BMW M4 GT3 2022 arriva nel Campionato italiano con Timo Glock

Emiliano Perucca Orfei
Una vettura da gara che, pur seguendo strettamente il regolamento, ha avuto delle trasformazioni radicali per abbassare il baricentro. Scopriamo i segreti.
15 aprile 2022

Per il momento il nostro Emiliano Perucca Orfei non ha potuto saggiarne le doti…ma della nuova BMW M4 GT3 2022 se ne è innamorato: questo perché è oggettivamente un’auto da corsa che segna una forte evoluzione nel modo di concepire le auto per il GT3. A prima vista, infatti, nonostante l’auto sia in tutto e per tutto aderente al regolamento, manifesta evidentemente un profondo studio aerodinamico ma soprattutto un profondo riposizonamento degli organi meccanici che hanno portato il motore molto più in basso rispetto a quello di serie a tutto vantaggio del baricentro e della performance assoluta. Un baricentro che si trova ancora più in basso grazie all’allargamento delle carreggiate, che arrivano sino a 204 cm, ma anche più indietro rispetto all’auto di serie grazie all’adozione del cambio transaxle con tanto di radiatore (anche per il differenziale) posizionato appena sotto al maxi alettone posteriore.

Quello che colpisce dei 497 cm di sportività firmati BMW M è dunque la costruzione degna di una vettura DTM oltre che la capacità di inserirsi in tutto questo da parte del motore sei cilindri in linea P58, che grazie alla sua particolare architettura ha permesso di generare notevoli flussi in uscita dai radiatori anteriori sul cofano andando a migliorare l’aerodinamica con un effetto s-duct in stile F1. Con 590 CV e 700 Nm, la M4 GT3 è dunque abbinata ad un cambio Xtrac a sei marce con frizione elettroidraulica e porta con se dati di potenza ed erogazione migliori rispetto a quelli del V8 della M6: rispetto all'unità da 510 CV della M4 Competition, adotta il carter secco, gli scambiatori olio-acqua, l'aspirazione modificata e l'impianto di scarico Akrapovic laterale, posizionato a destra appena dietro la ruota anteriore. La M4 GT3, infine, offre uno speciale volante multifunzione in carbonio, sviluppato in collaborazione con la Fanatec, che può essere utilizzato indistintamente sia sulla vettura sia sul simulatore. In Italia la vettura correrà con i colori ufficiali di BMW Italia sotto la guida della Ceccato Racing con due piloti stranieri: Timo Glock, noto alle cronache della F1 per la vicenda del mondiale 2008 passato dalle mani di Massa a quelle di Hamilton nel giro di 30 secondi, e Jeans Klngmann.

L’ufficializzazione dell’equipaggio è arrivata all’autodromo di Misano Adriatico in occasione della conferenza stampa per i 50 anni del brand “M” alla presenza del Presidente di BMW Italia, dott. Massimiliano Di Silvestre. Otre alla Sprint, infatti, la M4 GT3 sarà impegnata anche nelle quattro gare di durata con l’equipaggio composto da Stefano Comandini, Giuseppe Fascicolo e Alfred Nilsson. Il debutto ufficiale sarà dal 21 al 24 aprile in occasione della prima prova della serie Sprint a cui seguiranno le tappe di Misano (3-5 giugno), Imola (2-4 settembre) e Mugello (21-23 ottobre), mentre l’Endurance scatterà a Pergusa dal 13 al 15 maggio, seguita dai week end di Mugello (15-17 luglio), Vallelunga (16-18 settembre) e Monza (7-9 ottobre).

Argomenti

Ultime da Prove

Da Moto.it

Caricamento commenti...
BMW Serie 3 Coupé
BMW

BMW
Via dell'Unione Europea 1
San Donato Milanese (MI) - Italia
02/51610111
https://www.bmw.it/it/home.html

  • Prezzo
  • Numero posti
  • Lunghezza
  • Larghezza
  • Altezza
  • Bagagliaio
  • Peso
  • Segmento
BMW

BMW
Via dell'Unione Europea 1
San Donato Milanese (MI) - Italia
02/51610111
https://www.bmw.it/it/home.html