Prime impressioni

Hyundai Kona Hybrid: la via di mezzo che piace [Video]

-

Abbiamo provato il nuovo SUV compatto in versione ibrida: la Kona è spinta da un 1.6 GDi benzina che, con il supporto dell’elettrico, arriva a 141 CV. Ecco come va su strada

La Hyundai Kona è arrivata nel 2017: un SUV compatto dallo stile alternativo, che ha saputo ritagliarsi una buona fetta di mercato con (ad oggi) ben 120.000 unità vendute in Europa. L’anno seguente, al Salone di Ginevra, è il turno della versione 100% elettrica: pensate che la Long Range tocca i 470 km di autonomia! Una doppia scelta vincete ma… non sembra manchi qualcosa? La risposta è arrivata quest’anno, quando la Casa coreana ha presentato la Hybrid, il tassello mancate della gamma Kona. La novità 2019 è la perfetta via di mezzo tra il modello endotermico e quello elettrico: siamo stati in Olanda per scoprirlo più da vicino e provarlo su strada. Volete sapere come va? Leggete qui sotto e guardate il video in copertina.

La nuova Hyundai Kona Hybrid
La nuova Hyundai Kona Hybrid

Dal vivo: com’è fuori

La nuova Hyundai Kona Hybrid si presenta con una nuova (doppia) motorizzazione: sotto il cofano è presente l’endotermico 1.6 GDi, benzina 4 cilindri, da 105 CV affiancato da un elettrico da 32 kW. La potenza complessiva sale quindi a 141 CV, con una coppia massima di ben 265 Nm. La trasmissione è un’automatica doppia frizione a 6 rapporti.

Esteticamente la Kona non cambia: stessa linea, stessa scocca. Ovviamente, è stato aggiunto il logo hybrid sul portello del bagagliaio e la scritta BlueDrive davanti alle portiere anteriori. Oltre alle 26 combinazioni di colori, i clienti possono personalizzare l’estetica optando anche per i gruppi ottici a LED e i cerchi da 18” (al posto di quelli da 16” di serie).

  • Potenza 141 CV
  • Coppia 265 Nm
  • Capacità batteria 1.56 kWh
  • Velocità massima 160 km/h
  • Peso 1.450 kg

Dal vivo: com’è dentro

Anche gli interni non presentano grandi novità: sotto il naso del guidatore il contagiri è stato sostituito con indicatore di potenza utilizzata. Charge, in fase di frenata rigenerativa; ECO, quando si viaggia in modalità EV o il motore elettrico supporta quello endotermico; e Power, durante le accelerazioni più importanti. Inoltre, come optional, è disponibile lo schermo touch da 10,25” per la gestione dell’infotainment, che sostituisce quello da 7” montato come standard. Per arricchire il pacchetto di personalizzazioni, Hyundai permette di dar colore all’abitacolo della Kona Hybrid scegliendo tra 3 tinte (Orange, Lime e Red) per la cornice delle bocchette dell’aria, le cuciture a contrasto e le cinture di sicurezza.

Come va

Come vi abbiamo anticipato, si tratta di un ibrido tradizionale. I tecnici della Casa coreana sono riusciti a coniugare al meglio le due propulsioni. In fase di partenza bisogna essere veramente delicati sull’acceleratore per rimanere in modalità elettrica, ma l’intervento del motore endotermico è praticamente impercettibile. Non si sentono strappi o spinte sul sedile, solamente un leggero suono all’interno dell’abitacolo fa capire che si sta viaggiando anche a benzina. Inoltre, per uscire dalla fascia ECO, bisogna veramente esagerare: infatti, anche ad andature intorno ai 90/100 km/h l’auto gestisce la potenza e la ripartisce tra le due motorizzazioni disponibili. La nuova Hyundai Kona Hybrid sfrutta anche un intelligente sistema di gestione dell’energia per risparmiare carburante. Si chiama ECO-Driving Assist System (disponibile solo con lo schermo da 10,25”) ed è in grado di analizzare il percorso impostato all’interno del navigatore. Prevede se c’è traffico e consiglia al guidatore se iniziare la frenata o mantenersi costante sul gas; oppure, se in prossimità di una pendenza, il sistema gestisce la carica della batteria per sfruttare il motore elettrico nel momento di maggior sforzo. I consumi letti sul computer si sono mantenuti intorno ai 5/5,2 litri/100km: circa 20 km/litro. Un valore medio, ma da prendere con le pinze, in quanto la vettura è stata guidata anche da altri colleghi.

A bordo della nuova Hyundai Kona Hybrid
A bordo della nuova Hyundai Kona Hybrid

Il comfort a bordo è confermato: ci si sente sicuri, ben inseriti nell’abitacolo e a bordo di una vettura solida. Anche il cambio a 6 rapporti fa il suo dovere con innesti fluidi e rapidi, degni di un buon doppia frizione. Poi ci sono anche gli assistenti alla guida: alla Frenata Automatica di Emergenza con Riconoscimento Pedoni e Ciclisti possono essere aggiunti lo Smart Cruise Control (SCC) con Stop & Go, il Rilevatore dell’Angolo Cieco, l’Avviso di Possibili Urti Posteriori, il Rilevamento della Stanchezza del Conducente e la Gestione Automatica dei Fari Abbaglianti.

Conclusioni

La nuova Hyundai Kona Hybrid si è dimostrata la perfetta vettura per completare la gamma del SUV compatto coreano. La scelta perfetta per chi non vuole spingersi fino all’elettrico, ma vuole andare oltre l’endotermico. Il nuovo modello vi aspetta già nelle concessionarie con un prezzo di lancio di 23.550 euro; successivamente i listini partiranno da 26.300 euro.

Pregi e difetti

  • Rapporto tra motore endotermico ed elettrico
  • Stile simile alla versione base

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Hyundai Kona
Modelli top Hyundai
Maggiori info
Hyundai