Primo test

Opel Insignia GSi 2018, 210 o 260 CV per sfidare Volkswagen Arteon e non solo [Video]

-

In listino a partire da 43.550 euro, la nuova Insignia GSI 2018 è agile, precisa ed allo stesso tempo curata nella tecnologia e nei dettagli. Ecco com'è e come va

Con l'introduzione della Opel Insignia GSi la Casa di Russelsheim riporta alla luce anche il brand GSi che nel corso degli anni 80 e 90 aveva spopolato con le varianti sportive di vetture di grande successo come Kadett e Corsa.

Una sigla mitica, dunque, che si affianca alla più recente ed estrema OPC (Opel Performance Center) per creare una linea di prodotti meno estrema ma comunque in grado di assicurare buone prestazioni a fronte di una dotazione e di contenuti sportivi decisamente interessanti: per intenderci la nuova GSi vanta un allestimento estetico dedicato, con cerchi da 20" gommati Michelin Pilot Sport 4S, minigonne, splitter anteriore e spoiler posteriore (stessa cura per la Sports Tourer) ma anche un assetto con ammortizzatori a controllo elettronico e molle -10 mm rispetto alle varianti tradizionali.

Non mancano i freni Brembo con pinze anteriori a quattro pistoncini e dischi da 345 mm, ma anche interni più raffinati con i nuovi sedili di ispirazione racing certificati AGR riscaldati e ventilati. Sedili che lavorano per assicurare più comfort, grazie alla possibilità del massaggio ma soprattutto di regolazione dell'incidenza delle sponde e della profondità di seduta: sotto questo punto di vista Opel dimostra sempre una grande attenzione.

Al'interno non manca un sistema multimediale molto completo, la connessione al concierge OnStar Opel, la condivisione della rete wifi ma non mancano nemmeno i sistemi di sicurezza attiva level 2: cruise control adattivo, lane assist, controllo angolo cieco dello specchietto e sistema di antitamponamento sono proposti di serie alla stregua dei fari full-led con funzionalità Matrix.

1.574 kg, la nuova Opel Insignia GSi è basata sulla piattaforma E2 (283 cm di passo) e vanta dimensioni da segmento D/E con 490 cm di lunghezza, 186 di larghezza e 146 di altezza. Un valore di peso contenuto, in linea con l'esigenza di scendere di peso rispetto alla precedente Insignia OPC (-120 kg), che permette ai motori quadricilindrici (la OPC era V6 da 325 cv) di offrire buone prestazioni a fronte di valori di potenza relativamente contenuti: il 2.0 BiTurbo diesel vanta 210 CV e 480 Nm di coppia massima mentre il benzina sale fino a quota 260 con 400 Nm di coppia. 250 km/h la benzina, 231 il diesel, la nuova Opel Insignia GSi accelera da 0 a 100 in 7,9 secondi nella variante diesel e 7,3 in quella a benzina grazie anche alla presenza della trazione integrale. Un sistema che prevede un differenziale posteriore "aperto" con funzioni di torque vectoring abbinato al cambio ad 8 rapporti con palette al volante firmato Aisin.

I consumi dichiarati sono di 7,3 litri di gasolio ogni 100 km per la diesel mentre la benzina si "ferma" a 8,5.

Dal vivo: com'è fuori

Ben disegnata sia nella variante benzina che in quella Sports Tourer (SW) la nuova Insignia nella variante GSi si dimostra caratterizzata in modo sportivo ma senza particolari eccessi: non mancano i cerchi di generosa dimensione, le minigonne o lo spoiler posteriore, ma il tutto è integrato nello stile senza grandi eccessi. In generale la GSi dà l'idea di essere una vettura ben realizzata, con dettagli che dimostrano grande cura per il dettaglio come i fari full led anteriori intonati nello stile della luce diurna a quelli posteriori.

Dal vivo: com'è dentro

Dentro come fuori la nuova Opel Insignia GSi porta con sé uno sviluppo degli interni mirato ad offrire maggior comfort: i dettagli in alluminio, come la pedaliera o il battitacco, ma soprattutto i nuovi sedili con la parte alta a forma di cobra, permettono a questa GSi di offrire quel qualcosa in più in termini di raffinatezza. Non manca nulla sotto il profilo del comfort, anche per quanto concerne elementi meno importanti per i nostri mercati come la possibilità di riscaldare i sedili. Sedili che possono essere riscaldati anche dietro offrendo ai passeggeri laterali una ottima impressione comfort: peccato solamente che chi siede in mezzo abbia a che fare con un tunnel per il passaggio dell'albero di trasmissione particolarmente voluminoso.

Su strada: come si guida

A bordo della Insignia GSi si trova facilmente una buona posizione di guida, grazie alla possibilità di personalizzare la seduta e la posizione del volante in altezza e profondità, e la sensazione che si ha al volante sin dai primi metri è quella di un'auto pensata per far stare bene chi si trova al volante: buona la visibilità, ottima la posizione di guida, di ottimo livello i feedback dei comandi, sia per quanto riguarda sterzo o pedale del freno. Un perfetto compromesso tra sportività e comfort, al quale si abbina la discreta performance dei 2.0 turbo: il benzina è decisamente più silenzioso, spinge bene superati i 3.500 giri ed allunga fino a 6.500 mentre il diesel ha un range di utilizzo più limitato in termini assoluti (limitatore a 4.500) ma inizia a spingere forte poco prima dei 2.0. Tra i due la differenza di performance è abbastanza evidente anche se nella guida di tutti i giorni, grazie anche al cambio ad 8 marce, l'unica reale differenza percepibile è nel sound che filtra all'interno dell'abitacolo. Per entrambi non è mai fastidioso ma il benina suona decisamente meglio - per forza di cose - del diesel. 

Quello che stupisce della nuova Insignia GSi è però l'interpretazione dell'universo sportivo: che fosse comoda già lo sapevamo ma alla prova dei fatti in pista la nuova "sportiva" tedesca si dimostra molto precisa, veloce nei cambi di direzione grazie al torque vectoring posteriore che non pregiudica in alcun modo la stabilità in appoggio. Trazione ce n'è da vendere, grazie al sistema integrale con prevalenza sull'asse anteriore, ed in generale quello che si percepisce è una grande equilibrio, reso possibile anche dalle minori masse in gioco rispetto alla OPC ed ovviamente la cavalleria più ridotta.

I dati di consumo, stando alla "dichiarazione" del computer di bordo, sono di poco superiori ai dati dichiarati: chiaramente se ci si fa prendere la mano il dato cala drasticamente sia per il diesel che per il benzina.

In conclusione

La nuova Insignia GSi non è certamente pensata per essere una supersportiva ma è una vettura molto piacevole da guidare e assicura quel quid di prestazione e look sportivo che permettono di dare un po' di pepe ai viaggi di ogni giorno. 43.550 euro il prezzo di listino: forse un po' alto ma la dotazione di bordo è davvero di elevatissimo livello.

Pregi e difetti

  • - design sportivo e piacevole - piacere di guida (assetto) - sedili eccezionali
  • - prezzo di listino - potenza motore benzina - manca l'apertura elettroattuata del bagagliaio sulla berlina

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Opel Insignia
Maggiori info
Opel
  • General Motors Italia S.r.l. Piazzale dell'Industria, 40

    06-54652000   http://www.opel.it