Formula E, ePrix Seoul 2022: vince Mortara. Vandoorne campione del mondo

Formula E, ePrix Seoul 2022: vince Mortara. Vandoorne campione del mondo
Pubblicità
  • di Massimiliano Amato
Edoardo Mortara vince l'EPrix di Seoul 2022 di Formula E, davanti a Stoffel Vandoorne che si laurea campione del mondo. Completa il podio Jake Dennis, Mitch Evans è settimo
  • di Massimiliano Amato
14 agosto 2022

La stagione 2022 di Formula E si conclude con una vittoria di Edoardo Mortara. E' stato lo svizzero ad aggiudicarsi l'Eprix di Seoul conquistando la sesta vittoria della carriera nella categoria 100% elettrica, la quarta stagionale. Alle sue spalle Stoffel Vandoorne, che transitando sotto la bandiera a scacchi secondo si è laureato campione del mondo, e fa dire addio alla Mercedes alla Formula E con il secondo titolo piloti consecutivo. Sul gradino più basso del podio Jake Dennis che ha ceduto la seconda posizione a Vandoorne a causa di una penalità di cinque secondi per un contatto con Da Costa, non è riuscita la rimonta a Mitch Evans che ha recuperato sei posizioni rispetto alle qualifiche tagliando il traguardo settimo. 

Ottima partenza di Da Costa che prende la testa della corsa davanti a Mortara, Dennis e Vandoorne, mentre Evans per un incidente a centro gruppo riesce a guadagnare soltanto una posizione ed è dodicesimo. Mortara rompe gli indugi nel secondo giro superando di forza Da Costa, che viene passato anche da Dennis, Evans scampato il pericolo inizia la sua rimonta ed entra in zona punti. Mortara scappa martellando su un passo che nemmeno Dennis riesce a tenere, con Da Costa che perde contatto e viene messo sotto pressione da Vandoorne, invece a trentatré minuti dal termine si chiude il campionato da dimenticare per De Vries che tocca Wehrlein, costringendo entrambi al ritiro. A metà gara termina la fuga di Mortara, a causa del ritiro di Guenther che fa entrare in pista la safety car. 

Mortara quando la safety car torna ai box e la gara riparte, utilizza subito l'attack mode per allungare di nuovo, alle sue spalle Da Costa prova ad attaccare Dennis che gli chiude la porta e lo fa finire a muro, permettendo a Vandoorne di prendersi la terza posizione.  La tattica di Mortara si rivela giusta, riportando sopra i due secondi il vantaggio su Dennis e Vandoorne, a cui dai box viene chiesto di non prendere rischi e provare il sorpasso, visto che il pilota della Andretti è sotto investigazione per il contatto con Da Costa e poi verrà penalizzato di cinque secondi, e Evans non molla ed è settimo. 

Le posizioni non cambiano negli ultimi minuti, e Mortara festeggia sotto la bandiera a scacchi il ritorno alla vittoria nella 100° gara della Formula E, mentre Vandoorne si laurea campione del mondo. Accanto a loro sul podio sale Dennis, davanti a Robert Frinjs, Oliver Askew che coglie il miglior risultato stagionale, e Jean Eric Vergne. Evans taglia il traguardo settimo, e completa la zona punti insieme a Nick Cassidy, Sebastian Buemi e Antonio Felix Da Costa autore di una bella rimonta nel finale.  Il portoghese ha messo fuori dalla top ten Lucas Di Grassi undicesimo, seguito da Alexander Sims, Sette Camara, Normann Nato, Oliver Turvey e Sacha Fenestraz.

Vandoorne vince il mondiale piloti con 213 punti, seguito da Evans 180 e Mortara 169. La Mercedes lascia la Formula E laureandosi campione del mondo anche nei costruttori con 319 punti, seguita da Venturi 295 e Ds 266. 

Argomenti

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...