Prova strumentale

Ford Kuga Full Hybrid, PRO e CONTRO. La prova strumentale [Video]

-

Come va la Ford Kuga Full Hybrid? C’è solo un modo per scoprirlo: provarla - davvero. Perché raccontare un’auto è semplice. Ma giudicarla, in maniera oggettiva, è tutto un altro discorso. Per questo, noi, useremo prove - Strumenti - Una pista. E… un ingegnere. E alla fine vi racconteremo, nero su bianco, i pro e i contro. Perché qui, oggi, alla Serie 3 Touring daremo pure i voti, col mitico “pagellone di Automoto.it”

Che cos'è e come è fatta

Con la terza generazione la Ford Kuga è cambiata. Nelle dimensioni innanzitutto: 8 cm in più la rendono un po’ più grande di molte competitor, che di solito si fermano intorno ai 4 metri e mezzo. Ma è cambiata anche in termini di stile. Le forme squadrate della vecchia serie qui lasciamo il posto a forme più dolci e affusolate. Che, a molti, ricordano alla lontana un Suv molto più nobile, come l’Aston Martin DBX. La Kuga è cambiata anche a livello di meccanica. Nasce su una nuova piattaforma, che ha consentito di mettere dentro al cofano motori di ogni tipo: diesel, benzina ma soprattutto mild, full e plug in hybrid.

Noi oggi scopriamo la versione full hybrid, l’ultima ad arrivare sul mercato. Che affianca a un quattro cilindri 2.5 benzina a ciclo Atkinson un sistema ibrido serie/parallelo di derivazione Toyota. Per questo il sistema di trasmissione è il noto e-Cvt che, in questo caso, però, è dotato di un sistema di simulazione di cambiata per rendere meno evidente l’effetto trascinamento tipico di questa tecnologia. Per recuperare energia c’è una batteria agli ioni di litio da 1,1 kWh raffreddata a liquido.

Noi oggi guidiamo la versione a trazione anteriore, ma è disponibile anche in una variante AWD. La nuova Kuga porta marchio americano, ma è stata sviluppata in Europa e viene prodotta in Spagna, nello stabilimento di Valencia. Le sue rivali? Senza dubbio le coreane Hyundai Tucson e Kia Sportage, ma anche VW Tiguan e Peugeot 3008, oltre a tante altre.

Quanto consumerai

Sono sempre contento di parlare di consumi quando c’è di mezzo un’ibrida vera, full, come questa. Perché questi veicoli dovrebbero essere progettati appositamente per consumare il meno possibile. E noi, qui, vediamo se ci riescono. Il nostro ingegnere nel “cappio” di Automoto.it ha strappato una media superiore ai 16 km/l. Significa che con meno di 9 euro si percorrono 100 km.

Un risultato niente male per un Suv grande come questo. Ovviamente la Kuga full hybrid riesce a esprimere il meglio del suo potenziale in statale e soprattutto in città, dove se si è bravi si riescono a fare addirittura anche più di 20 km/l, il che la rende veramente eccezionale. Soffre di più in autostrada, a 130 km/h sulle lunghe distanze. Quindi se siete grandi chilometristi fate bene le vostre valutazioni, perchè il caro vecchio diesel potrebbe ancora fare al caso vostro.

 

 

     Consumo rilevato

     €/100 km

Kuga 2.5 Hybrid FWD

      6,1 l/100 km (16,4 km/l)

     8,8 euro

Tucson 1.6T Hybrid AWD

      7 l/100 km (14,3 km/l)

     10,1

 

 

Cosa scoprirai guidandola?

Quelli della Kuga sono consumi che, in certe circostanze almeno, sono quelli di un’utilitaria. I nostri test invece rivelano prestazioni interessanti. Che non saranno quelli di una sportiva ma sono comunque interessanti per un Suv che pesa quasi 1.900 kg.  La Kuga Hybrid, con i suoi 190 CV, accelera meglio rispetto a quanto dichiarato. La sua rivale diretta Tucson riesce a fare ancora meglio, ma solo perché ha qualche cavallo in più e soprattutto la trazione integrale, mentre qui tirano solo le ruote davanti.

 

Accelerazione 

      Rilevata

    Dichiarata

Kuga 2.5 Hybrid FWD

      8,5 secondi

    9,7 secondi

Tucson 1.6T Hybrid AWD

      7,9 secondi

    8,3 secondi

 

Nella norma la frenata. Considerando che l’auto monta gomme invernali il valore è nella media, anche se la rivale Tucson è riuscita a fare ancora meglio.

 

Frenata 100-0 km/h

     Rilevata

Kuga 2.5 Hybrid FWD

     43,8 m

Tucson 1.6T Hybrid AWD

     42,2 m

 

Eccezionale invece la ripresa. Qui si eguaglia la migliore prestazione della coreana. Un segno inequivocabile dell’efficacia del sistema ibrido che, quando serve, è subito pronto a dare man forte al 2.5 aspirato con una iniezione di coppia motrice.

 

Ripresa 80-120 km/h 

       Rilevata

Kuga 2.5 Hybrid FWD

       5,2 secondi

Tucson 1.6T Hybrid AWD

       6,2 in D - 5,2 in S 

 

*Test eseguito con pista asciutta, 10° C e gomme invernali

In termini di piacere di guida la Kuga mette in chiaro subito le cose. Lei vuole essere guidata in maniera turistica, quindi senza troppa fretta. in questo modo riesce a far emergere tutto il potenziale in termini di efficienza del sistema ibrido. Lo sterzo del resto non è prontissimo e, soprattutto quando si alza il ritmo avremmo preferito trovare un po’ più di consistenza.

Il sistema e-CVT di origine Toyota poi finisce sempre per far alzare troppo la voce al motore termico in piena accelerazione. È vero molto meno rispetto al passato, visto che ora l’elettrico è molto più protagonista, ma quando si chiede tutto i giri salgono comunque in maniera poco proporzionale rispetto alla velocità. In compenso le sospensioni sono molto confortevoli e garantiscono un assetto morbido, pensato per rendere i viaggi comodi. Anche in questo caso quindi non aspettatevi un comportamento affilato.

Meglio godersi la guida in tranquillità, come è giusto che sia su un Suv di questa fascia. L'unico rammarico? Una volta le Ford le ricordavo con più carattere, in termini di piacere di guida. Alzando il ritmo la Kuga resta sempre molto sicura. Merito di una elettronica molto conservativa che è sicuramente un bene, anche se spesso l’intervento dell’elettronica è fin troppo brusco e poco progressivo. Resta la prova parcheggio. Attenzione al montante anteriore che limita la visibilità in maniera piuttosto invasiva. Per fortuna c’è la telecamera, che però, è un optional. E c’è solo dietro, ma non davanti.

Come la troverai dentro?

Che la Ford Kuga Full Hybrid sia un’auto comoda lo si capisce anche dalla cura che gli ingegneri Ford hanno riservato all’insonorizzazione. I nostri test hanno portato alla luce dati positivi a tutte le velocità, tranne in piena accelerazione. Dove - come abbiamo detto - il quattro cilindri sale parecchio di giri.

 

Silenziosità (dB)

        50 km/h

      90 km/h

     130 km/h

      Kick-down

Kuga 2.5 Hybrid FWD

        58,6

      65

      69

      75

Tucson 1.6T Hybrid AWD

        59

      64,5

      69,5

     75,5

 

L’aumento delle dimensioni, rispetto alla generazione precedente, ha permesso di migliorare molto l’abitabilità interna. Che infatti è risultata molto buona dalle nostre rilevazioni. C’è tanto spazio per le ginocchia, che può diventare eccezionale grazie al divanetto posteriore scorrevole. Una trovata che trovo sempre geniale sulle auto, perché permette di privilegiare lo spazio per bagagli o passeggeri a seconda delle esigenze. Il quinto passeggero è come spesso accade un po’ più sacrificato. Ma meno che su altre concorrenti, visto che qui il tunnel centrale c’è ma non è enorme. Ci sono poi bocchette di ventilazione dedicate e sedili riscaldati per i passeggeri laterali… Ottimi gli attacchi Isofix facilmente accessibili.

La posizione di guida è quella del tipico Suv. Volendo si sta seduti anche molto in alto. Una sensazione che piace a chi cerca il dominio della strada. Meno a chi vorrebbe comunque una impostazione sportiveggiante anche su un’auto a ruote alte.

 

Larghezza anteriore

   148  cm

Altezza da sedile ant. a tetto

    85 - 93 cm

Larghezza posteriore

    143 cm

Altezza da divano post. a tetto

     86 - 96 cm

Spazio ginocchia con sedile davanti a 50%

    31 - 38 cm

 

Nonostante le dimensioni esterne siano più abbondanti rispetto alle concorrenti, il baule non è grandissimo. Evidentemente hanno pensato di privilegiare lo spazio per i passeggeri, rinunciando a un po’ di litri per i bagagli. In ogni caso si salva grazie alla presenza del divanetto scorrevole, che permette di ampliare abbastanza il vano senza togliere troppo spazio a chi siede dietro.

Lo dimostra anche la prova empirica con le nostre poderose valige cinesi. Ce ne sono state quattro, più uno zaino. Per farci stare un ulteriore borsone, l’unica è tirare in avanti il divanetto. Comode le leve per abbattere i sedili, così come la presenza di presa accendisigari e ganci. C’è il doppio fondo ma in parte è occupato dalla batteria. Non c’e alcun gradino quindi è facile caricare. Ma attenzione al tendalino: semplice e leggero è facile da rimuovere. Però si sgancia facilmente dai punti di ancoraggio e rischia di cadere con troppa facilità.

 

Capacità baule

   Rilevata

    Dichiarata

Kuga 2.5 Hybrid FWD 

   380 - 435 litri

    405 - 465 litri

Tucson 1.6T Hybrid AWD

   498 litri*

    616 litri

 

Per quanto riguarda la qualità questa Ford si conferma un’auto concreta, come ci ha insegnato la storia di questo marchio. Non ci sono picchi sia in negativo che in positivo. La realizzazione è solida, ben fatta nel complesso anche se abbiamo trovato qualche svista. Fuori gli accoppiamenti di carrozzeria sono rigorosi, abbiamo rinvenuto qualche svista soltanto nella zona dei passaruota e delle portiere. Dentro colpiscono i sedili in pelle, davvero ben fatti. Le plastiche abbondano ma sono generalmente di buona qualità e i comandi trasmettono tutti una bella sensazione di solidità. 

In generale mi piace il mix tra comandi touch e fisici. Anche se continuo a trovare scomodo il tasto di accensione, perché poco accessibile. Niente da dire sull’ergonomia, anche se forse avrei preferito trovare qualche guizzo di originalità in più in plancia visto che si tratta di un’auto “importante": l’impostazione, invece, ricalca fedelmente quella della più piccola Puma e della Fiesta.

Che tecnologie avrai?

La strumentazione davanti al guidatore è interamente digitale, come detta la moda del momento. Per gli appassionati del genere: lo schermo è da 12,3 pollici e ha un’ottima risoluzione. Le animazioni però a volte soffrono un po’ di lag e le possibilità di personalizzazione si limitano variando in base alle modalità di guida.  Il sistema multimediale è il Sync 3. Mi piace perché è semplice da usare, con questi bei tastoni grandi e le grafiche belle grosse. Mentre guidi trovi subito ciò che serve. L’impostazione in stile tablet però continuiamo a non apprezzarla fino in fondo e la velocità di risposta potrebbe essere perfezionata. In compenso ci sono servizi connessi, Apple CarPlay e Android Auto.  E si può avere anche l’head up display, ma solo a pagamento.

Volendo si può avere la guida assistita di livello II, ma solo a pagamento. Di serie c’è solo la frenata automatica di emergenza ma su un’auto ricca e tecnologica come questa avremmo preferito trovare tutto compreso visto che si parla di sicurezza. In compenso i sistemi funzionano in maniera fluida.

Quanto ti costerà?

Quanto costa la Kuga ibrida? Di sicuro il prezzo di listino non basta più. Ecco quindi cosa abbiamo scoperto. Il prezzo della nostra versione Vignale sfiora i 40.000 euro. Ma sul mercato si trovano esemplari reali, con qualche accessorio in meno già a 28-30.000 euro. Un prezzo che, così, anche per merito di eventuali incentivi, diventa interessante. Volendo la si può avere anche con anticipo zero e con una rata di 350 euro al mese. 

La versione che consigliamo? Difficile dirlo nel caso della Kuga, perché ogni motorizzazione si addice a un determinato tipo di automobilista. Fate tanti km in autostrada? Meglio il diesel. Ma se state tanto in città il full e anche il plug in sono sicuramente più vantaggiosi in termini di percorrenze.

Interessanti i costi di mantenimento, soprattutto perché il primo tagliando in Ford costa molto poco e il bollo è più contenuto rispetto, per sempio, alla Hyundai per via della minore potenza del motore termico.

 

Total cost of ownership

      I tagliando

    Bollo

      Assicurazione

     Totale

Kuga 2.5 Hybrid  

      149 euro 

    300 euro (≃)

      Da 220 euro (≃)

     669 euro (≃)

Tucson 1.6T Hybrid AWD

      559 euro

    380 euro (≃)

      Da 220 euro (≃)

     1.179 euro (≃)

PRO

  • Consumi, in città e statale sono strabilianti
  • Spazio, l’aumento delle dimensioni ha restituito una ottima abitabilità

 

CONTRO

  • Alcuni dettagli potrebbero essere realizzati con maggior cura
  • Sterzo, un comando fin troppo leggero, che non brilla per prontezza

Scheda tecnica

Ford Kuga 2.5 Full Hybrid 2WD Vignale

Alimentazione: benzina

Elettrificazione: full hybrid

Potenza: 190 CV

Cambio: e-Cvt

Lunghezza:  4,62 m

Larghezza: 1,88 m

Altezza: 1,68 m

Passo: 2,71m

Peso: 1.844 kg

Serbatoio: 45 litri

Prodotta a Valencia, Spagna

 

Pagellone

Voto 0-10

 

Consumo

8

 

Accelerazione

7

 

Ripresa

8,5

 

Frenata

7

 

Motore

7

 

Sterzo

5,5

 

Cambio

6,5

 

Comodità (sosp+insonoriz.)

7

 

Visibilità/agilità/Park

6

 

Spazio

8

 

Bagagliaio

6,5

-

Qualità

6,5

 

Tecnologia

7

  l

Assistenza alla guia

7

 

Costo/noleggio

8

 

 

VOTO: 71/100

 

DATI RILEVATI

 

Prestazioni

Accelerazione 0 - 100 km/h

8,5 secondi (dichiarato 9,7)

Frenata 100 - 0 km/h 

43,8 m*

Ripresa 80 - 120 km/h in V

5,2 secondi

*gomme invernali
 

Rumorosità

Silenziosità (dB)

   50 km/h

  90 km/h

   130 km/h

   Kick-down

Kuga 2.5 Hybrid FWD

   58,6

  65

    69

   75

 

Abitabilità

Misura Divano-Pedali

   198 cm

Larghezza anteriore

   148 cm

Larghezza posteriore

   143 cm

Altezza da sedile ant. a tetto

   Min - Max 85 - 93 cm

Altezza da terra a sedile ant. 

  Min - Max 66 -71 cm

Altezza da divano post. a tetto

  86 - 96 cm

Spazio ginocchia con sedile davanti a 50%

  31 - 38 cm

Misura Ikea (da parabrezza a fondo baule)* solo per auto grandi

  305 cm

Bagagliaio

  380 - 435 litri (dichiarato 405 - 465 litri)

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Ford Kuga
Modelli top Ford
Maggiori info
Ford