in arrivo

Nuova Ford S-Max: tutti i dettagli svelati da chi l'ha progettata

-

La nuova Ford S-Max si fa conoscere in ogni dettaglio, in vista del debutto sui diversi mercati europei. La monovolume dell'Ovale Blu è una vera rivoluzione, dai motori fino alle tecnologie di bordo per la sicurezza attiva

Nuova Ford S-Max: tutti i dettagli svelati da chi l'ha progettata

Presentata in anteprima mondiale lo scorso settembre al Salone di Parigi, la nuova Ford S-Max ora si fa conoscere in ogni dettaglio, in vista del debutto sui diversi mercati europei. Per l'occasione due uomini chiave nello sviluppo di questo modello hanno voluto illustrare al grande pubblico gli highlights di questa monovolume di grandi dimensioni, che rispetto al passato diventa ancora più sportiva ma soprattutto molto più raffinata e tecnologica. Giunta alla seconda generazione, la S-Max rimane un modello estremamente importante per il brand dell'Ovale Blu. Arrivata per la prima volta nel 2006 la monovolume dell'Ovale Blu è stata capace di totalizzare qualcosa come 400.000 unità vendute in Europa in meno di dieci anni.

nuova ford s max (4)
La nuova S-Max mostra il nuovo volto di Ford, con la grande calandra centrale

Fuori: più sportiva, più premium

Ma cominciamo con l'italianissimo Claudio Messale, Chief Exterior Designer di Ford Europe, che ci ha raccontato come si è evoluto lo stile sia dentro che fuori. «Rispetto al passato – ha precisato Messale - la nuova S-Max mette in mostra un aspetto decisamente più premium. Il frontale mette in mostra il nuovo volto di Ford, con la nuova calandra molto più ampia, impreziosita da listelli cromati». Complessivamente la nuova S-Max appare molto più filante rispetto al passato, ma rivela anche una maggior cura nei dettagli e nelle finture. Da notare i raffinati fari anteriori full led adattivi, in grado di garantire sempre il maggior fascio di luce possibile, senza correre mai il rischio di abbagliare qualcuno.

 

«La vista laterale – prosegue il Capo del Design Esterni – rispetto al passato diventa molto più fluida ma anche sportiva. Il merito è delle superfici vetrate, che mantengono l'impostanzione del primo modello, ma si riducono nelle dimensioni». Da notare la lunga nervatura che corre lungo l'intera fiancata, davvero complessa da realizzare a livello costruttivo (passa in mezzo alle cavità delle maniglie!) ma anche i cerchi in lega, di dimensioni più genorose, abbracciati da passaruota decisamente più pronunciati.

nuova ford s max (3)
Raffinati e tecnologici gli interni. Al centro spicca il grand touchscreen da 8 pollici

 

Il posteriore si mette in mostra grazie a sofisticati gruppi ottici a led «che sembrano avere origine dalle forme stesse della carrozzeria». «Al centro – spiega Messale – abbiamo mantenuto la barra cromata con il logo S-Max, che è diventata un vero segno distintivo di questo modello». Curiosa la soluzione trovata per realizzare la zona centrale del portellone, nella zona sottostante al vano porta-targa. Qui gli ingegneri hanno scelto di utilizzare un materiale plastico, che permette di attutire meglio i piccolli urti (pensiamo ai micro-tamponamenti) e quindi di evitare i pesanti costi di riparazione normalmente connessi alla carrozzeria tradizionale. Davvero ricercato infini il diffusore che integra terminali di scarico. «Una soluzione – spiega Messale – pensata per accentuare il carattere premium».

 

I progettisti Ford raccontano la nuova Ford S-Max

Dentro: per viaggiare da re

All'interno si fa notare un abitacolo che riprende i motivi stilistici ed ergonomici della nuova Mondeo. Al centro spicca il grande display touch da 8 pollici per interfacciarsi con il sofisticatissimo sistema multimediale Sync 2, mentre la strumentazione diventa completamente digitale, come detta la moda del momento. Da notare la plancia, piuttosto pulita e razionale. «Abbiamo deciso di togliere quasi tutti i tasti “fisici” - spiega il designer – ma anche di utilizzare cromature opache, davvero eleganti e di fornire il volante in pelle di serie, su tutte le versioni».

nuova ford s max (12)
I fari anteriori sono full led e dotati di tecnologia adattiva

 

I progettisti Ford hanno anche riprogettato da zero i sedili, che possono essere non solo ventilati o riscaldati, ma anche dotati di funzione massaggio integrata. Inoltre sono disponibili un'infinità di regolazioni elettriche, perfino sulle spalle del sedile, per adattare al meglio la seduta al corpo. Trattandosi di una grande monovolume, pensata anche per i grandi viaggi in compagnia (ci sono fino a sette posti!), la nuova S-Max riserva una grande attenzione anche ai passeggeri che siedono dietro. Al posteriore troviamo tre sedili indipendenti, che possono scorrere avanti e indietro e perfino reclinare lo schienale. «Abbiamo installato le bocchette di ventilazione posteriori – spiega Messale – sul tetto e non sul montante B. In questo modo abbiamo ottunto una perfetta climatizzazione dell'abitacolo».

nuova ford s max (21)
All'interno possono trovare posto fino a sette passeggeri

 

Nel bagagliaio inoltre sono stati ricavati due sedili aggiuntivi a cui si accede senza troppa fatica, almeno secondo i progettisti, grazie alla tecnologia “Easy Acces”. La nuova S-Max poi vuole offrire il massimo in termini di versatilità. «Sono possibili 32 configurazioni diverse dei sedili e per abbattere tutti gli schienali delle file posteriori è sufficiente premere dei tasti collocati direttamente nel vano di carico». Non solo. Per aprire il portellone basta muovere il piede sotto al paraurti posteriore e per accontare i (tanti) clienti che la chiedevano a gran voce torna ad esserci una vera ruota di scorta (optional) al posto del kit di riparazione.

Tecnologia: legge i cartelli e adegua la velocità

La nuova S-Max poi è stata sottoposta ad una bella iniezione di tecnologia, come ha spiegato Rolf Deges, Chief Program Engineer di Ford Europe. Sulla monovolume Ford infatti arriva prima di tutto l'Intelligent Speed Assist, in grado di adeguare automaticamente la velocità in base ai segnali stradali incontrati lungo il percorso e ai dati forniti dal navigatore. All'anteriore inoltre spunta una telecamera con vista a 180° (per di più autopulnte!) capace di fornire una visuale di quello che sta accadendo davanti alla vettura quando si è impossibilitati a vedere bene, come quando si esce da uno stop o da un parcheggio».

Sulla monovolume Ford infatti arriva l'Intelligent Speed Assist, in grado di adeguare automaticamente la velocità in base ai segnali stradali incontrati lungo il percorso

 

Inoltre debutta il servosterzo adattivo, in grado di adeguare istante per istante la sua capacità di demoltiplicazione a seconda delle condizioni. A bassa velocità, in città o in manovra, rimarrà quindi molto morbido, mentre in autostrada promette di garantire grande controllo, senza mai divenire troppo incosistente.

Ecco il biturbo diesel da 210 CV e la trazione AWD

«Tutti nuovi anche motori e piattaforma» ha dichiarato Deges. La S-Max infatti nasce sul nuovo pianale C-D di Ford, già utilizzato per dare vita alla nuova Mondeo. «Un'architettura che ha permesso dim migliorare comfort, sicurezza e piacere di guida». Sotto al cofano invece troviamo due motori a benzina. Il nuovissimo 1.5 EcoBoost da 160 CV e l'esuberante 2.0 EcoBoost da 200 CV. «Ma le vere novità arrivano con i diesel» esclama con una punta d'orgoglio Deges. Oltre ai 2.0 TDCi da 150 o 180 CV infatti sulla S-Max arriva anche il nuovissimo 2.0 TDCi biturbo diesel da 210 CV. Per non farsi mancare niente infine, la nuova S-Max sarà offerta anche con la trazione integrale AWD, in grado di inviare maggiore motricità alle ruote che ne hanno maggiormente bisogno a seconda delle condizioni di guida. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Ford S-Max
Maggiori info
Ford