test

Bmw X3

Cresce nelle dimensioni ponendosi a mezza via tra X1 e X5
-

Su strada con la nuova generazione della mid-SAV della Casa di Monaco

Bmw X3

Il 2010 è stato un anno estremamente importante per BMW. A fianco degli risultati commerciali commerciali ottenuti nei primi dieci mesi dell'anno, infatti, sono stati portati avanti con successo alcuni lanci di prodotti, alcuni dei quali estremamente importanti. Parliamo di Serie 5 berlina, Serie 5 Touring, ma anche X5 ed oggi la nuova X3, che arriva in concessionaria forte di un look completamente rinnovato ed un occhio di riguardo per la tecnologia e le soluzioni (appartenenti al pacchetto EfficientDynamics) in grado di limitare consumi ed emissioni pur senza rinunciare a nulla in termini di prestazioni.

LINEE TECNICHE
Linee tese, leggermente più "tecniche" rispetto a quanto proposto dalla stessa Casa di Monaco nel segmento inferiore ed in quello superiore, la nuova BMW X3 si pone in termini di misure esattamente tra X1 ed X5 restyling con misure pari a 464,8 cm in lunghezza, 188 cm in larghezza e 167 cm d'altezza. Rispetto alla precedente generazione, nonostante la vettura sia solamente 8 cm più lunga, 3 cm più larga ed 1 cm più alta, l'impressione è quella di ritrovarsi di fronte ad una vettura decisamente più grande, in grado di giocarsela "apparentemente" con la X5.

SPAZIO PER TUTTI
In realtà, metro alla mano, X5 è notevolmente più voluminosa rispetto alla nuova X3, anche se questo non significa che nella nuova SAV BMW non vi sia spazio a sufficienza per una famiglia o per le esigenze dei più sportivi: il vano bagagli, infatti, passa dai 550 litri della configurazione standard ai 1.600 del "tutto abbassato", con la chicca del divano posteriore frazionabile nella modalità 40:20:40 così da consentire a due passeggeri di viaggiare comodi pur senza dover ricorrere al portapacchi per ospitare gli sci...

IDRIVE DI ULTIMA GENERAZIONE
Tra le novità del modello in tema di interni si fa immediatamente notare l'introduzione del sistema BMW iDrive di ultima generazione, che è disponibile in via opzionale in abbinamento ad uno schermo LCD da 8,8 pollici ad alta definizione. Non mancano, tra gli optional, il clima automatico a due zone, il tetto panoramico in vetro, il navigatore Professional con cartografia su disco rigido, le telecamera di parcheggio con Top View (che permette di vedere sul display una simulazione della vettura e di tutto quello che la circonda dall'alto) o il portellone posteriore con apertura automatica.

AMPIA PERSONALIZZAZIONE
Tra le novità sotto pelle si fa notare la possibilità di impreziosire la vettura con l'assetto elettronico Dynamic Damper Control, regolabile attraverso il Dynamic Drive Control sulle posizioni Normal, Sport e Sport+, che intervengono modificando la risposta della vettura e di alcuni comandi o, nell'opzione più "estrema", alzando la soglia di intervento del controllo di stabilità DTC. Tra le personalizzazioni possibili anche lo sterzo a servoassistenza elettrica, che è proposto in tre tipologie differenti: una standard, una più sportiva ed un'altra dotata di Servotronic, che facilita ulteriormente le manovre da fermo.

COME UNA TRAZIONE POSTERIORE
Disponibile solo in abbinamento alla trazione xDrive, che quest'anno compie 25 anni, la nuova BMW X3 propone in via opzionale (di serie sulla xDrive 35i) anche il Performance Control che intervenendo su gestione motore, controllo della stabilità ed xDrive permette di dare un feeling di guida da trazione posteriore, andando ad eliminare il sottosterzo che è tipico delle trazioni integrali. Sostanzialmente il sistema lavora frenando la ruota posteriore all'interno della curva.

DUE MOTORIZZAZIONI
La prima, la più potente, è la xDrive35i alimentata a benzina. Spinta da un sei cilindri in linea da 306 CV, caratterizzato dall'iniezione diretta di benzina, dal sistema di fasatura delle valvole Valvetronic e dalla turbina a doppia girante TwinPower Turbo BMW, la X3 dotata di questa motorizzazione è in grado di toccare i 245 km/h di velocitò massima passando da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi. In consumi si attestano a 8,8 litri/100 km. Niente male viste le prestazioni.

20d A MISURA D'ITALIA
L'altra motorizzazione, la più gettonata in Italia anche quando si renderanno disponibili i motori sei cilindri a gasolio, sarà senza dubbio la xDrive20d. Capace di 184 CV a 4.000 giri e 380 Nm di coppia massima tra i 1.750 ed i 2.750 giri, la motorizzazione 2.0 a gasolio permette alla vettura di passare da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi assicurando una velocità massima di 210 km/h. Bassissimi i consumi di carburante: sono sufficienti 5,6 litri di gasolio per percorrere 100 km emettendo 149 g/km di CO2 in abbinamento al cambio manuale e 147 g/km con il nuovo cambio automatico ad otto rapporti.

 

EFFICIENZA DINAMICA, ANCHE NEL CAMBIO
Il nuovo automatico, dunque, alla resa dei conti risulta addirittura più efficiente rispetto ad una normale soluzione manuale, dimostrando che i passi avanti compiuti dai cambi a convertitore di coppia di ultima generazione non riguardano solamente la dinamica di guida. Di serie sulla 35i, l'unità prodotta dalla ZF è disponibile come optional (2.300 euro) sulla 20d in luogo del manuale a sei rapporti proposto di serie.

In ambito EfficientDynamics la nuova X3 propone lo Start Stop automatico anche sulle vetture dotate di cambio automatico, oltre che gli ormai "soliti" sistemi di recupero energia, aerodinamica attiva e pneumatici a ridotta resistenza al rotolamento.

SU STRADA
In termini di guida la nuova X3 è un deciso passo avanti rispetto al modello di precedente generazione, che comunque si comportava su strada in modo "invidiabile" rispetto ad altri modelli della concorrenza. 7 anni di evoluzione, d'altro canto, non potevano che portare ad un risultato simile, che si concretizza attraverso la potenza e l'elasticità dei nuovi motori, l'efficacia del nuovo cambio automatico e l'ottimo lavoro delle sospensioni a controllo elettronico.

SILENZIOSA E VELOCE
Nello specifico, lungo il percorso che ci ha portato - andata e ritorno - da Bari alla splendida Matera abbiamo avuto modo di toccare con mano l'ottimo lavoro svolto dai tecnici BMW sulla motorizzazione da 184 CV in dotazione alla xDrive20d. Estremante silenziosa e priva di vibrazioni, l'ultima evoluzione dell'unità a quattro cilindri e turbo singolo è "quanto basta" per una vettura di questa categoria, non solo in termini di prestazioni assolute: in autostrada, ad esempio, si viaggia a regimi molto bassi a tutto vantaggio di confort e consumi, che rimangono molto bassi. Anche nella marcia cittadina la xDrive20d convince per spunto e per la voce pacata.

PROMOSSO L'AUTOMATICO
Merito di questi risultati sono da imputare anche alla perfetta integrazione con l'otto rapporti ZF, di cui era dotato l'esemplare affidatoci: le cambiate sono velocissime ed impercettibili e, nel caso in cui si voglia guidare davvero, in modalità manuale si ha quasi la percezione di aver a che fare con un cambio tradizionale tanto è presente il freno motore nelle fasi di rilascio dl gas.

QUASI UNA SW
In termini di dinamica è da considerarsi ottimo il comportamento dello sterzo, che si caratterizza per un volante dall'impugnatura piuttosto generosa, e dei freni che dimostrano di aver potenza da vendere anche alle alte velocità. Eccllente anche il potenziale del pacchetto Damper Control opzioanel: la vettura si corica e beccheggia in modo estremamente limitato anche in modalità Normal, fa sentire quello che corre sotto le ruote alla stregua di una normale SW pur assicurando indici di comfort di bordo che sono del tutto allineati a quelli delle categorie superiori.

SU MISURA
Comfort che è assicurato anche da una posizione di guida personalizzabile in "ogni direzione", piantone di sterzo compreso, e da una buona dose di spazio riservata alle gambe, sia per chi siede davanti che per chi siede dietro. Le differenze rispetto alla X5, in ogni caso, nonostante le apparenze sono molto marcate in questo ambito: l'ammiraglia delle SAV di Monaco è infatti più spaziosa, in particolar modo in senso trasversale.

ELETTRONICA AVANTI
Molto utili oltre che davvero ben fatti da un punto di vista funzionale anche i pacchetti che rientrano sotto l'ormai grande cappello del Connected Drive, in particolar modo per quanto concerne i sistemi di navigazione ed integrazione con smartphone e relative funzionalità di ultima generazione.

ANCHE MENO DELLA VECCHIA
Per quanto riguarda i prezzi, BMW sottolinea come il listino sia sostanzialmente allineato a quello del modello precedente, con il fatto curioso che la xDrive20d in allestimento Futura costa addirittura 50 euro in meno rispetto alla precedente generazione. Tre gli allestimenti per la 20d (Standard, Eletta e Futura) con l'accesso posizionato a 41.750 euro, mentre la xDrive35i è in vendita solamente negli allestimenti Eletta e Futura da 53.500 a 53.600 euro.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su BMW X3
Modelli top BMW
Maggiori info
BMW