epoca

Peugeot 604 Heuliez: ecco com'è guidare l'auto del Papa [Video]

-

Un tuffo nel passato al volante della leggendaria Peugeot 604 Heuliez, l'auto che nel 1980 accompagnò Papa Giovanni Paolo II in visita sul territorio francese

San Gimignano (SI) - Quando si parla di limousine si pensa subito agli americani, veri e propri maestri nella costruzione di questo tipo di automobili. In realtà però anche i francesi nel corso degli si anni si sono cimentati in questo campo, come testimonia del resto anche l'origine della parola limousine, che deriva proprio da una regione della Francia. La nostra esperienza con le “limo” francesi ci riporta indietro fino a metà degli anni '70. È in questo momento che i vertici della Peugeot decidono di alzare ulteriormente l'asticella presentando una vera ammiraglia, da contrapporre alle regine tedesche.

La Limousine à la française

Nasce così la 604, un macchinone di rappresentanza disegnato da Pininfarina. Lo stile è quello tipico del designer italiano, semplice, pulitissimo. Le forme sono squadrate, poche linee tese tirate da un punto ad un altro, come andava di moda all'epoca. Sotto al cofano si nascondenva una primizia per quegli anni. Si tratta del famigerato 2.7 V6 PRV, un acronimo che tradiva le origini di questo sei cilindri, progettato e costruito grazie alla collaborazione tra Peugeot, Renault e Volvo. La 604 viene prodotta in 153.252 esemplari, ma 124 di questi sono inviati al carrozziere Heuliez per essere allungati di 62 centimetri e trasformati in Limousine a sette posti. Molte sono destinate ad un uso di rappresentanza in diverse zone del pianeta, ma soprattutto, naturalmente, in Francia. In quegli anni infatti non è raro vederle circolare per le strade di Parigi con a bordo capitani d’industria, star del cinema o politici influenti.

Nonostante il peso degli anni la 604 "Limo" funziona ancora oggi come un orologio

La storia della 604 Limo si fa più interessante però quando quando, nell’autunno 1979, viene annunciata la visita di Papa Giovanni Paolo II a Lissieux. L'appuntamento è fissato per il maggio 1980 ma viene richiesta una Limousine adattata per permettere a Sua Santità di salutare i fedeli. Peugeot non se lo fa ripetere due volte e rimanda una delle 604 a Heuliez, che provvede a ricavare un'apertura nel tetto, posizionando poi una pedana per permettere al Papa di farsi vedere dalla folla. Dopo la visita di Giovanni Paolo II la vettura viene riportata ancora una volta da Heuliez per essere ripristinata nelle condizioni originali. Prosegue così il suo servizio di rappresentanza ancora per alcuni anni presso la sede di Peugeot a Parigi. Quando arriva il momento della dismissione la vettura finisce nel Sud della Francia presso un fotografo che la utilizza per matrimoni, ovviamente dopo averla verniciata di bianco e dopo aver fissato una antenna a boomerang sul coperchio del baule. Passano gli anni e anche per quell’uso la vettura diventa fuori moda.

La 604 di Giovanni Paolo II

È a questo punto del racconto che interviene il grande collezionista Daniele Bellucci, che quasi per caso recupera l'esemplare e ne inizia il restauro per ripristinare le condizioni originali. Viene acquista una seconda 604 per recuperare le parti deteriorate di carrozzeria e di finitura. Una volta smontata la vettura e eliminato il vinile nero, emergono le tracce di una strana saldatura sul tetto. Daniele non sa i trascorsi della sua 604 e quindi va subito a controllare il numero di telaio con i documenti presso l’Aventure Peugeot, il museo ufficiale del Leone e il carrozziere Heuliez. E così scopre, in maniera del tutto inaspettata, che proprio quell’esemplare era la 604 Limousine usata dal Papa Giovanni II durante le sua visita in Francia nella primavera dell'80. Durante il restauro Daniele Bellucci riesce a conservare i rivestimenti degli interni, che erano ancora in buono stato, e a ripristinare tutto il resto.

La 604 Heuliez impressiona ancora oggi per una affidabilità meccanica eccezionale

Oggi è in esposizione permanente presso la Galerie Peugeot San Giminiano e noi abbiamo avuto l'opportunità di fare un po' di chilometri in sua compagnia. La cosa più impressionante di quest'auto è non solo la sua storia incredibile, ma anche lo stato di conservazione. Nonostante il peso degli anni la 604 "Limo" funziona ancora oggi come un orologio. Il V6 PRV gira alla perfezione, morbidissimo e silenzioso, ben amalgamato con il cambio automatico, dolcissimo negli innesti anche dopo quasi 40 anni. Per non parlare poi delle sospensioni, mobirdissime, pensate per assicurare, insieme alle immense poltrone interne, un viaggio immersi nel massimo comfort. Insomma la 604 Heuliez impressiona ancora oggi per una affidabilità meccanica eccezionale, che, almeno per un momento, è riuscita a farci assporare la magia delle migliori limousine francesi. 

  • pitosforo, Busto Arsizio (VA)

    Un bell'esempio di storicità del progresso tecnico concretamente testato nel suo divenire partendo da un esempio che è storia dell'automobile francese.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 604
Modelli top Peugeot
Maggiori info
Peugeot