Prova su strada

Peugeot 308

Cambia tutto, tranne il nome
-

La media francese si presenta tutta nuova, grazie al pianale EMP2 e ai nuovi motori. Più corta, ma più abitabile ha interni minimalisti e un ottimo comportamento stradale. Prezzi da 16.900 euro

Peugeot 308

Sochaux (Francia) – Il 2014 sarà ricordato dagli appassionati della Peugeot per il lancio della nuova 308, che porta a otto la serie della famiglia 300. Una famiglia nata negli anni 30 e foriera di un grande successo sia in Europa che, negli ultimi anni, in Cina. Pensate che ne sono stati costruiti 12.500.000 esemplari. La nuova Peugeot 308 rompe col passato anche nel nome, che resta quello del modello precedente e non segue quindi la tradizione del cambio dell'ultima cifra in occasione del lancio della nuova auto. La vettura francese del segmento C è figlia di un progetto inedito.

 

Design essenziale ma elegante
Il design è tanto essenziale quanto elegante, bada al sodo e in questo richiama la filosofia della rivale storica, la Golf; la linea è fatta per piacere e non stancare negli anni grazie a uno stile pulito e molto concreto. D’altra parte la Peugeot 308 è l'auto comprata in prevalenza da coppie senza figli e da coppie di ritorno, che hanno cioè i figli già grandi. Per quanto riguarda i prezzi, si partirà dai 16.900 euro della Peugeot 308 Active 1.2 3 cilindri a benzina da 82 cavalli per arrivare ai 24.100 euro della Allure 1.6 e HDi da 115 cavalli.

 

Quattro allestimenti
Il primo livello Access offre ABS, ESP, REF (ripartitore elettronico di frenata), AFU (aiuto alla frenata d'emergenza); fari diurni a led; airbag anteriori, laterali a tendina; indicatore di perdita di pressione degli pneumatici; cassetto portaoggetti refrigerato; climatizzatore manuale; regolatore e limitatore di velocità; retrovisori esterni regolabili e riscaldabili elettricamente; volante regolabile in altezza e profondità; sedili guida regolabile; computer di bordo con schermo Led a contrasto bianco.

Il secondo livello Active prevede altri equipaggiamenti oltre a quelli proposti da Access, tra cui alzacristalli posteriori elettrici; climatizzatore automatico bi-zona; Hill Assist (facilità le partenze in salita); regolatore e limitatore di velocità programmabile; rivelatore d'ostacoli posteriore; regolatore lombare sul sedile del conducente; sedile del passeggero regolabile in altezza; touchscreen da 9,7”; cerchi in lega da 16”.

Il livello successivo Business aggiunge appoggia-gomiti centrale posteriore con passaggio sci; retrovisori esterni ripiegabili elettricamente; touchscreen da 9,7” con navigazione assistita e Peugeot Connect.

L'allestimento superiore Allure integra il livello Active con rivelatore di ostacoli anteriore; freno di stazionamento elettrico; regolazione lombare per il sedile del passeggero; sedili anteriori sportivi (rinforzi laterali e seduta allungabile); proiettori full led con DRL integrati; fendinebbia; cerchi in lega da 17”.

nuova peugeot 308 (44)
La nuova Peugeot 308 rompe gli schemi con il passato. Rispetto al modello uscente è infatti più corta e più bassa, ma dotata di un passo maggiorato

Promozioni al lancio e noleggio per i privati

Al lancio dell’auto sono previste anche alcune promozioni: sulla Active saranno disponibili i cerchi da 17", mentre sulla Allure i clienti potranno scegliere in alternativa i cerchi da 18" o gli interni in Alcantara e il Driver Assistance Pack. Peugeot 308 offre la garanzia estesa a 4 anni e il programma di noleggio a lungo termine dedicato ai privati, denominato Peugeot & GO. È una formula che comprende l’utilizzo dell’auto, l’assicurazione, la tassa di possesso e la manutenzione ordinaria e straordinaria a fronte di un canone fisso per tutto il periodo dell’operazione. Per esempio si può entrare in possesso della Peugeot 308 Access 1.2 con 349 euro al mese.

I motori per l’Italia

Per quanto riguarda le motorizzazioni in Italia, 308 sarà commercializzata nella versione berlina 5 porte con tre motorizzazioni benzina (tre cilindri 1.2 VTI 82 cv; 1.6 THP 125 cv; 1.6 THP 155 cv) e due turbodiesel: 1.6 e-HDi 115 cv e 1.6 HDi 92 cv. Nel 2014 arriveranno i mortori BlueHDi Euro 6 diesel con valori record nel segmento (82 g/km di CO2, pari a 3,1 l/100 km), e l'innovativo 1.2 benzina tre cilindri turbo con potenza massima di 130 cv; in seguito saranno disponibili anche i cambi automatici a sei rapporti di nuova generazione (con convertitore di coppia).

 

Peugeot 308 sarà la prima vettura della gamma a montare le versioni sovralimentate del motore 3 cilindri benzina, con due livelli di potenza (l’1.2 e-THP  da 110 cavalli e l’1.2 e-THP da 130), entrambi Euro6.

nuova peugeot 308 confronta modello
Confronta la nuova Peugeot 308 porte con la versione precedente e con le dirette competitors con il nostro esclusivo confronta modello

Interni: tutto con un tocco

L'interno è rivoluzionario, dalla plancia spariscono infatti le decine di tasti a cui ci eravamo assuefatti e compare lo schermo touch screen i-Cockpit da 9,7” che permette di governare le principali funzioni dell'auto.


L’i-Cockpit è disponibile a partire dal secondo allestimento e consente di realizzare un interno minimalista. Soprattutto semplifica la gestione dei vari sistemi di bordo, dalla radio al navigatore.
Come sulla 208 ritroviamo il volante piccolo e la strumentazione alta. Integrato nell'i-Cockpit è possibile richiedere il programma Peugeot Connect Apps, che scarica una serie di applicazioni grazie alla connessione a Internet; è così possibile conoscere e raggiungere il parcheggio o il ristorante più vicini, o il distributore di benzina più conveniente.


A partire dal secondo livello di allestimento il piccolo volante è in pelle, con inserti neri laccati e in cromo satinato. Il quadro della strumentazione presenta elementi circolari rivolti verso il pilota e in posizione alta. È molto particolare la rotazione simmetrica delle lancette della strumentazione, la lancetta del contagiri infatti ruota in senso antiorario. La Casa francese sostiene che così si migliori la visibilità della strumentazione, ma sulle prime si fatica a seguire la lancetta e si resta piuttosto disorientati.


Le finiture complessive dell’abitacolo ci sono parse molto valide. Sono infatti robusti e belli i rivestimenti dei sedili; la medesima cura è rivolta alla qualità delle plastiche della plancia, esenti da critiche. Sono di livello superiore anche i dettagli del tunnel centrale, come il pomello del cambio e i profili entrambi con effetto alluminio satinato. Solidi anche i pannelli porta, che ospitano ampi vani portaoggetti.

Il pianale EMP2 si pone ai vertici del segmento C in termini di tenuta di strada e piacere di guida. Anche senza adottare i cerchi da 18”, la Peugeot 308 manifesta infatti un moderato rollio e una notevole precisione nel mantenere la traiettoria impostata, come nel seguire i cambi di direzione

Nuovo pianale EMP2: il più leggero della categoria

Il nuovo pianale EMP2, che servirà molte Peugeot in futuro, è molto leggero, pesa 140 kg meno che in passato. Questo fa della 308 l'auto più leggera del segmento C. La 308 è inoltre più corta (425 cm, 2 in meno), più bassa (145 cm, 5 in meno), ma con un passo cresciuto (262 cm) per dare più spazio ai passeggeri. Ha un bagagliaio molto ampio e con una comoda soglia di accesso (470 litri di capienza che possono diventare 1309 a schienali abbattuti). 

 

L’aerodinamica denota uno studio molto curato, che porta il CX all’ottimo valore di 0,28. La nuova piattaforma impiega sospensioni Mc Pherson anteriori e a traversa deformabile posteriori.

Sistemi di sicurezza

La nuova Peugeot 308 adotta diversi sistemi di assistenza alla guida, volti a incrementare la sicurezza. Il Driver Assistance Pack (optional) integra tre dispositivi che sfruttano un radar montato nella parte anteriore della vettura. C’è il regolatore di velocità attivo, l’allarme che segnala il rischio collisione e infine la frenata automatica di emergenza, che si attiva per evitare l’impatto o per ridurne le conseguenze.

nuova peugeot 308 (55)
L'interno della nuova Peugeot 308 è ora caratterizzato da una maggior abitabilità ed il piccolo volante sportivo a tre razze è piacevole da usare ed in grado di fornire una risposta pronta e diretta dello sterzo

La nostra prova

Peugeot 308 si presenta sin da subito più compatta e più bassa rispetto a prima. In una parola, più sportiva. Grazie al cielo non ne risente l’abitabilità, che anzi è superiore in virtù del passo aumentato. Ora le ruote sono poste ai quattro estremi della vettura, che guadagna così anche un’immagine solida, ben piantata a terra.


Come vi abbiamo anticipato, gli interni sono una delle novità più interessanti della Peugeot 308: rappresentano qualcosa di realmente innovativo nel mondo auto, e ci riportano indietro negli anni, a quando la gestione dei comandi era a portata di bambino.


Il touch-screen è comodo e intuitivo; nel passaggio da una finestra all’altra (esempio dalla radio alla climatizzazione) non bisogna passare dal menù principale, ma basta selezionare la funzione che serve. Al massimo si lamenta solo un lieve ritardo (circa un secondo) con cui il sistema risponde, ma ci si abitua presto.

 

Su strada: lo sterzo è pronto e diretto
I sedili sono ben fatti, hanno un’imbottitura abbondante e confortevole. Anche il piccolo volante è un piacere per il tatto e restituisce una risposta pronta e diretta dello sterzo. Migliorabile è invece la posizione della leva del cambio, che costringe a un’escursione ampia del braccio all’indietro quando si selezionano le marce pari (seconda, quarta e sesta). Manovrabilità e precisione sono comunque ottime.

L’abitabilità è valida anche per i posti dietro, dove lo spazio offerto rientra nei parametri delle vetture del segmento C. A entusiasmare è invece la capienza del bagagliaio (470 litri!), che ha anche una forma molto regolare e facilmente sfruttabile.

nuova peugeot 308 (28)
La nuova Peugeot 308 adotta numerosi contenuti dedicati all'assistenza alla guida, tra cui il regolatore di velocità attivo, l’allarme che segnala il rischio collisione e la frenata automatica di emergenza, che si attiva per evitare l’impatto o per ridurne le conseguenze

 

Il pianale EMP2 si pone ai vertici del segmento C in termini di tenuta di strada e piacere di guida. Anche senza adottare i cerchi da 18”, la Peugeot 308 manifesta infatti un moderato rollio e una notevole precisione nel mantenere la traiettoria impostata, come nel seguire i cambi di direzione. È convincente anche la risposta delle sospensioni in presenza di buche o di dossi di rallentamento; la Peugeot 308 ha infatti il grande pregio di filtrare le sconnessioni, isolando i passeggeri dagli urti e dalle imperfezioni della strada.

Sotto questa voce crediamo che poche altre vetture di questa fascia possano tenerle testa.

Nel corso del nostro test abbiamo provato la motorizzazione 1.6 e-HDi 115 cv che associa prestazioni di rilievo (196 km/h, 0-100 in 10,2 secondi) a consumi molto bassi (nel ciclo combinato sono dichiarati solo 3,7 litri di gasolio per 100 chilometri). Il motore è molto silenzioso e ha un’erogazione assai ampia: è regolare già a 1.500 giri e spinge con forza oltre la zona rossa, a quasi 5.000 giri, senza ruvidità.


Abbiamo percorso alcuni chilometri anche con la versione BlueHDi Euro 6, 2.0 da 150 cavalli (arriverà nel 2014). In questo caso le prestazioni divengono esuberanti, ma si nota anche maggiormente l’azione del turbo che rende la marcia meno fluida ai bassi regimi. 

 

Tanta coppia, prestazioni brillanti e basse emissioni sono i must anche delle due versioni a benzina, 1.6 THP 125 cv e 1.6 THP 155 cv. Quest’ultima è in grado di accontentare anche gli automobilisti più sportivi, raggiunge infatti i 210 km/h e scatta come una lepre da 0 a 100 in 8 secondi. Viste le prestazioni, i consumi restano apprezzabili, con circa 5,6 litri consumati in 100 chilometri nel misto (salgono a 7,7 in città). Del motore 4 cilindri turbo si apprezza molto la spinta piena anche ai bassi – non si nota alcun turbo lag – mentre è inutile insistere con l’allungo, che cala passati i 5.000 giri. 

 

Le prestazioni della 1.6 THP 125 cv sono di poco inferiori (202 km/h, 0-100 in 8,9 secondi), mentre è pressoché invariata la piacevolezza di guida. Merito della risposta pronta ai bassi regimi, che si sposa con consumi del tutto analoghi a quelli della sorellona da 155 cavalli.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 308
Modelli top Peugeot
Maggiori info
Peugeot