novità

Ferrari 488 GT Modificata, per la pista ma senza limiti

-

Più di 700 CV, aerodinamica e freni liberi da restrizioni regolamentari. Ecco l'arma firmata Ferrari per gli amatori della velocità che ricercano il massimo, da condividere anche con un passeggero

Nella gran parte delle competizioni automobilistiche per vetture Gran Turismo i motori non si possono spremere al massimo, in quanto le federazioni nazionali ed internazionali adottano normalmente quello che viene definito il “Balance of Performance” ovvero una serie di restrizioni per livellare le prestazioni tra modelli di diversi costruttori. Limiti che investono anche altre componenti, come i freni o l'aerodinamica per fare qualche esempio.

Ferrari ha dunque realizzato per i suoi clienti una vettura senza limiti fatta apposta per i “track days” e gli eventi in circuito monomarca. E' una Ferrari 488 libera di scatenarsi, insomma, che è stata battezzata Ferrari 488 GT Modificata.

La 488 GT Modificata viene definita dalla Casa di Maranello una sintesi tra la 488 GTE che disputa il Mondiale Endurance e la 488 GT3.

La potenza del propulsore V8 da 3.9 litri sale in questo caso da 550 a oltre 700 CV. Il cambio, disponibile con diversi rapporti di trasmissione per adattare la vettura al circuito da affrontare e la frizione in fibra di carbonio contribuiscono a gestire la maggiore potenza e la coppia erogate dal motore.

L'aerodinamica è stata inoltre esasperata e testata sul Nurburgring, con l'obbiettivo di generare un carico maggiore all’anteriore senza aumentare la resistenza complessiva all'avanzamento, per una migliore efficienza e sensibilità alle variazioni di incidenza dell’ala posteriore.

La carrozzeria, a eccezione del tetto e dei montanti in alluminio, è interamente in fibra di carbonio come nella 488 GTE e contribuisce a generare un carico aerodinamico superiore a 1.000 kg a 230 km/h.

Anche le sospensioni provengono dalla 488 GTE, mentre i freni sviluppati in collaborazione con Brembo abbinano le pinze della 488 del WEC con l'ABS della 488 GT3 Evo 2020 con tarature specifiche.

La dotazione di serie della 488 GT Modificata comprende un sistema di acquisizione V-Box che viene affiancato da quello Bosch per i dati telemetrici che permette lo scarico dei dati direttamente su una chiavetta USB. Standard anche la retrocamera ad alta risoluzione, il secondo sedile e il sistema TPMS per la misurazione di temperatura e pressione degli pneumatici.

Può essere modificata a piacimento del cliente, ma sono pochi quella che potranno acquistarla: la produzione viene infatti limitata a pochi esemplari ed è riservata a chi, negli ultimi anni, ha partecipato alle Competizioni GT con Ferrari o al Club Competizioni GT.

In programma per il 2021 ci sono cinque eventi che si disputeranno insieme alle altre competizioni targate Ferrari al Virginia International Raceway, Monza, Watkins Glen, Suzuka e Nurburgring, nonché alle Finali Mondiali.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Ferrari 488 Coupé
Modelli top Ferrari
Maggiori info
Ferrari