prova su strada

BMW X5 restyling

Piccoli ritocchi per rimanere al vertice
-

Le novità riguardano alcuni elementi estetici e nuove funzionalità legate al confort ed alla riduzione di consumi ed emissioni

BMW X5 restyling

Difficilmente riconoscibile, sotto il profilo estetico, dal modello in commercio dal 2006, la nuova BMW X5 restyling porta in concessionaria tutta una serie di novità meccaniche ed elettroniche arrivate per osmosi dalle nuove generazioni di Serie 7 e Serie 5.

ECCO LE NEWS
Le poche novità estetiche non riguardano in alcun modoi lamierati che compongono la carrozzeria. Gli interventi, infatti, si sono limitati allo stile dei paraurti, al posizionamento dei fari fendinebbia ed alla architettura interna dei gruppi ottici, impercettibilmente modificati davanti (con l'introduzione degli angel-eye a LED) ed adattati al piacevole LED-design di 5 e 7 dietro.

In tema di motori, come ormai da tradizione, i tecnici dell'elica hanno lavorato sodo per incrementare i valori di potenza pur senza sacrificare alcun obiettivo in tema di riduzione delle emissioni e dei consumi. Non c'è di che stupirsi, insomma, se a fronte di un totale rispetto della normativa Euro5, i cinque propulsori attualmente disponibili per X5 restyling siano già in linea con le richieste delle normative Euro6.

QUATTRO MOTORI + UNO
La gamma >2010 si compone delle due proposte a benzina xDrive35i e xDrive50i e delle due turbodiesel xDrive30d e xDrive40d. Non manca la sportivissima versione X5M, anche se i suoi 565 CV (680 Nm di coppia massima) non hanno subito alcun aggiornamento rispetto alla versione vista sino ad oggi. Le migliorie, infatti, sono state completamente mirate al miglioramento e perfezionamento della gamma "standard".

Andando per ordine di importanza sul mercato italiano, la xDrive30d viene proposta oggi con 245 CV e 540 Nm di coppia massima. 3 litri, sei cilindri, il cuore della X5 che assieme alla versione 40d rappresenta la quasi totalità delle vendite migliora di un 4% in termini di prestazione calando di un 10% in tema di consumi (7,4 l/100km).

Stessa base della 30d (sei cilindri in linea da 3 litri) ma con il plus della doppia turbina, la xDrive 40d raccoglie l'eredità della vecchia 35d. 306 CV e 600 Nm di coppia massima, il top di gamma delle versioni diesel vanta gli stessi CV della versione d'accesso alla gamma benzina, la xDrive35i.

306 CV e 400 Nm di coppia massima, il tremila, sei cilindri in linea, biturbo, è certamente una alternativa "raffinata" ai motori diesel in ambito di potenza e consumi (di poco superiori a quelli del 40d), anche se ad attirare l'attenzione dei palati fini sarà quasi certamente il poderoso V8 della xDrive40i, in grado di erogare 407 CV e 600 Nm di coppia massima. Meno prestazionale, naturalmente, di X5M, la nuova motorizzazione di punta consuma qualcosina meno della precedente, scendendo a 12,5 litri/100 km nel ciclo misto.

TUTTE AUTOMATICHE
Il reparto trasmissione di tutte le motorizzazioni si affida ad un moderno sistema di trazione integrale permanente e ad un cambio automatico ZF ad otto rapporti, dotato di modalità Sport e Manuale. Su X5M, invece, rimane lo ZF a sei rapporti visto sino ad oggi.

UN PIENO DI ELETTRONICA
Passando al reparto elettronico, sono numerose le novità che prendono posto nella X5 con l'obiettivo di migliorare l'esperienza di guida ma anche la sicurezza attiva oltre che abbattere i consumi e le emissioni.

La più interessante, a nostro parere, riguarda il sistema di cruise control attivo (Adaptive Cruise Control), che da questo modello integra anche la funzione di Stop&Go: il sistema regola la velocità della vettura in base al valore scelto dal pilota ma anche in funzione di chi è davanti, mantenendo la distanza di sicurezza sino all'arresto ed alla ripartenza del veicolo senza alcuna azione sulla pedaliera da parte del guidatore.

LEGGE LA STRADA
Il nuovo cruise non è ovviamente l'unica feature interessante di questo modello: anche il Lane Departure Warning si è dimostrato efficiente oltre che utile, monitorando l'andamento delle strisce bianche (continue e tratteggiate, anche a bordo strada) segnalandone con una vibrazione sul volante l'attraversamento "involontario". Noi l'abbiamo trovato molto utile per capire i limiti della vettura dal ciglio della strada nella percorrenza di alcune stradine di campagna.

 

Utile, anche se forse meno "impattante" degli altri due sistemi, il sistema che indica i limiti della strada che si percorre sull'head up display (Speed Limit Info): il sistema utilizza i dati contenuti nelle mappe del navigatore ma è sorprendentemente in grado di leggere anche la segnaletica stradale, rappresentando un valido aiuto alla guida.

Notevole anche il nuovo sistema di assistenza al parcheggio, che genera per mezzo di sensori e telecamere una sorta di reale visione dall'alto della vettura.

COME VA
Su strada la nuova X5 si dimostra estremamente a proprio agio con ogni genere di motorizzazione. Veramente difficile dire quale sia la migliore ed è forse per questo che crediamo di non sbagliare se pensiamo di non sbagliare giudicando la xDrive30d come la migliore delle scelte possibili in ambito di rapporto quantità/prezzo. No, non è un errore di battitura: parliamo appositamente di quantità e non di qualità perchè quest’ultimo parametro è difficilmente attaccabile sotto ogni punto di vista.

La nuova X5 anche nella versione 30d, infatti, è già di per sè sovradimensionata rispetto alle esigenze di un utilizzatore medio, grazie a valori di accelerazione, velocità massima degni di una buona sportiva, che si combinano ad un basso indice di rumorosità (merito della architettura 6L) ed a consumi estremamente contenuti.

Certo, senza pensare al portafoglio ed a come sfruttarne le doti su strade affollate, la nostra scelta ricadrebbe sulla motorizzazione 35i. Silenziosa ai bassi e medi regimi, grintosa agli alti, la tremila a benzina conferma di essere uno dei migliori motori mai realizzati da BMW. Un motore sempre presente, molto ben accordato al nuovo cambio automatico ad otto rapporti, che si dimostra veloce nelle cambiate e meno “incollato” nel funzionamento manuale rispetto agli automatici con convertitore di coppia di precedente generazione.

PER CHI VUOLE DI PIU’
Interessante è anche la versione 40d, che rispetto alla 30d ha qualcosa in più da dire quando si cerca la massima prestazione o si viaggia spesso a pieno carico, mentre non ha motivazioni d’acquisto “logiche” la 50i: chi acquista questa motorizzazione lo fa con l’unico intento di mettersi in garage qualcosa di relativamente unico, andando dunque oltre le normali valutazioni d’acquisto. La forza ed il sound elegantemente scomposto del V8, d’altro canto, possono essere anch’essi valori importanti nella scelta di una vettura...

FABBRICATA IN USA
Prodotta negli USA, nello stabilimento in North Carolina nato per la Z3 e poi convertito alla realizzazione delle X, BMW X5 ha superato recentemente il milione di unità prodotte. L'ultima generazione dal 2006 ad oggi in Italia è stata venduta in 21.000 esemplari, arrivando quasi al pareggio con la versione precedente che in Italia venne venduta in 21.000 pezzi.

DA 57.950 EURO
La nuova BMW X5 è già in concessionaria e viene proposta con una forchetta di prezzi che oscilla tra i 57.950 euro della X5 xDrive 30d e gli 83.500 della X5 xDrive 50i, passando per i 61.900 della X5 xDrive 40d. Tre gli allestimenti per tutte le versioni ad esclusione della V8 benzina: Eletta, Attiva e Futura.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su BMW X5
Modelli top BMW
Maggiori info
BMW