interviste

Capelett, Jaguar: «L'alluminio rende la nuova XF agile, sicura ed efficiente»

-

Director Body Engineering della Casa del giaguaro ci parla della nuova XF. La seconda generazione della segmento E britannica è più leggera ma anche più efficiente e piacevole da guidare rispetto al passato. Ideale per il mercato italiano la motorizzazione 20d da 180 CV

Capelett, Jaguar: «L'alluminio rende la nuova XF agile, sicura ed efficiente»

Pamplona - La seconda generazione di Jaguar XF sta per arrivare in concessionaria andando a rappresentare il secondo tassello di un rinnovamento estramemente interessante non solo per i modelli coinvolti ma anche per la rapidità con cui i nuovi prodotti si stanno affacciando sul mercato: dopo il lancio della XE ed il debutto della XF, infatti, in 12 mesi i vertici Jaguar lanceranno anche il nuovo SUV/crossover F-Pace. Della nuova XF, disegnata da Ian Callum, e delle nuove tecnologie Jaguar ne abbiamo parlato con Carlos Capelett, Director Body Engineering della Casa del giaguaro

 

Dopo XE anche XF utilizza una struttura in alluminio. Si tratta della stessa piattaforma?

«Sì, siamo partiti dalla stessa piattaforma, completamente in alluminio, della segmento D XE per dare vita alla nostra nuova XF. In realtà quello che rimane della XE è poco meno del 15%, ma in termini di tecnologia costruttiva e di processi si può tranquillamente parlare di due strutture paragonabili». 

 

Quali sono i punti chiave del nuovo telaio in alluminio?

«Abbiamo voluto dare ad XF leggerezza e rigidità con l'obiettivo di renderla agile e piacevole da guidare ma allo stesso tempo efficiente e quindi più economica delle rivali in termini di costi vivi di gestione. L'efficienza per noi è un ossessione e non è un caso se abbiamo omologato il consumo (4l/100 km) ed il valore di emissione di CO2 (104 g/km) più basso dell'intero segmento E con motorizzazione tradizionale». 

jaguar xf 1280
La nuova Jaguar XF vanta un Cx pari a 0,26, un valore molto basso per una berlina di questa categoria

 

E' evidente che avete lavorato sodo anche sull'aerodinamica. Come siete intervenuti?

«Sì, l'aerodinamica è un fattore che condiziona consumi e prestazioni ma anche la rumorosità del veicolo a bordo. Abbiamo così messo a punto dei software che ci permettessero di valutare al meglio l'impatto dell'aria sulla vettura, sia sotto che sopra, andando a cercare poi riscontro in galleria del vento. Abbiamo ottenuto il valore di Cx pari a 0,26 che è eccellente per una vettura di questa categoria e con queste caratteristiche di spazio a bordo».

 

L'alluminio offre reali vantaggi rispetto all'acciaio?

«Dipende sempre da come si fanno le strutture in alluminio. Noi in Jaguar abbiamo trovato notevoli vantaggi tanto che la XF quattro cilindri a gasolio pesa ben 190 kg in meno rispetto alla corrispettiva XF 2.2d di precedente generazione. La XF pesa il 10% in meno della vecchia in termini strutturali ma è anche più rigida del 25%. Usiamo non solo l'alluminio ma anche il magnesio a tutto vantaggio del peso in aree strategiche del veicolo».

 

Come al solito Jaguar cerca di porsi come riferimento in termini di guidabilità. Oltre al telaio in alluminio che cosa c'è di nuovo in questa XF?

«C'è molto di nuovo a partire dalle sospensioni, che sono delle multilink dietro e doppio braccio davanti. Ci sono anche soluzioni elettroniche interessanti, come quelle legate alla "lettura" della strada ed all'adattamento del controllo di trazione sulla base del grip disponibile. C'è poi il sistema torque vectoring che frena la ruota posteriore interna per ottenere un miglior ingresso in curva eliminando eventuali fenomeni di sottosterzo». 

Abbiamo voluto dare ad XF leggerezza e rigidità con l'obiettivo di renderla agile e piacevole da guidare ma allo stesso tempo efficiente e quindi più economica delle rivali in termini di costi vivi di gestione. L'efficienza per noi è un ossessione

 

In termini di motori qual è stato il maggior passo avanti?

«Sicuramente il motore 20d Ingenium. Si tratta di un motore interamente costruito da noi, naturalmente in alluminio, che vanta una struttura molto rigida ed un sistema di iniezione di carburante molto sofisticata. Abbinato al cambio manuale ci pone ai vertici di consumi ed emissioni con un miglioramento del 24% rispetto alla XF 2.2d. Abbiamo fatto un lavoro eccezionale anche sul nostro tremila turbodiesel che ora ha 300 CV e 700 Nm di coppia massima».

 

E' la miglior Jaguar di sempre?

«Sì assieme alla XE ed alla prossima F-Pace questa nuova XF pone dei nuovi punti di riferimento non solo per Jaguar ma anche per i veicoli di pari segmento della concorrenza. Siamo davvero fieri del lavoro che abbiamo fatto».

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Jaguar XF
Modelli top Jaguar
Maggiori info
Jaguar