Lynk & Co 01, PRO e CONTRO | La pagella e i numeri della prova strumentale [Video]

Pubblicità
Matteo Valenti
  • di Matteo Valenti
Come va la Lynk & Co 01? C’è solo un modo per scoprirlo: provarla - davvero. Perché raccontare un mezzo è semplice. Ma giudicarlo, in maniera oggettiva, è tutto un altro discorso. Per questo, noi, useremo prove - Strumenti - Una pista. E… un ingegnere. E alla fine vi racconteremo, nero su bianco, i pro e i contro. Perché oggi, alla Lynk & Co 01, daremo pure i voti, col mitico “pagellone" di Automoto.it
  • Matteo Valenti
  • di Matteo Valenti
6 settembre 2022

Come va la Lynk & Co 01, la prima auto che non si compra ma si noleggia con un canone mensile "tutto compreso" in stile Netflix?? E soprattutto: nella versione ibrida plug-in è una valida alternativa alle sue rivali più agguerrite, a partire da Volkswagen Tiguan e Kia Sportage? Per scoprirlo useremo prove, strumenti, una pista e un ingegnere, con un unico obiettivo. Raccontarvi i pro e i contro, perché i pro, quelli, ve li dicono tutti, ma noi, qui, vi diciamo anche i contro scritti belli chiari, nero su bianco. Alla Lynk & Co 01, infatti, daremo anche i voti, col mitico “pagellone di Automoto.it” che, come sempre, trovate alla fine del video.

I Pro e Contro di Automoto.it sono powered by: 

 - FIAMM, scopri tutti i prodotti e i servizi 

- GEOTAB, scopri come funziona sul sito

- BE CHARGE, tutte le info su ricariche e abbonamenti

 

Pro e Contro

 

Pro

  • Formula di noleggio: il canone non è basso, ma premiamo l’originalità della proposta. E la libertà che garantisce: abbonarsi o abbandonare il contratto è facilissimo

  • Qualità: la parentela stretta con la XC40 le ha giovato. Materiali, comandi e finiture sono più curati rispetto a molte concorrenti

 

Contro

  • Baule: i litri realmente sfruttabili non sono molti, considerando le dimensioni

  • Sistema multimediale: non è il massimo in termini di reattività e l’interfaccia è piuttosto contorta. Comandi vocali da rivedere

 

Scheda tecnica

 

Lynk & Co 01 PHEV

Alimentazione: benzina

Elettrificazione: ibrido plug-in

Motore termico: tre cilindri turbo

Cilindrata: 1.477 cc

Motore termico: 180 CV

Motore elettrico 1: 82 CV

Potenza complessiva sistema: 261 CV 

Cambio: doppia frizione 7 rapporti

Lunghezza: 4,54

Larghezza: 1,86

Altezza: 1,65

Passo: 2,73

Peso: 1.954 kg

Serbatoio: 42 litri

Prodotta a Luqiuao, Cina

 

Le pagelle

 

Pagellone

Voto 0-10

 

Consumo

5

 

Accelerazione

7

 

Ripresa

8

 

Frenata

7,5

 

Dinamica di guida

6,5

 

Sterzo

6,5

 

Cambio e Sistema ibrido

6,5

 

Comodità (sosp+insonoriz.)

7,5

 

Visibilità/agilità/Park

6,5

 

Spazio

7

 

Bagagliaio

5

 

Qualità

7,5

 

Tecnologia

5

 

Assistenza alla guida

8

 

Costo/noleggio

5

 

 

VOTO: 65/100


 

Consumo 5

Con una singola ricarica si riescono a fare tranquillamente più di 60 km in elettrico puro su un percorso misto. Che possono diventare anche più di 70 se si rimane solo in città. Quando si finisce l’autonomia elettrica e si inizia a viaggiare in ibrido, chiamando in causa quindi il tre cilindri e benzina, invece, si fanno in media poco più di 13 km con un litro. La richiesta di carburante diventa superiore in autostrada, alle alte velocità costanti. Come sempre, quindi, consigliamo le ibride ricaricabili solo a chi avrà modo di ricaricare il più possibile, almeno una volta al giorno. E non ai grandi chilometristi, che ogni giorno macinano centinaia di km in autostrada.

Accelerazione 7

La 01 mantiene le promesse: in 7,9 passa da 0 a 100 km/h, un valore identica al dichiarato. Un risultato decisamente buono per un suv di queste dimensioni, anche se una rivale diretta come la Sportage, con una potenza pressoché analoga, riesce a essere ancora più incisiva anche grazie alla trazione AWD che, invece, non ha la Lynk & Co

Ripresa 8

Alla 01 bastano poco più di 5 secondi per passare da 80 a 120 km/h, numeri da sportiva più che da suv da famiglia. Attenzione sempre al binomio Across/Rav4 Phev, che è riuscito a essere ancora più fenomenale in questa prova

Frenata 7,5

In media le bastano meno di 40 m - valore che rappresenta la soglia ideale - per un completo arresto da 100 km/. I risultati si sono mantenuti piuttosto stabili durante i diversi tentativi dell’ingegnere, che non sono riusciti a mettere in crisi questo impianto

Dinamica di guida 6,5

Un’architettura sviluppata a quattro mani da Volvo e Geely che privilegia sicuramente il comfort alla sportività. In generale il peso elevato si fa sentire nei cambi di direzione ad alta velocità, per via di movimenti di cassa evidenti, anche se mai eccessivi

Sterzo 6,5

Il comando è pensato per la guida urbana e i lunghi trasferimenti autostradali. Il carico, piuttosto leggero, risulta quindi corretto, ma non è particolarmente comunicativo e preciso. Nella modalità di guida sportiva, invece, il carico cresce eccessivamente senza essere accompagnato da un giusta dose di precisione e reattività

Cambio e Sistema ibrido 6,5

Il doppia frizione è dolce e restituisce passaggi di marcia fluidi. Nella modalità di guida sportiva, però, non è mai velocissimo e non risulta particolarmente incisivo. Il passaggio dalla marcia elettrica a quella termica è molto naturale e privo di sgradevoli ripercussioni per i passeggeri. L’intervento del motore a benzina, però, avviene quasi subito a batteria scarica

Comodità 7,5

I geni in comune con la Volvo XC40 si fanno sentire in questo frangente. Perché l’insonorizzazione risulta molto curata e anche la capacità di smorzamento del comparto sospensivo è efficace

Visibilità/agilità/Park 6,5

Le dimensioni iniziano a essere importanti, soprattutto per chi vive in grandi città e si dovrà districare spesso nel traffico. La visibilità non è eccezionale, per fortuna viene in soccorso la retrocamera

Spazio 7

A bordo si viaggia comodi in quattro, mentre un eventuale quinto passeggero risulta un po’ sacrificato. I cm a disposizione sono buoni in tutte le direzioni anche se non mancano concorrenti ancora più spaziose

Bagagliaio 5

È il vero difetto di questa Lynk & Co che, nonostante abbia ingombri non trascurabili, riesce a offrire un vano un po’ sottotono. L’ingegnere è riuscito a caricare 4 valigie più un borsone e uno zaino. Un carico nella norma, ma di certo non strepitoso, come accade invece nel caso di Tucson o Tiguan che arrivano a sfiorare i 500 litri

Qualità 7,5

Anche in questo caso la parentela stretta con l’universo Volvo ha fatto bene alla 01. Perché i materiali sono tutti di buona qualità, in generale migliori rispetto a molte concorrenti. Curati gli assemblaggi, soprattutto interni

Tecnologia 5

Il sistema multimediale risulta piuttosto contorto e non è rapidissimo. I comandi vocali, poi, sono totalmente da rivedere. Al passo coi tempi la strumentazione, anche se la risoluzione non è elevatissima

Assistenza alla guida 8

Sulla 01 si trova la suite di tecnologie di una XC40. Una guida assistita di livello II, quindi, che funziona bene. Migliorabile solo il mantenimento di traiettoria che, ogni tanto, costringe a “remare” un po’ troppo

Costo/noleggio 5

Volendo la si può anche comprare, ma la vera opportunità della 01 è nel noleggio. Non tanto per il canone, che non è bassissimo (550 euro/mese), quanto piuttosto per la facilità di accesso al contratto. Non è previsto alcun anticipo e per disdire basta un mese di preavviso

 

Ultime da Prove

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...
Lynk&co 01
Tutto su

Lynk&co 01

Lynk&co

Lynk&co

  • Prezzo da 35.000
    a 40.700 €
  • Numero posti 5
  • Lunghezza 454 cm
  • Larghezza 186 cm
  • Altezza 169 cm
  • Bagagliaio da 466
    a 1.213 dm3
  • Peso da 1.814
    a 1.954 Kg
  • Segmento Suv e Fuoristrada
Lynk&co

Lynk&co