anteprime

Nuova Mercedes GLA: ora è un po’ più SUV

-

Cresce soprattutto in altezza per avvicinarsi maggiormente al mondo degli sport utility, migliora in abitabilità e presto sarà anche ibrida plug-in

Con la nuova Mercedes GLA si chiude il rinnovamento della famiglia della compatte della Casa della Stella, avviato con la due volumi Classe A e, da quest’anno, arricchita con l’avvento del GLB, passando per la CLA berlina ribattezzata Classe A Sedan e Shooting Brake.

La versione 2020 della GLA è leggermente più corta della precedente con 4,41 metri (perde quasi un centimetro e mezzo), ma è un po’ più larga (+3 cm) e soprattutto più alta: la differenza con la generazione uscente è di ben 10,4 cm, con un’altezza che ora si attesta a quota 1,61 metri.

Evolve anche il look, che presenta spalle più larghe per via della carreggiata accresciuta ma anche sbalzi corti, nervature sul cofano che la rendono più sportiveggiante, portiere che si estendono fino ai longheroni per preservare dalla sporcizia le gambe quando si sale a bordo e luci posteriori sdoppiate, che hanno permesso di ottenere una maggiore apertura del vano di carico per facilitare la sistemazione dei bagagli. Ottimo il Cx, pari a 0,28.

La versione più potente, la AMG GLA 35 da 306 CV
La versione più potente, la AMG GLA 35 da 306 CV

Grazie al passo maggiorato di 3 cm e all’allargamento delle carreggiate di 4,6 cm, l’abitacolo offre adesso molto più spazio a bordo: migliora l’abitabilità soprattutto per i passeggeri del divano posteriore (a scorrimento come optional), che dispongono di oltre 11 cm in più per le gambe. Inoltre il bagagliaio passa da 421 litri ad una capacità di 435 litri.

I vantaggi rispetto alla serie precedente sono anche per guidatore e passeggero anteriore, che adesso hanno migliore visibilità grazie alla seduta più alta di 14 cm rispetto a Classe A e di 5 cm rispetto a Classe B. A migliorare la qualità della vita a bordo per chi guida ci sono anche i sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione. Oltre al cruise attivo e alla frenata automatica, il pacchetto prevede anche funzione assistenza di svolta, la funzione corridoio di emergenza, il sistema di prevenzione degli urti laterali e l'avvertimento che segnala la presenza di persone sulle strisce pedonali.

La strumentazione è offerta in tre configurazioni: la prima prevede due display da 7 pollici (17,78 cm), la seconda un display da 7 pollici e uno da 10,25 pollici (26 cm) e la terza una variante widescreen con due display da 10,25 pollici. La dotazione di serie include il sistema di Infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience).

Una vista della plancia della nuova GLA
Una vista della plancia della nuova GLA

La nuova GLA mantiene le motorizzazioni a 4 cilindri delle restanti “cugine” delle Serie A. Quanto a potenze ce n’è per tutti i gusti: si va dal “risparmioso” benzina 1.3 litri da 163 CV della GLA 200 al 2 litri da 306 CV della AMG GLA 35 4Matic ed è già in preparazione un modello con propulsione ibrida plug-in di terza generazione.

Le versioni a trazione integrale permanente 4Matic si accompagnano alla presenza di serie del pacchetto Offroad, che comprende una speciale funzione di illuminazione Offroad adatte a riconoscere meglio gli ostacoli nella guida notturna in fuoristrada, un programma di marcia aggiuntivo, la rappresentazione realistica del grado di pendenza, dell'angolo d'inclinazione e delle impostazioni tecniche nel display multimediale e l'ausilio alla marcia in discesa.

La nuova GLA è prodotta a Rastatt (Germania), a Hambach (Francia) e a Pechino (Cina) per il mercato locale. In Europa sarà disponibile a partire dalla primavera del 2020.

  • barbasma_521775, Azzate (VA)

    Bella, senza fronzoli, filante, non sembra nemmeno un suv tedesco dopo le audi e bmw da giostraio con prese d'aria e calandre da camion.
Inserisci il tuo commento
Altri su Mercedes-Benz GLA suv
Modelli top Mercedes-Benz
Maggiori info
Mercedes-Benz