Test

Opel Karl GPL Tech: doppia alimentazione, vantaggi moltiplicati

-

Ecco la versione virtuosa per la city car tedesca, sempre più polivalente e funzionale: diminuiscono emissioni e consumi, cresce l’autonomia. Prezzo di lancio fino a giugno di 10.900 euro.

Opel Karl GPL Tech: doppia alimentazione, vantaggi moltiplicati

Ad Opel l’opzione GPL piace tanto: con l’arrivo della versione bifuel di Karl, la propone praticamente su tutta la gamma, dalle city car appunto all’ammiraglia Insigna. Un’adesione convinta, al punto che da Russelsheim si spingono addirittura a suggerire di cambiare l’acronimo GPL dall’originario e tecnico Gas di Petrolio Liquefatto, nel più confidenziale Good Pretty Life. Comunque la pensiate sull'invasione dei termini inglesi, rende bene l'idea.

Chi la riconosce è bravo!

Neppure i campioni di “Aguzzate la vista” della Settimana Enigmistica potrebbero distinguere la Karl GPL Tech dalla normale versione a benzina: assolutamente identiche, senza targhette sulla carrozzeria o loghetto ad indicare la doppia alimentazione. Una scelta minimalista che nasconde la mission per cui nasce questo modello: risparmiare ed insieme contribuire a proteggere l'ambiente. Dai dati dichiarati si apprende che Karl GPL Tech, accreditata di 54 kW/73 CV, registra emissioni di CO2 nel ciclo misto di soli 93 g/km, a fronte di un consumo di di 5,7 litri per 100 km, mentre l’autonomia, grazie al doppio serbatoio, supera i 1.000 km, calcolati sul ciclo misto.

Capace in un anno di raccogliere 9.000 ordini (con un 60% di utenza femminile), Karl è disponibile nella sola versione mossa dal tre cilindri da 1.000 cc, ovviamente a benzina: una cinque porte tutta sostanza e concretezza, ideale per quanti cercano praticità e funzionalità, ma dotata anche di soluzioni e presenze tecniche in grado di fare la differenza.

Dalle dimensioni piuttosto canoniche per il segmento A (lunga 3,68 m, larga 1,69, alta 1,47), Karl presenta grandi gruppi ottici anteriori, con la tipica calandra trapezoidale, come i più recenti modelli Opel, e due vistose nervature laterali che introducono un elemento di agilità.
L’abitacolo riserva belle sorprese: lo sforzo di ricavare un ambiente il più spazioso possibile su ingombri esterni ultra-compatta è davvero riuscito. Non solo lo spazio per chi guida è adatto anche alle taglie più grandi, ma lo stesso accade dietro, dove il divano è ospitale per due, mentre il terzo passeggero (possibile, visto l’omologazione per cinque posti) impone qualche sacrificio ma non certo manovre da contorsionisti.
Piuttosto, ed ovviamente visto che i miracoli non li fa nessuno, qualcosa si perde per il bagagliaio, la cui capacità di 215 litri è inferiore a quella di dirette concorrenti; la situazione migliora abbattendo i sedili (con frazionamento 40:60), arrivando ad un valore massimo di 958 litri.

Dotazioni di bordo di livello superiore

Per quanto riguarda connettività ed infotainment, Karl non soffre di complessi d’inferiorità: si può contare su un display touch integrato da 7 pollici che permette di interfacciarsi con l'impianto multimediale IntelliLink ancora più raffinato, che grazie alle tecnologie Apple Car Play ed Android Auto si integra con lo smartphone, garantendo ad esempio di utilizzare le mappe di un comune iPhone gestite attraverso il display centrale, che consente di gestire anche i messaggi, rubrica e streaming audio, con la stessa. Inoltre, Karl consente una connessione wi-fi per i passeggeri ed i preziosi servizi Opel OnStar, che mettono a disposizione un operatore pronto a rispondere alle emergenze di chi guida, per guasti o chiamare i soccorsi in caso di incidente.

Lo schermo centrale sulla consolle
Lo schermo centrale sulla consolle

Nella la lista degli equipaggiamenti, compaiono anche il cruise control, volante e sedili riscaldati, lane departure warning e sensori di parcheggio posteriori… Avete ancora il coraggio di chiamarla city car?

Alimentazione GPL perfettamente integrata

Il miglior complimento che si può fare ad un motore GPL è che… non si nota la differenza!
Grazie al lavoro certosino dei progettisti su molti elementi del propulsore a benzina (tra gli altri, si è intervenuti sul rapporto di compressione, portato a 10,5, sulla doppia fasatura a camme indipendenti, sul collettore di aspirazione ad alta pressione, utilizzando modelli 3-D per ottimizzare il flusso, preparazione della miscela e combustione), su strada non si avverte il passaggio dall’alimentazione a benzina al GPL.

Ad iniziare dalla silenziosità di funzionamento, cui senz’altro contribuisce la buona insonorizzazione interna, cui si somma una gradita linearità dell’erogazione, senza che compaiano ruvidità. Un comportamento ideale per l’uso urbano cui contribuiscono certo il cambio, dagli innesti precisi, e la frizione, leggera e regolare: ne deriva una guida fluida, rilassante e senza particolari difficoltà. Sarà anche per questo che a scegliere Karl sono in maggioranza le donne?

Karl è scelta in maggioranza dal pubblico femminile
Karl è scelta in maggioranza dal pubblico femminile

Qualche limite emerge sui tratti più veloci: pur arrivando senza affanno ai limiti di velocità previsti dal Codice, nondimeno non è un fulmine in fase di rilancio, obbligando a valutare con attenzione le fasi di sorpasso per evitare di trovarsi ad essere da tappo ad altri veicoli più veloci. Circostanza questa che verrebbe fatalmente amplificata nel caso d’uso della vettura a pieno carico, con quattro se non cinque passeggeri a bordo, bagagli compresi.
Molto più gradevole è in città: davvero agile, dallo sterzo diretto e molto morbido, Karl ha sospensioni che lavorano bene, aumentando il comfort interno a dispetto di digerendo buche, dossi e tombini, mentre il comparto frenante, pur non chiamato ad interventi d’urgenza, ci è parso sempre ben presente e all’altezza del compito da svolgere.

Pregi e difetti

  • Efficacia alimentazione GPL su motore piccola cilindrata - Livello tecnologico superiore (Apple Car Play, OnStar, wi-fi, sistemi di sicurezza)
  • Plastiche interne troppo dure - Volante non regolabile in profondità - Bagagliaio piccolo per cinque persone

 

  • MM2, Monte San Pietro (BO)

    Un plauso ad Opel per continuare a credere nel gpl su una gamma ampia di modelli.
    Alcune note:
    - 5.7 l/100km (ciclo misto?) mi sembrano un po' ottimistici a gpl.
    - nulla è detto nell'articolo sulla sede valvole. Sono modificate per l'uso a gpl?
    - un po' cara senza incentivi.
    - la garanzia di quanti anni è? Copre anche l'impianto gpl?
Inserisci il tuo commento
Altri su Opel Karl
  • Affare del Momento: Opel Karl Rocks Automoto.it per Opel Italia 6 set 2019

    Affare del Momento: Opel Karl Rocks

    News | Con l’Affare del Momento, Automoto.it vi segnala le migliori opportunità presenti sul mercato. Oggi è il turno delle offerte targate Opel, che mette a disposizione della sua clientela una serie di soluzioni particolarmente vantaggiose per l’acquisto della sua Karl, in allestimento Rocks
  • Opel al Salone di Parigi 2016 [Video] salone di parigi 2016 30 set 2016

    Opel al Salone di Parigi 2016 [Video]

    Saloni | Novità di sostanza per Opel, che al Mondial de l'Automobile di Parigi porta la Karl Rocks e l'Ampera-e, veicolo totalmente elettrico
  • Opel Karl Rocks: crossover in salsa cittadina Salone di Parigi 2016 12 set 2016

    Opel Karl Rocks: crossover in salsa cittadina

    Saloni | La piccola citycar si rialza di 18 mm e si dà arie da crossover, grazie ad accorgimenti estetici che la fanno sembrare più "fuoristrada"
Modelli top Opel
Maggiori info
Opel
  • General Motors Italia S.r.l. Piazzale dell'Industria, 40

    06-54652000   http://www.opel.it