeo
Maggiori info
Alfa Romeo
  • Alfa Romeo Automobiles S.p.A. Corso Giovani Agnelli, 200
    10135 Torino (TO) - Italia
    800 253 200   http://www.alfaromeo.it