novità

Lamborghini Huracan STO: “Super Trofeo Omologata” da 640 CV e 1.339 kg

-

640 CV per la versione racing ma con la targa della V10 di Sant'Agata Bolognese. Ecco com'è la Huracan più brutale mai vista

Prendi una Lamborghini Huracan, aggiungi i pezzi forti delle Huracan Super Trofeo e GT3 ed otterrai la Lamborghini Huracan STO, una versione dura e pura della V10 di Sant'Agata Bolognese dedicata a chi preferisce la prestazione bruta all'usabilità.

La sigla “STO” con cui è stata battezzata questa versione della Huracan sta infatti per “Super Trofeo Omologata” ed indica una Huracan che «trasferisce direttamente le tecnologie della Huracan Super Trofeo EVO e attinge ai successi unici della Huracan GT3 EVO, che ha ottenuto tre vittorie consecutive alla 24 Ore di Daytona», per dirla con le parole di Stefano Domenicali, numero uno della Casa del Toro.

Come le versioni da corsa, la Huracan STO è innanzitutto a trazione posteriore. Anche il motore è lo stesso aspirato V10 della Huracán EVO e della Super Trofeo, che sprigiona una potenza di 640 CV e 565 Nm di coppia a 6.500 giri/min, che trasferito in questa versione stradale consente prestazioni da urlo: da 0 a 100 km/h in 3 secondi, da 0 a 200 km/h in 9 secondi e una velocità massima di 310 km/h.

Se non fosse per la targa, sarebbe facile scambiare la STO per una Huracan Super Trofeo...
Se non fosse per la targa, sarebbe facile scambiare la STO per una Huracan Super Trofeo...

Con un peso a secco di 1.339 kg, la Huracán STO pesa 43 kg in meno rispetto alla già leggera Huracan Performante. Il rapporto peso/potenza scende a 2,09 kg/CV.

Il 75% della carrozzeria è in fibra di carbonio, ma Lamborghini ha fatto di più, adottando per il parafango posteriore una struttura a “sandwich” utilizzate anche nel settore aerospaziale. Grazie a questa tecnologia, la Huracán STO utilizza il 25% in meno di fibra di carbonio mantenendo la stessa rigidità strutturale.

A livello di telaio, sono state adottate le quattro ruote sterzanti, cerchi in magnesio con pneumatici Bridgestone Potenza appositamente sviluppati, carreggiata aumentata, boccole per sospensioni più rigide, barre antirollio specifiche, il sistema di sospensioni adattive MagneRide 2.0 di Lamborghini e freni con dischi carboceramici Brembo CCM-R con una resistenza alle sollecitazioni che aumenta del 60% rispetto ai CCB tradizionali, con un miglioramento della potenza frenante massima del 25% e una decelerazione longitudinale superiore del 7%.

Tre le modalità di guida specifiche per la Huracan STO: la modalità standard “STO” è adatta alla guida su strada e ai percorsi tortuosi, l'impostazione “Trofeo” serve per realizzare i migliori tempi su giro in pista (l'ESC si può mantenere inserito, oppure può essere escluso), mentre la modalità “Pioggia” la rende più docile sul bagnato ottimizzando il controllo della trazione, la ripartizione di coppia, l'azione delle ruote sterzanti posteriori e dell’ABS.

Sedili racing con cinture a quattro punti e roll bar in titanio firmato Akrapovic per l'abitacolo della Huracan STO
Sedili racing con cinture a quattro punti e roll bar in titanio firmato Akrapovic per l'abitacolo della Huracan STO

Molto raffinato lo studio aerodinamico che ha impegnato i tecnici emiliani. L’efficienza aerodinamica migliora del 37% e la deportanza cresce del 53% rispetto alla Huracán Performante attraverso un frontale che ricalca pari pari quello tipico delle GT da corsa: cofano, paraurti e parafanghi anteriori formano infatti un pezzo unico che adotta nuove prese d’aria per il raffreddamento del motore e allo stesso tempo con funzioni aerodinamiche, un nuovo splitter anteriore che convoglia il flusso d’aria verso il sottoscocca e i passaruota aperti per diminuire la pressione che si forma all'interno.

Al retrotreno si nota un nuovo parafango posteriore mutuato dalla Huracan Super Trofeo EVO con condotto NACA integrato e la tipica pinna longitudinale delle auto da corsa, oltre ad uno scoop che contribuisce al raffreddamento del V10. L'alettone posteriore è regolabile in tre posizioni.

La “cabina di pilotaggio”, è il caso di dirlo, fa ampio uso di carbonio a vista che addirittura sostituisce i tappetini. C'è anche un rollbar con portacaschi a cui sono ancorate le cintura di sicurezza a quattro punti realizzato in titanio e fornito dalla specialista Akrapovic.

La consegna ai primi clienti della nuova Lamborghini Huracan STO è prevista per la primavera del 2021 al prezzo per l'Europa fissato in 249.412 euro tasse escluse.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Lamborghini Huracán Coupé
Modelli top Lamborghini
Maggiori info
Lamborghini