Novità

Seat Leon 2020, tolti i veli alla quarta generazione della compatta [VIDEO]

-

Seat ha svelato la quarta generazione della sua compatta, Leon: ecco dati e foto dell’attesa Seat Leon 2020

Dopo 2,2 milioni di esemplari venduti nel mondo, Seat Leon inizia un nuovo capitolo, quello della sua quarta generazione, presentata ufficialmente oggi. Formula vincente non si cambia, e così la nuova Leon si basa sul family feeling della casa di Martorell, portando però più grinta e sportività nel design del modello. La nuova Seat Leon è stata completamente riprogettata, ed ora vanta dimensioni diverse e forme inedite. La vettura sarà disponibile sia in versione Hatchback che Sportstourer. Le dimensioni (lunghezza-larghezza-altezza) sono pari a 4,37–1,8–1,46 metri per la prima e 4,64-1,8-1,45 metri per la seconda.

La Seat Leon 2020 vanta una forte evoluzione del linguaggio stilistico, con ancora più personalità grazie a proporzioni migliorate, un frontale grintoso e linee più fluide. Ciò che colpisce è senza ombra di dubbio la parte frontale, che eredita lo sguardo di Tarraco con i nuovi ed accattivanti gruppi ottici Full-LED a 44 elementi e 900 lumen dalla caratteristica firma luminosa tridimensionale e dalla posizione “incassata” che creano uno sguardo più cattivo.

Anche il cofano ha linee più muscolose ed è leggermente più lungo rispetto alla generazione precedente e fa spazio a montanti arretrati. Ovviamente presenti gli indicatori di direzione dinamici. Le fiancate mostrano nervature che creano giochi di luce e sfumature di colore della vettura. La parte posteriore vanta un inedito ed apprezzato gruppo ottico a LED coast to coast, interamente illuminato. Le forme della parte posteriore, anche grazie allo spoiler sono dinamiche e “veloci” anche a veicolo fermo. In generale è migliorato anche il coefficiente di penetrazione aerodinamica dell’8%.

Il design degli interni vede una rivoluzione totale. Il cruscotto estende virtualmente le superfici in orizzontale ed ha un effetto fluttuante che dona più spazio percepito. Al centro troviamo un display da 10 pollici del sistema infotelematico, la cui interfaccia è stata realizzata internamente, capace di riconoscere gesti ed essere compatibile con Android Auto ed Apple Carplay wireless, comandi touch ed un tunnel centrale dove spicca la “leva” del cambio DSG completamente “by-wire”, ovvero con un selettore di piccola dimensione. La zona di comando vede un volante sportivo tagliato nella parte inferiore con paddle integrati e come quadro strumenti un’unità completamente digitale da 12,3 pollici. Sedili ed elementi interni hanno un design moderno e sportivo e vantano un ottimo equilibrio con la personalità della vettura. La capacità del bagagliaio è pari a 380L per la hatchback e 617L per la Sportstourer.

Gli interni della Seat Leon 2020
Gli interni della Seat Leon 2020

La nuova Leon si basa sulla piattaforma MQB Evo, la più avanzata da un punto di vista di integrazione delle ultime tecnologie di guida e di sicurezza. Il pianale MQB, ricordiamo, è una piattaforma che prevede che solo alcuni componenti chiave del telaio, come i supporti motore ed elementi di comando, siano condivisi per facilitare e rendere scalabile il processo di produzione. Il resto viene modificato e adattato a piacimento della singola casa. Leon vanta uno schema sospensivo MacPherson all’avantreno e multilink al retrotreno, è predisposta per ospitare una trazione integrale dove la motricità delle ruote posteriori è controllata da un giunto Haldex ed è atta ad ospitare comandi del cambio automatico e freno di stazionamento by-wire.

La nuova Seat Leon punta ad essere la vettura più sicura mai prodotta dal marchio, grazie a nuovi sistemi ADAS. Si parte dalla regolazione attiva dell’assetto (DCC), cruise control ACC adattivo e predittivo integrato con il GPS, Emergency Assist 3.0 in grado di fermare in sicurezza la vettura in caso di mancata risposta del conducente, Travel Assist come soluzione di guida automatizzata fino a 210KM/h e Side e Exit Assist che avviseranno, all’apertura delle portiere, di un’eventuale auto, pedone o ciclista in arrivo.

Il tre quarti posteriore della Seat Leon 2020
Il tre quarti posteriore della Seat Leon 2020

La nuova Leon vanta una gamma completa ed eterogenea di propulsori e alimentazioni; per quanto concerne i benzina troviamo il 1.0L 3 cilindri turbo con potenze tra 90 e 110 CV ed il 1.5L 4 cilindri turbo da 130 o 150 CV. Continuiamo poi con il motore gasolio, il nuovo 2.0L introdotto con Golf 8 che va a sostituire le cubature più piccole con maggiore efficienza e prestazioni, declinato qua in variante da 150CV e disponibile anche con trazione integrale.

Completano la gamma le soluzioni Plug-In Hybrid 1.4TSI con 60Km di autonomia in solo elettrico e 204Cv di potenza, il 1.5L TGI (metano) da 130CV e il 2.0 TSI da 190CV al vertice dell’offerta. I motori benzina1.0L 110CV e 1.5L 130CV possono essere abbinati ad un sistema Mild Hybrid a 48V e utilizzano entrambi un ciclo Miller (anziché Otto) e un turbocompressore a geometria variabile per migliorare l’efficienza.

La nuova Seat Leon arriverà nel secondo quadrimestre del 2020 a prezzi, in attesa di autorizzazione per la comunicazione, molto competitivi. Gli allestimenti sono Reference, Style, Xcellence o FR ed in Italia arriveranno versioni particolarmente accessoriate e succose dal punto di vista delle richieste del nostro mercato, con un design ed elementi sportiveggianti e tecniche LED. La vettura è stata interamente progettata, sviluppata e prodotta a Barcellona presso lo stabilimento di Martorell.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su SEAT Leon
Modelli top SEAT
Maggiori info
SEAT