primo test

Volkswagen Up! restyling [Video Prime Impressioni]

-

Leggero maquillage, dotazioni e motori aggiornati per la piccola di Wolfsburg. In listino a partire da 11.000 euro

Anche per la Volkswagen Up!, in listino a partire da 11.000 euro, è arrivato il momento di un leggero restyling: leggero perché i nuovi dettagli che caratterizzano il M.Y. 2016 dai precedenti non sono poi così tanti ma soprattutto non vanno a modificare in modo sostanziale il look della vettura.

Modificare no, insomma, ma evolvere ed aggiornare sì: è questo lo spirito, dunque, con cui a Wolfsburg hanno accettato la sfida di rinnovare un prodotto di grande successo in Europa e numericamente interessante anche in Italia dove a far la voce del padrone rimane comunque la Fiat con i best seller Panda e 500. Aggiornamenti che vanno a rivedere il frontale, con un cofano dalle nervature più marcate ed un paraurti di ispirazione Golf GTE, ma anche la zona posteriore con un diverso profilo interno dei fari.

Tra le novità anche l'introduzione degli indicatori di direzione integrati agli specchietti, ma anche una gamma colori più estesa, nuovi set di cerchi in lega ed una gamma di motori inedita.

Gli interni sono stati evoluti alla stregua dell'aggiornamento estetico e così a fianco della stragrande maggioranza di dettagli già noti entrano a far parte delle possibilità di dotazione anche sistemi come la frenata automatica che, fino a 30 km/h, è in grado di arrestare completamente la Up! evitando impatti con la vettura che precede. Tra le novità anche la nuova radio che è stata migliorata nel look e nelle funzionalità: ora è in grado anche di interagire con gli smartphone di ultima generazione attraverso una specifica app che monitora anche le condizioni del veicolo.

Gli allestimenti della Up! rimangono gli stessi: take up! (base), move up! (clima, cruise, fendi, sensori di parcheggio) e high up! che aggiunge anche i cerchi da 15" e finiture raffinate per gli interni. Per chi volesse il top c'è anche una versione Beats Audio (+1400 euro) che comprende un impianto audio con 7 altoparlanti da 300 watt. 

Il nuovo muso della Up! si ispira a quello della Golf GTE
Il nuovo muso della Up! si ispira a quello della Golf GTE

Migliorata anche la gamma motori. Alla base ci sono sempre i 3 cilindri benzina aspirati da 60 e 75 cv (benzina) e da 68 cv (metano) mentre per chi vuole il massimo c'è anche il turbo benzina da 90 CV. Una vera novità, quest'ultima unità, pensato per assicurare alla Up! una discreta verve (185 km/h, da 0 a 100 km/h in 10 secondi) senza esagerare nei consumi che si attestano (dichiarati) a 22,7 km/litro. 

La Up! è certamente più moderna della versione uscente ma, come del resto le cugine Seat e Skoda, non emoziona

Dal vivo: com'è fuori

Lunga 360, larga 164 ed alta 148 cm (passo 241) la Up! vanta un bagagliaio di 251 litri estendibile a 951 abbattendo gli schienali posteriori. Valori interessanti per una citycar che si aggiorna nel look per rimanere giovane ed attuale pur assicurando una forte continuità con il passato. La Up! è certamente più moderna della versione uscente ma, come del resto le cugine Seat e Skoda, non emoziona. Era e rimane evidentemente un prodotto ben studiato per la città con sbalzi ridottissimi e soluzioni che permettono alla vettura di essere agile e funzionale nella vita quotidiana, sia nella versione a 3 che nella cinque porte.

Dal vivo: com'è dentro

E' una Volkswagen ed in quanto tale bada alla sostanza ed alla durata nel tempo. Come per il look esterno anche le forme degli interni sono tutt'altro che emozionanti: quello che ci piace, però, è l'ergonomia (si sta comodi, anche i più alti) e la facilità d'uso di tutti i comandi. Sotto questo punto di vista in Volkswagen hanno fatto davvero un bel lavoro sin dall'inizio.

Ottima l'ergonomia del posto guida. Anche i più alti si trovano a proprio agio
Ottima l'ergonomia del posto guida. Anche i più alti si trovano a proprio agio

Notevole il miglioramento del sistema multimediale, funziona molto bene in abbinamento con iPhone, mentre in termini di spazio per i bagagli nonostante il valore dichiarato sia notevole per una citycar l'impressione è quella che il vano bagagli sia un po' piccolo.

Come si guida

Per l'occasione abbiamo scelto di guidare la nuova mille tre cilindri da 90 CV. Un motore che già conoscevamo in altri prodotti del Gruppo e che abbiamo ritrovato con piacere sotto al cofano di Up!: questo perché i 90 CV di cui dispone, uniti ai 160 Nm di coppia massima disponibili tra i 1.500 ed i 3.500 giri, permettono alla vettura di ottenere prestazioni brillanti. Scherzando i vertici Volkswagen ci hanno tenuto a sottolineare che la Golf GTI prima serie andava esattamente come l'ultima generazione di Up! 1.000 turbo. 

Il suo ambiente prediletto è la città, dove le sconnessioni vengono assorbite molto bene dal reparto sospensioni
Il suo ambiente prediletto è la città, dove le sconnessioni vengono assorbite molto bene dal reparto sospensioni

Potere della leggerezza e delle dimensioni compatte, ma per quanto concerne la guidabilità a Wolfsburg hanno fatto davvero un buon lavoro per permettere alla Up! di essere piacevole e sincera da guidare anche con 90 CV: un lavoro che si ritrova guidando nel misto ma che non penalizza troppo la guida in città dove buche e sanpietrini vengono assorbiti piuttosto bene nonostante la gommatura più sportiva rispetto alle versioni d'accesso.

In conclusione

La nuova Up! è una vettura concreta e di sostanza: è tecnologica, anche nel look, ma non emoziona. E' una vettura che si compra con un occhio al portafoglio ed uno alla qualità nel contesto di un segmento e di una fascia di prezzo in cui dominano vetture come la Fiat Panda. 

Pregi e difetti

  • Motore 1.0 turbo - Sicurezza attiva - E' comoda, anche per i più alti
  • Il look non emoziona - Il bagagliaio è piccolo

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Volkswagen up!
Maggiori info
Volkswagen
  • VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.P.A. Viale G.R. Gumpert, 1
    37137 Verona (VR) - Italia
    800 865 579   http://it.volkswagen.com