Opel Astra e: batteria al 100%, in arrivo anche la station wagon

Pubblicità
Carlo Bellati
  • di Carlo Bellati
Dopo la Corsa e la Mokka, è il turno della Opel Astra di farsi avanti nel mondo delle full-electric. Berlina a 5 porte e, fra breve, anche la Sports Tourer familiare.
  • Carlo Bellati
  • di Carlo Bellati
16 giugno 2023

Il marchio del blitz, il fulmine Opel è molto familiare a noi italiani, ha una lunghissima tradizione di modelli molto popolari e considerati affidabili e robusti. La Opel Astra è stata poi  per molti anni fra le station wagon più apprezzate in assoluto. La corsa all’elettrico per Opel ha una storia rilevante (basti pensare alla Opel Ampera) ma l'integrazione con in modelli attuali è coincisa più o meno con l’acquisizione del marchio da parte di Stellantis – per chi non se lo ricordasse, prima era della General Motors – e da allora i progetti full electric seguono la roadmap del gruppo franco-italiano.

Una gamma a tre fasi

E questa propensione alle batterie ha già sfornato una bella messe di modelli come la Corsa-e che a maggio è stata la seconda elettrica più venduta in Italia e avrà importanti aggiornamenti in autunno, poi la bella Mokka elettrica. Si è puntato tanto sul design dentro e fuori per sottolineare le nuove caratteristiche tra l’altro rendono molto personale il look anteriore con questo frontale che si chiama Vizor.

Ad Astra con le batterie

Siccome però l’ Astra è sempre stata un vero cavallo di battaglia, ecco arrivata la versione a batterie che a Berlino debutta in società. Per la lunghezza e le dimensioni in generale non cambia praticamente nulla se fate il confronto con il modello a motore termico, che tra l’altro rimane in produzione e ha anche una versione sportiva plug-in che ha riportato in alto la sigla Gse. Lunghezza di 4 metri e 38 e larga il giusto per avere una bella estetica che è aumentata dalle ruote da 18 pollici e dal passo di 268 cm . E se a qualcuno non bastasse lo spazio di carico della berlina (che non è molto in rapporto alle dimensioni totali per via delle batterie sottostanti: 352 litri) ecco che fra pochi mesi arriva anche la familiare la grande Astra Station Wagon che è migliorata anche nel nome, si chiama Sports Tourer, un po’ più più lunga e con ben 516 litri di volume nel bagagliaio. L'Astra elettrica ha un discreto vantaggio nel peso rispetto alla concorrenza, perché arriva a poco più di 1670 kg, e questo dovrebbe può di certo darle un certo margine nell’autonomia.

Sedili di guida certificati AGR per la Opel Astra elettrica
Sedili di guida certificati AGR per la Opel Astra elettrica

Sedili anteriori a prova di mal di schiena

Appena aperta la porta appare un sedile abbastanza basso quanto a seduta, di sicuro più in posizione sportiva rispetto ad una Mokka, ma sopratutto sagomato al meglio per dare confort. Questo sedile è stato realizzato – come Opel fa già da anni - con la certificazione di AGR, che è un qualificato ente di ricerca sullì'ergonomia e sulla postura. Quindi la struttura e la forma sono state studiate non tanto per accentuare la sportività, ma per rende minima la fatica per le gambe e la schiena dopo un lungo viaggio. Ma quanto è veramente "lungo" un viaggio con una elettrica che ha una batteria “relativamente” piccola da 54 kWh?

Autonomia alta, consumi molto bassi

La Opel dice che si possono fare 418 km nel ciclo Wltp. Oggi non ho abbastanza tempo per metterla alla prova sulla lunga distanza, ma scelgo la modalita eco e devo notare che il valori medi si mantengono veramente molto bassi, addirittura nell'ordine dei 12-13 kWh/100 km, con punte di 18 solo in autostrada, senza correre troppo, diciamo a 120 km/h. Mente si viaggia si apprezzano la plancia e lil ragionamento che c'è dietro, oltre alla buona sensazione di qualità e di solidità e i non troppi fronzoli. Scelta azzeccata quella di aver messo dei tasti fisici sotto il display per il clima e qualche altra funzione molto comune. E una sacrosanta manopola del volume. Ci sono i tasti sul volante e anche un sistema di riconoscimento vocale che funziona quasi al primo colpo.

Spazio e prestazioni adeguate

Visto che questa è un’auto che deve servire alla famiglia lo spazio posteriore è importante, la porta si apre bene, con un buon angolo e passare non è un problema, il divano è abbastanza piatto ma c'è un tunnel centrale che crea un certo fastidio per chi siede al centro. il motore elettrico da 156 CV mi da la conferma che è pronto e di buona coppia, la citta e un misto leggero invogliano ad usare la posizione B del cambio, che aumenta il recupero. Non che si possa evitare l'uso dei freni, ma il la frenata rigenerativa diventa più intensa. Come sempre la guida in full electric è una favola, silenzio assoluto – non ci sono nemmeno fruscii aerodinamici – e spinta molto pronta anche dopo i soliti piccoli rallentamenti per il traffico. La velocità massima dell’Astra elettrica è di 170 km/h, magari qualche tedesco storcerà il naso pensando alle autobahn, ma invece è una limitazione più che ragionevole quando parliamo di una auto a batteria dove l’energia è così preziosa.

Pubblicità
Opel Astra
Tutto su

Opel Astra

Opel

Opel
Piazzale dell'Industria, 40
Roma (RM) - Italia
06-54652000
https://www.opel.it

  • Prezzo da 27.600
    a 48.050 €
  • Numero posti 5
  • Lunghezza 437 cm
  • Larghezza 186 cm
  • Altezza da 147
    a 149 cm
  • Bagagliaio da 352
    a 1.339 dm3
  • Peso da 1.332
    a 1.754 Kg
  • Segmento Tre volumi
Opel

Opel
Piazzale dell'Industria, 40
Roma (RM) - Italia
06-54652000
https://www.opel.it