Alfa Romeo Estrema: total black e carbonio per Giulia e Stelvio "normali"

  • Voto di Automoto.it 8.8 / 10
Emiliano Perucca Orfei
Abbiamo toccato con mano le due nuove declinazioni di prodotto Alfa Romeo: parliamo di Giulia e Stelvio Estrema, ovvero l'allestimento total black che strizza l'occhio alla Quadrifoglio con i motori diesel e benzina "normali". Ecco come va
28 marzo 2022

Alfa Romeo Stelvio Estrema nasce per strizzare l'occhio alla Stelvio Quadrifoglio per quanto riguarda la raffinatezza estetica di alcuni dettagli, oggi in carbonio, pur abbinandoli ad una tinta "dark" ed a motorizzazioni più normali rispetto al mitico V6 da 510 CV che trasforma il SUV di Arese in una Supercar. Prima serie speciale ad essere commercializzata a livello globale, Estrema si posiziona in vetta alla nuova logica di gamma Alfa Romeo...che prevede quattro allestimenti – Super Business, Sprint, Ti e Veloce – ciascuno con una caratterizzazione ben definita per soddisfare le necessità di clienti diversi.

ESTREMA, dunque, si posiziona al vertice della gamma proponendo di serie le sospensioni attive che grazie alla capacità di adattarsi real time alle condizioni del percorso unitamente allo stile di guida, contribuiscono al comfort senza togliere l'attenzione su handling e piacere di guida. Il sistema di controllo, “Alfa active Suspension”, gestisce sospensioni ed ammortizzatori in costante interazione con il CDC (Chassis domain control) e con il DNA calibrando il suo intervento a seconda della modalità selezionata. Sempre di serie su “ESTREMA” Il differenziale autobloccante che garantisce stabilità e controllo elevati in tutte le condizioni di aderenza. Ripartisce coppia e motricità anche in uscita di curva e a velocità e accelerazione elevate.

 

Giulia e Stelvio in allestimento ESTREMA
Giulia e Stelvio in allestimento ESTREMA

Osservandola dall’esterno e accedendo nell’abitacolo la sportività risulta avvolgente grazie anche al diffuso utilizzo del carbonio. Negli esterni la fibra di carbonio è presente sugli specchietti e sul trilobo frontale. Toni scuri per lo specifico badge “ESTREMA” sul paraurti, cerchi in lega – da 19” sulla Giulia e 21” sulla Stelvio – e le pinze freno nere.

La stessa forte connotazione sportiva si ritrova all'interno, dove spiccano le finiture in fibra di carbonio ed i sedili in Alcantara, un materiale unico che coniuga le ragioni dell’estetica e della funzionalità. Cuciture in contrasto rosse abbinate a inserti in pelle conferiscono sportività ed esclusività a cruscotto, sedili, volante e cambio. Giulia e Stelvio “ESTREMA” sono equipaggiate con i propulsori 2.0 Turbo benzina da 280 CV o 2.2 Turbo Diesel da 210 CV, entrambi abbinati al cambio automatico a 8 rapporti e alla trazione integrale Q4. Completa l’allestimento un impianto audio dotato di 14 altoparlanti firmato Harman Kardon.

Fibra di carbonio by Sauber. Dentro e fuori
Fibra di carbonio by Sauber. Dentro e fuori

Su strada il nuovo allestimento Estrema conferma quanto di buono visto sino ad oggi al volante delle due prime rappresentanti della piattaforma Giorgio: vetture incredibili nella dinamica di guida, relativamente al proprio segmento di appartenenza, in grado di esaltare con una dinamica di guida ancora oggi da riferimento ed un confort di bordo che non viene per nulla intaccato dalla "voglia" di performance: anzi, il lavoro di telaio e di sospensioni è funzionale sì al raggiungimento del target di prestazione ma si traduce anche in armonia ed equilibrio di funzionamento che portano molto in alto anche il piacere di stare a bordo che "gioca" su elementi come la perfetta triangolazione pedaliera-sedile-volante e sull'ergonomia ben studiata. Il diesel è più rumoroso, ma 210 CV sono assolutamente sufficienti ad assicurare il corretto mix tra prestazione e consumi mentre il benzina 280 CV che abbiamo avuto modo di guidare su Giulia è un motore decisamente più brillante quando si "spinge" ma meno vicino alle esigenze dei grandi chilometristi in tema di consumo di carburante.

In realtà Giulia e Stelvio sono "Estrema" per indole...
In realtà Giulia e Stelvio sono "Estrema" per indole...

Attenzione, però: non si tratta certamente di un motore vecchio stampo, anzi, la sua sovralimentazione, i materiali e lo studio del sistema di iniezione lo rendono a suo modo parco nella categoria dei motori di questa potenza, ma l'efficienza del diesel è chiaramente di un altro livello. Entrambi godono comunque di un ottimo rapporto con la loro trasmissione, ovvero il cambio ZF8 che nella declinazione Alfa Romeo ricorda il lavoro di un doppia frizione: spettacolare sia in up-shift che in down-shift.

Belle di sterzo, ben frenate e dotate di tutto quello che serve in ambito tecnologico, a Giulia e Stelvio manca un aggiornamento di interni che possa tenere vivo il prodotto nei prossimi anni (virtual cockpit e infotainment più generoso) oltre che una rivisitazione di alcuni elementi tecnologici esterni: per quanto siano prestazionali i fari allo xeno danno un'idea meno moderna rispetto ai led, che Alfa ha introdotto anche su Tonale, ed il momento per questo aggiornamento sarebbe ormai arrivato da tempo: lo sanno bene anche ad "Arese" ma preferiscono aspettare il restyling di prodotto che arriverà a fine 2023...

Giulia e Stelvio “ESTREMA” sono in vendita ad un prezzo di 67.600 euro per Giulia e 75.400 euro per Stelvio.

Ultime da Prove

Da Moto.it

Caricamento commenti...
Cambia auto
Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo

Alfa Romeo
Corso Giovani Agnelli, 200
Torino (TO) - Italia
800 253 200
https://www.alfaromeo.it/

  • Prezzo da 47.000
    a 99.000 €
  • Numero posti 5
  • Lunghezza da 464
    a 465 cm
  • Larghezza da 186
    a 187 cm
  • Altezza da 143
    a 144 cm
  • Bagagliaio 480 dm3
  • Peso da 1.520
    a 1.695 Kg
  • Segmento Tre volumi
Alfa Romeo

Alfa Romeo
Corso Giovani Agnelli, 200
Torino (TO) - Italia
800 253 200
https://www.alfaromeo.it/