Nuova Kia Niro 2022 (SG2) ibrida full: una HEV azzeccata [141CV da 30K €]

  • Voto di Automoto.it 7.8 / 10
Abbiamo guidato “in anteprima” un prototipo di nuova generazione Kia Niro: la SG2 attesa su listino prezzi 2022 Kia Italia da 30mila euro questa estate. Un’auto eco-utile e sostenibile per famiglie che amano l’approccio easy tipico di Niro, ora abbellito, arricchito di connettività e sistemi guida
23 maggio 2022

In Kia ci tengono a identificare la loro nuova generazione Niro come ottima Crossover Utility Vehicle elettrificata di segmento C, in coerenza ai grandi piani di elettrificazione per una gamma alla spina davvero globale. Personalmente l’ho sempre “letta” più semplicemente, in italiano e per gli italiani, come vettura nata eco-utile (anche enza spina) visto come sa approcciare il dovuto tema ecologico ambientale, nei motori e nei consumi, insieme a quello della pratica di utilizzo, avendo buone misure e restando in un buon livello di economicità e modernità.

Specie se si valutano i contenuti e la semplicità generale, rispetto a certa concorrenza arrivata spesso dopo con dei “C-CUV elettrificati”. Provarne in anteprima il modello 2023 in preserie, sulle strade liguri, conferma la giusta via presa e mantenuta dalla Casa coreana circa 10 anni fa, con il primo concept esposto. Nel mese di giugno Kia Niro HEV dovrebbe debuttare non solo formalmente sui listini, ma anche essere ordinabile nelle concessionarie del Bel Paese che la consegneranno, incentivata, per l’autunno.

Una e trina

La nuova Niro, che come la precedente rimarca la propria tecnica più personale di alcune rivali e un approccio facile, si propone giustamente con tre motorizzazioni, visti i tempi. Sulla piattaforma K arrivata alla terza generazione e non usata in questo momento da altri modelli (nemmeno Hyundai) sono ricavate una BEV 100% elettrica (qui la prova) e due ibride: HEV e PHEV, ovvero “full” e “plugin” con spina.

Estetica a parte, passi avanti ci sono ovviamente nella connettività e nei sistemi di assistenza guida, oltre che nei materiali (quelli degli interni 100% ecologici).

Dal vivo: com’è fuori

La Niro ibrida in questa sua seconda serie (siglata SG2) prende le distanze da molti dettagli passati, migliorando esteticamente. In primis è più voluminosa, non molto ma la lunghezza arriva a 4,42 metri (+7 centimetri).

Poi ci sono le dovute “mutazioni” al frontale e al posteriore, con elementi ripresi dalle nuove Kia, come EV6 e Sportage. Enfasi allo sviluppo orizzontale per “il muso” corredato da fanaleria angolare “a battito”. Mentre è invece il volume verticale a dominare nel taglio netto posteriore, dotato di sottile fanaleria verticale, boomerang, ai lati.

Il vecchio Tiger Nose quasi sparisce, anche se si è solo spostato, mentre la piastra protettiva e i rivestimenti strizzano l’occhio a chi vuole un CUV solido. Vistoso, anch’esso in tinta separata (a scelta) il montante Aero C-Pillar posteriore, che serve al deflusso d'aria per mantenere coefficiente (Cd) a 0,29.

Dal vivo: com’è dentro

La nuova Kia Niro ibrida non può competere con certe native elettriche (la batteria da 1.32 kWh è sotto il pavimento del sedile posteriore) a livello di “architettura interna” per come pubblicizzata sulle BEV, ma sfrutta bene lo spazio, con un passo di 2,72 metri e nuove proporzioni che lasciano piena comodità, anteriormente e valida capacità di carico: da 451 a 1445 litri.

L’abitacolo ora è più “ricco” nella percezione, pur usando molti materiali riciclati per i rivestimenti. Si concentra tutto nella parte alta, dei due schermi accostati, salvo una certa quantità di "tasti" a sfioramento per la gestione clima e quanto riportato su un volante di ampio raggio, con il corpo volutamente più "libero" nella parte alta. Un ambiente coerente ai tempi, senza eccessi.

Tecnica

La Niro 2022, assemblata in Corea, rispetto al passato migliora il telaio: +22% nella proporzione di acciaio per stampaggio a caldo ad alta resistenza alla trazione; meno 20,3 Kg di massa; più rigidità torsionale.

Corrette anche le sospensioni (anteriormente MacPherson, posteriormente a quattro bracci, con nuovo cuscinetto del puntone inclinato) e lo sterzo elettrico (riduzione degli attriti). Sotto il cofano, anche della plugin, un classico della Casa: il 1.6 GDi a benzina (Smartstream) con quattro cilindri e 141CV combinati (105 quelli solo termici) abbinato al cambio automatico a doppia frizione sei marce.

Tra le note, oltre dovuti aggiornamenti al motore, la rimozione dell’ingranaggio retromarcia: risparmiati 2,3 kg di peso per cui il movimento, indietro, è ad opera del solo motore elettrico. Un elemento sincrono a magneti permanenti da 32 kW, che lavora a 240V e viene attivato, se si vuole, dalla guida “Green Zone”: inserisce automaticamente la modalità EV attraverso il sistema di navigazione che identifica le molte “zone verdi” delle città.

Fronte ADAS, la nuova Niro 2022 è ben messa nel segmento delle ibride full di questo formato. Sia per la tutela urti (avviso collisione con intervento sui freni, anche in prossimità degli incroci o in retro) sia per le funzioni evolute di telecamera e navigazione (lettura limiti velocità e relativi avvisi). Di rigore anche le funzioni sicurezza tipiche da viaggio (Lane Keeping e Following, Highway Assist, Navigation Smart Cruise Control-Curve e via dicendo). La nuova Niro 2022 nei parcheggi difficili sfrutta non solo i classici avvisi ma anche il Remote Smart Parking (movimento autonomo in linea retta) e il Safe Exit Assist (per il sopraggiungere di un veicolo quando si scende). La capacità di traino frenata massima, è di 1.300 Kg.

Guida ibrida

Il primo contatto con questo “prototipo” della Niro ibrida "fulll" rivela in sostanza già tutto, della versione in serie che vedremo questo autunno. Confermate le aspettative in termini di qualità, cresciuta e di prestazione. E' piaciuto anche scoprire la spaziosità, soprattutto anteriormente. Al posteriore non essendo una nativa elettrica mantiene il tunnel sul fondo per uno spazio che non è ottimale solo se si eccede nella stazza.

La dinamica, per Niro HEV, è estremamente confortevole, semplice come dovuta a chi apprezzi “le full medie”. Nel caso, inserendo la modalità più sportiva (l'altra è ECO) si mettono le marce come si vuole, però il limitatore entra presto e la Niro HEV non è certo delle più reattive, con evidenti trasferimenti di carico e uno spazio di frenata non da record, se si eccede (contrariamente alla Niro BEV, di cui leggete a parte).

Un’auto ibrida che nasce per muoversi tranquilli e sostenibili, il suo bello è consumare poco. Grazie all’elettrificazione azzeccata abbiamo mantenuto una media non troppo distante da quella dichiarata (4,4,/4,7 WLTP) solo per via dei saliscendi liguri e un po’ di piede pesante.

Anche in autostrada la Niro viaggia lievemente, più rumorosa, ma per essere una spaziosa vettura “a benzina” del 2022 ci offre consumi davvero buoni. Anche per via della massa, di 1.490 Kg. netti (la più leggera "in famiglia"). Per chi siede al posto guida, gratificano abbastanza i due elementi display con lo strumento fin troppo ricco di informazioni e l'Infotainment molto facile da utilizzare, come le ultime Kia al debutto nei mesi scorsi.

Sono invece apprezzabili secondo gusto gli effetti di tonalità (almeno del prototipo in questione) per questi interni bio-sostenibili. La Niro HEV soddisfa in ripresa (con uno 0-100 Km/h in 10,4 secondi) ma non per allungo e velocità massima 165 Km/h, ammesso che per qualche situazione possa servire.

È anche silenziosa e buona negli assemblaggi, con evidenza di rumorosità da rotolamento solo alle alte velocità, secondo il fondo stradale. La visibilità posteriore non è il massimo, pensando che non siamo su un SUV: serve la retrocamera. Utili e funzionali anche i vani: non eccessivi oer dimensione ma ben rivestiti e dotati di elementi frazionamento, che non fanno sbattere nulla.

Sulla Niro di allestimento superiore presente anche il tetto apribile, un must per qualcuno che deve solo dire no, agli eccessi di lusso o di prestazione. Elementi che nemmeno ricerca Niro 2022. Gli ADAS, anche se di prototipo si tratta, intervengono tutti nella maniera dovuta, abbastanza gentili anche per eventi inattesi.

Niro HEV sul mercato

Sfruttando gli incentivi si potrà a breve pensare di ordinare la nuova Kia Niro ibrida HEV, che ha tre allestimenti: Business, Style ed Evolution (simile a quello dell’auto pre-serie in foto e video). La Casa ha giustamente pensato alla versione Business solo per questa ibrida full, tra le diverse Niro, apprezzata anche da chi lavora e al debutto con listino da 30.500 euro. Sono inclusi cerchi 16”, luci diurne LED, passaruota/fasce laterali a contrasto, navigatore touch 10,25”, Smart Key, clima automatico, frenata d’emergenza e mantenimento carreggiata (LKA e LFA).

Per salire alle altre due versioni di Kia Niro HEV ci sono aumenti di prezzo da 2.000 euro ciascuna: ovvero 32.500 € la Style, che tra le altre cose usa cerchi 18” e adatta la velocità ai limiti automaticamente, accontentando parecchia utenza senza dover arrivare alla top di gamma. Per quanto riguarda gli accessori non ce ne sono moltissimi, solo un pacchetto previsto, ma la dotazione è buona anche nell'allestimento intermedio pensando al target di questa vettura.

Le promozioni giocano un effetto particolare, di questi tempi, la Casa coreana propone un anticipo di € 6.200 con rate da € 229 per avere la versione Businees, della Niro, inclusa assicurazione e persino manutenzione ordinaria, nel primo anno. La garanzia invece è la classica 7 anni senza limiti di percorrenza. Sono diverse ma nemmeno troppe le rivali di Kia Niro, sul mercato auto 2022, delle ibride medie senza spina. Su tutte Toyota e tutte confrontabili facilmente, grazie allo strumento dedicato di automoto.it, a questo link.

Pregi e difetti

Pro

  • Approccio semplice, Consumi, Cresciuta personalità e Garanzia

Contro

  • Prestazioni assolute, Dinamica se portata a limite, Visibilità posteriore

Scheda Tecnica - Kia Niro HEV (SG2)

Powertrain
Gasoline hybrid electric (HEV) 
1.6-litre / 141PS GDi Hybrid electric
Type                           Four cylinder naturally aspirated in-line 
Capacity                     1,580 cc  
Bore and stroke        72 x 97 mm  
Compression ratio    14.0
Max power                 105PS @ 5,700rpm  
Max torque                147Nm @ 4,000rpm 
Valve system             16 (four per cylinder) Intake and exhaust CVVT
Fuel system               Gasoline direct injection
 
Battery and electric motor
Battery type               Lithium-ion polymer 
Battery voltage          240V 
Battery energy          1.32kWh 
Max power (motor)   32kW
Max torque (motor)   170Nm
 
Fuel economy            4.4 - 4.7
(combined, L/100km)* 
CO2 emissions          100 (16” wheels) / 107 (18” wheels) 
(weighted combined, g/km)* 
 
0-100 km/h                 10.4 seconds 
Top speed (km/h)      165 (16” wheels)
Transmission:           Six-speed dual-clutch transmission (6DCT) 

Drivetrains 
Front-wheel drive (FWD) 
Suspension         Multi-link (rear) type with MacPherson struts (front)
Steering 
Type               Column-type motor-driven power steering (C-MDPS) 
Steering ratio (mm)  13.7 (HEV) 
Turns (lock-to-lock)  2.57 (HEV) 
Turning radius (m)     5.3 
Wheels and tyres 
Standard                    Alloy 16-inch, 205/60R16 (Standard on HEV/PHEV) 
Alloy 18-inch, 225/45R18 (Optional on HEV/PHEV)
Spare                          Standard tyre mobility kit / Optional temporary steel 
spare wheel or full-size alloy wheel available on HEV 
Brakes 
Front                           280x25mm (HEV/PHEV) 305X25mm (BEV), ventilated discs 
Rear                            284x10mm, (HEV/PHEV/BEV), ventilated discs
Dimensions (mm) 
Exterior 

Overall length            4,420               Overall width             1,825 
Overall height            1,545 (HEV/ PHEV)                   
Wheelbase                 2,720               Front overhang         895
Rear overhang          805                  Ground clearance     160 (HEV/ PHEV) 
Interior 
1st row                       2nd row                       
Head room                 1,028               1,005 (HEV/PHEV) 967 (BEV)
Leg room                   1,053               1,011 (HEV/PHEV) 938 (BEV) 
Maximum cargo capacity (litres) 
                                      Behind 2nd row    With rear seats folded
Hybrid electric (HEV)                       451             1445 
Fuel capacity (litres) 
Fuel tank                            42 (HEV)
Weights (kg) 
Curb weight (maximum)      1,490 (HEV) 
Gross weight (maximum)    1,940 (HEV) 
Tow load, without brake      600 (HEV & PHEV)
Tow load, with brake            1,300 (HEV & PHEV)

Caricamento commenti...
Kia Niro
Tutto su

Kia Niro

Kia

Kia
Viale Certosa, 211
Milano (MI) - Italia
848 582 588
https://www.kia.com/it/

  • Prezzo da 26.750
    a 43.000 €
  • Numero posti 5
  • Lunghezza da 436
    a 442 cm
  • Larghezza da 180
    a 182 cm
  • Altezza 154 cm
  • Bagagliaio da 324
    a 1.445 dm3
  • Peso da 1.415
    a 1.594 Kg
  • Segmento Suv e Fuoristrada
Kia

Kia
Viale Certosa, 211
Milano (MI) - Italia
848 582 588
https://www.kia.com/it/