Più veloce della Carrera GT

Porsche 918 Spyder: gira in 7’14’’ al ‘Ring

-

La Porsche 918 Spyder ha strappato un tempo di 7'14'' alla Nordschleife, risultando più veloce di 18 secondi rispetto alla Carrera GT

Porsche 918 Spyder: gira in 7’14’’ al ‘Ring

Far registrare un buon tempo sul giro al Nürburgring ormai è divenuto un percorso obbligato per tutte le Case automobilistiche che si apprestano a lanciare sul mercato nuovi modelli sportivi. Il ‘Ring è diventato un vero e proprio punto di riferimento per giudicare le prestazioni di una vettura, tanto che i costruttori fanno a gara per batteri nuovi record e far registrare tempi sempre migliori. 

La Casa di Zuffenhausen per esempio ha messo alla prova tutti gli ultimi suoi modelli sulle insidiose curve della Nordschleife e non poteva certo risparmiarsi con la nuovissima Porsche 918 Spyder, incredibile supercar ibrida, ambasciatrice dell’eccellenza tecnologica sviluppata in campo automobilistico dal costruttore tedesco.


Un esemplare ancora in fase di sviluppo della 918 Spyder ha percorso un giro completo della Nordschleife (22,8 Km) facendo registrare un tempo di 7 minuti e 14 secondi. Per avere un termine di paragone basta pensare che la 911 991 ha percorso il ‘Ring in 7 minuti e 40 secondi, mentre la nuova Boxster ha chiuso il giro in 7 minuti e 58 secondi.

Si tratta di un risultato notevole per la Casa tedesca dal momento che si dimostra ben al di sotto dei 7 minuti e 22 secondi fissati come obiettivo dagli ingegneri tedeschi prima di effettuare il test. Inoltre il tempo si rivela inferiore di 18 secondi rispetto a quello ottenuto dalla Porsche Carrera GT, la vettura di cui la 918 Spyder raccoglie in parte l’eredità.

Il costruttore non ha dichiarato il pilota che è riuscito a strappare questo tempo, ma ha aggiunto che il prototipo utilizzato per il giro lanciato era dotato del Weissach Package, un kit che sarà disponibile in via opzionale anche sulla vettura di serie, studiato per i clienti che desiderano un'auto più calibrata per l’utilizzo in pista. Al momento la Casa tedesca non ha rivelato i dettagli relativi al kit ma è facile presupporre che sarà composto da appendici aerodinamiche supplementari, cerchi in lega sportivi ultra-leggeri e cinture di sicurezza a sei punti, ma potrebbe includere anche una diversa taratura delle centraline elettroniche per ottimizzare ulteriormente il funzionamento del powertrain ibrido.

 



Molto probabilmente inoltre la gloriosa livrea Martini Racing, disponibile in via opzionale sulla 918 Spyder grazie ad un accordo stretto con la Bacardi & Company Limited, sarà offerta in abbinamento al Weissach Package. Già entrata a pieno diritto nel nostro listino, la Porsche 918 Spyder può contare su un V8 da 4.6 litri aspirato abbinato a due motori elettrici per una potenza complessiva di circa 795 CV. Il powertrain ibrido inoltre è in grado di scaricare al suolo 750 Nm di coppia massima, mentre secondo il costruttore assicura consumi medi contenuti nell’rodine dei 3 l/100 Km con emissioni di CO2 che non superano la soglia dei 70 g/Km.

Risultati resi possibili dalla possibilità di veleggiare a zero emissioni, sfruttando esclusivamente la forza motrice sviluppata dalla unità elettriche, per 25 Km. La vettura dovrebbe essere in grado di raggiungere i 100 Km/h con partenza da fermo in meno di 3 secondi e di toccare i 325 km/h di velocità massima.

 

  • marco76_2, CASSANO MAGNAGO (VA)

    Anche questa va a benzina...

    E la 599XX nel 2010 ha girato sotto i 7minuti. :)
  • marines89, Biassono (MB)

    che ridere

    Curioso dire che un'auto con un 4.6 V8 aspirato possa fare i 33,3 con un litro. Successivamente citate che l'autonomia della propulsione elettrica è di 25km. Conti fatti significa che i restanti 8,3 km li consuma il motore termico con un litro (molto probabile a velocità fissa di 90km/h)
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche 918
Modelli top Porsche
Maggiori info
Porsche