Prove strumentali

Hyundai i20, PRO e CONTRO | La pagella e tutti i numeri della prova strumentale

-

Come va la nuova Hyundai i20? C’è solo un modo per scoprirlo: provarla - davvero. Perché raccontare un’auto è semplice. Ma giudicarla, in maniera oggettiva, è tutto un altro discorso. Per questo, noi, useremo prove - Strumenti - Una pista. E… un ingegnere. E alla fine vi racconteremo, nero su bianco, i pro e i contro. Perché qui, oggi, alla nuova Hyundai i20, daremo pure i voti, col mitico “pagellone di Automoto.it”

Prova strumentale della nuova Hyundai i20. Come sempre l’abbiamo provata davvero sulla nostra pista, con i nostri strumenti e il nostro ingegnere. E poi le abbiamo dato i voti che trovate, insieme ai pro e contro, alla fine del video.

Qui, invece, potete vedere nel dettaglio tutti i voti e i giudizi della nostra prova.

 

PRO

  • Abitabilità sorprendente per un segmento B

  • Tecnologia: infotainment e adas sono ricchi e ben fatti

 

CONTRO

  • Capacità bagagliaio: c’è chi fa meglio a parità di dimensioni esterne

  • Materiali interni: le plastiche dure sono onnipresenti

 

Hyundai i20 1.0 T-GDI Hybrid 48 Volt Bose

Alimentazione: benzina

Elettrificazione: mild hybrid 48 volt

Potenza: 100 CV

Cambio: manuale con frizione by-wire

Lunghezza: 4,04 m

Larghezza: 1,775 m

Altezza: 1,5 m

Passo: 2,580 m

Peso: 1,190 kg

Serbatoio: 262 litri

Prodotta a Izmit, Turchia

 

Pagellone

Voto 0-10

 

Consumo

7

 

Accelerazione

6,5

 

Ripresa

6

 

Frenata

7

 

Motore

6,5

 

Sterzo

7

 

Cambio

6,5

 

Comodità (sosp+insonoriz.)

6,5

 

Visibilità/agilità/Park

7

 

Spazio

7

 

Bagagliaio

5

 

Qualità

5,5

 

Tecnologia

7,5

 

Assistenza alla guida

6,5

 

Costo/noleggio

7,5

 

 

VOTO: 67/100

 

 

Consumo 7

In media si fanno quasi 16,5 km con un litro. Non male, anche perché in ambiente urbano si riescono a  sfiorare i 20, se si è particolarmente bravi a lavorare con la leva del cambio. Il mild a 48 Volt una mano, quindi, la dà davvero, anche se le concorrenti full sono ovviamente meno assetate (ma anche molto più costose)

Accelerazione 6,5

Il valore è superiore al dichiarato e non strabiliante, soprattutto nei confronti delle concorrenti full hybrid che possono contare sulla spinta aggiuntiva del motore elettrico

Ripresa 6

Nonostante il turbo in ripresa occorre sempre scalare una marcia per trovare la spinta necessaria, per esempio, ad un sorpasso. Anche in questo caso la differenza con una variante full hybrid è evidente, visto che qui non c’è un vero e proprio motore elettrico di trazione

Frenata 7

L’impianto si è comportato bene durante i severi e ripetuti test dell’ingegnere. Gli spazi d’arresto sono sempre stati contenuti, anche dopo numerosi tentativi

Motore 6,5

Un 1.0 tre cilindri sovralimentato con turbocompressore, che se interpellato riesce a tirare fuori una buona dose di grinta. Ma, spesso, rivela con fin troppa audacia il suo particolare frazionamento, attraverso una sonorità non sempre gradevole

Sterzo 7

Il comando è leggero e quindi perfetto per le esigenze cittadine. Avendo a disposizione un telaio così reattivo, però, non avrebbe guastato avere più progressività e, soprattutto, più prontezza 

Cambio 6,5

Un manuale molto curioso che, grazie al comando frizione by-wire, permette di veleggiare al minimo o anche di spegnere direttamente il motore quando si procede per inerzia. Gli innesti sono piuttosto precisi, a patto di non agire con troppa e inutile - considerata la tipologia di vettura - foga

Comodità 6,5

È un’auto prevalentemente cittadina e i valori di insonorizzazione lo confermano. Niente da segnalare, infatti, alle basse velocità, mentre in autostrada e in piena accelerazione il tre cilindri si fa sentire fin troppo. L’assetto rigido fa bene al piacere di guida, meno al comfort, soprattutto di chi siede dietro

Visibilità/agilità/Park 7

Le dimensioni compatte, unite al lunotto posteriore particolarmente generoso, la rendono semplicissima da manovrare. Da segnalare la presenza di una retrocamera, con visione a 360°, non così scontata su questo segmento

Spazio 7

È il punto di forza di questa nuova i20 che, soprattutto dietro, garantisce un’abitabilità sopra la media, con valori paragonabili a quelli di alcuni modelli di segmento C

Bagagliaio 5

Aver privilegiato così tanto l’abitabilità ha costretto a limitare lo spazio per i bagagli. Il vano non è molto capiente e parte dei litri rilevati - inferiori al dichiarato - sono stati misurati in un doppio fondo poco sfruttabile perché poco rifinito

Qualità 5,5

Gli assemblaggi sono nella norma, considerato il segmento di appartenenza. Ma un abitacolo così spazioso e tecnologico avrebbe senza dubbio meritato una maggiore attenzione nella scelta dei materiali. Invece domina la plastica dura dapperttuto

Tecnologia 7,5

La i20 offre, sulle versioni più ricche, un display centrale molto ampio (10,25”), una rarità nel segmento B. Il sistema multimediale è ben fatto, se si escludono i tasti a sfioramento, ed è abbinato a una strumentazione interamente digitale molto chiara e curata

Assistenza alla guida 6,5

Il cruise control c’è, ma non adegua la velocità a quella degli altri veicoli che precedono. Peccato visto che i sistemi di assistenza sono abbondanti e funzionano piuttosto bene 

Costo/noleggio 7,5

Aver optato per un ibrido leggero mild a 48 Volt ha fatto perdere qualcosa sul piano dell'efficienza, nei confronti delle rivali full hybrid. Ma ha permesso di offrire prezzi decisamente più accattivanti

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Hyundai i20
Modelli top Hyundai
Maggiori info
Hyundai