Pinifarina premiata per il design della Ferrari FF

Pinifarina premiata per il design della Ferrari FF

Il design della Ferrari FF è valso al team Pininfarina l’AutoDesign Award, consegnato a Ginevra al Presidente Paolo Pininfarina dal direttore del magazine AutoDesign&Styling

8 marzo 2012

Il design della Ferrari FF è valso al team Pininfarina l’AutoDesign Award, consegnato a Ginevra al Presidente Paolo Pininfarina dal direttore del magazine AutoDesign&Styling. La giuria ha riconosciuto la FF quale miglior design del 2011 nell’ambito delle auto di serie.

Presentata durante la scorsa edizione del Salone dell’Auto di Ginevra, la FF rappresenta una sintesi di innovazione tecnologica e architettonica, con uno stile basato su una forma compatta e filante, espressione dei concetti di essenzialità, efficienza e leggerezza che caratterizzano il rinnovamento della gamma del Cavallino Rampante.

Quest’anno, invece, lo styling Pininfarina è espresso a Ginevra dalla nuova Ferrari F12berlinetta, disegnata in  collaborazione tra il team di designer Pininfarina e quello del Centro Stile Ferrari guidato da Flavio Manzoni. Con la F12berlinetta nasce la nuova generazione delle Ferrari 12 cilindri. Una vettura dotata di un design e di un’aerodinamica innovativa.

La F12berlinetta è la Ferrari più prestazionale di sempre. Caratterizzata da un design basato sull’equilibrio delle proporzioni, la F12berlinetta è una coupé dalla linea aggressiva e filante che, nonostante la compattezza delle dimensioni esterne, offre un buon livello di comfort e abitabilità. Completamente nuovi gli interni, che sottolineano l’equilibrio tra la tecnologia avanzata dell’interfaccia uomo-macchina, con tutti i comandi raccolti attorno al pilota, e dettagli raffinati di artigianalità, tutti elementi imprescindibili del DNA Ferrari.

Insieme a Ferrari, Pininfarina ha lavorato prima di tutto sull’impostazione della vettura con il preciso obiettivo di ottenere, rispetto alla F 599, dimensioni più compatte che riducessero pesi e consumi e una posizione più bassa per motore e posto guida, con il risultato complessivo di abbassare il baricentro e promettere migliori prestazioni anche in termini di handling.

La ricerca si è concentrata sull’equilibrio delle proporzioni, mentre il concept di stile nasce da un tema aerodinamico forte, in grado di scolpire il volume nella sua interezza e alleggerirlo eliminando tutto il superfluo. Sfruttando le zone prive di ingombri meccanici è stato creato un passaggio d’aria tra il cofano anteriore e la fiancata in una sintesi tra forma e funzione. Il flusso aerodinamico sfrutta il cofano motore nella generazione della deportanza e viene convogliato e spinto verso la parte laterale dell’auto passando sotto un’ala denominata Aero Bridge. Questo particolare elemento devia l’aria dalla parte superiore della vettura alla fiancata, con benefiche interazioni anche sulla scia delle ruote.

Il concept dell’anteriore, denominato «a chiglie», immagina un frontale costruito su due volumi verticali. All’interno di questo tema sono state inserite tutte le funzionalità aerodinamiche necessarie per una meccanica di tale potenza e prestazione: un ampio ingresso aria per il radiatore, arricchito dalla classica calandra Ferrari; sezioni alari sotto la calandra per convogliare il flusso al fondo piatto; due elementi laterali nella parte bassa del paraurti, in colore vettura, che firmano il “sorriso” classico della bocca Ferrari e integrano un nuovo concetto di aerodinamica attiva per il raffreddamento dei freni: si tratta di due portelle attivate in apertura o chiusura solo se richiesto, in funzione delle temperature. Sui proiettori anteriori la funzione DRL è stata realizzata con un elemento guida-luce che accresce l’aggressività dello sguardo in notturna.

Il posteriore è dominato dai classici due fanali tondi tipicamente Ferrari, arricchito dal tema a T, ovvero da un elemento verticale costituito da due derive, in colore vettura, che mettono in risalto il canale aerodinamico centrale collegato al fondo piatto. Il lunotto presenta un leggero incasso rispetto ai montanti. La caratteristica forma a diamante, inoltre, restringe l’elemento nella parte bassa e alta in ottica di riduzione del peso, mentre si allarga al centro per aumentare la visibilità.

Ultime da News

Da Moto.it

Argomenti

Hot now

Ferrari FF Coupé
Ferrari

Ferrari
Via Abetone Inf. 4
Maranello (MO) - Italia
0536 949 111
https://www.ferrari.com/it-IT

  • Prezzo
  • Numero posti
  • Lunghezza
  • Larghezza
  • Altezza
  • Bagagliaio
  • Peso
  • Segmento
Ferrari

Ferrari
Via Abetone Inf. 4
Maranello (MO) - Italia
0536 949 111
https://www.ferrari.com/it-IT