prova su strada

Opel Insignia

Avanzato concetto di ammiraglia
-

Sottoposta ad un profondo lavoro di revisione, si propone con linea più gradevole, nuove e più performanti versioni di motore ed evoluto sistema di infotainment. A partire da 27.450 euro

Opel Insignia

In Germania è già autunno, ma per gli uomini Opel non c’è tempo per fermarsi. Come per Oracle, impegnata nell’incredibile rimonta su New Zealand: data per quasi decotta solo qualche anno fa, l’azienda di Rüsselsheim ha invertito la rotta ed ora annuncia di puntare al ritorno degli utili entro il 2016, promette oltre venti modelli inediti e grazie anche all’iniezione di denaro fresco giunto da Detroit, mette in cantiere nuovi investimenti negli impianti ad alta tecnologia per la produzione di componenti e motori moderni, come quello appena stanziato di ben 130 milioni di euro per lo stabilimento di Kaiserslautern, che riveste un ruolo fondamentale per la realizzazione dell’offensiva di prodotto Opel.

Qui, tra l’altro, sono realizzati diversi elementi della nuova Insignia, ammiraglia del marchio, rinnovata nella forma e nella sostanza ed ormai pronta al debutto sul mercato. Opel Insignia, almeno nella sua prima versione disponibile dal 2008, è stata apprezzata soprattutto sul mercato interno ed in Gran Bretagna; qui da noi, le 40.000 unità sono andate quasi al 50% per le flotte aziendali, con una schiacciante maggioranza dei motori diesel su quelli a benzina.

Il salto di qualità della nuova versione è subito evidente: il rivisto design di carrozzeria ed abitacolo enfatizzano il carattere di prestigio della vettura, dal punto di vista tecnico spicca l’adozione del motore turbo diesel da 140 CV campione di emissioni di CO2 contenute in soli 99 g/km e consumi limitati a 3,7 l/100 km, mentre il comfort a bordo si innalza grazie all’inedito sistema di infotainment con touchpad, che integra le funzioni dello smartphone e può essere utilizzato anche con il touchpad nella consolle centrale.

opel insignia restyling (52)
La nuova Opel Insigna guadagna i gruppi ottici anteriori dotati di luci diurne a LED

Arte Scultorea, Precisione Tedesca

Il roboante principio stilistico di Opel, conosciuto nella sintesi “l’arte scultorea incontra la precisione tedesca”, si traduce nel caso di Insignia in riusciti interventi alla struttura, tesi ad offrire una vettura dalla maggiore personalità, con impatto visivo più moderno e maggiore impronta a terra, capace quindi di attestare al primo sguardo il suo essere modello premium del marchio.

La barra del marchio con il logo Opel è più snella ed è dotata di alette che guidano l’occhio verso i gruppi ottici dal nuovo design e che in alcuni allestimenti presentano lampade bi-xenon e i fari autoadattivi AFL+. Tutti i gruppi ottici, in nero lucido e con accenti cromati, possono essere dotati di luci per la marcia diurna a LED a risparmio energetico. Gli inserti nella parte inferiore del paraurti anteriore sono più snelli e larghi, e rimarcano le dimensioni della griglia superiore. I fendinebbia si caratterizzano per i larghi inserti neri e gli accenti cromati che da sottili si fanno sempre più spessi avvicinandosi al passaruota per sottolineare la larghezza dell’anteriore e il sofisticato design di Opel Insignia. La linea sul montante posteriore della quattro porte segue il bordo dello spoiler per evidenziare la lunghezza di questa elegante berlina.

Al posteriore, la nuova Insignia vanta un design con proporzioni più ampie e basse: la barra cromata e lucida del marchio è posizionata più in basso e comprende il logo del marchio. Penetra nei fari posteriori, con le slanciate luci di retromarcia. I fari posteriori e di stop dei gruppi ottici suddivisi in due parti sono a LED. Tipica di tutte le versioni è la classica forma ad “ala” dei fari.

Già apprezzata in passato per il comfort di guida, la maneggevolezza e la tenuta di strada, Insignia propone un innalzamento degli standard: gli ingegneri hanno apportato miglioramenti a telaio, ammortizzatori, stabilizzatori e sterzo, riducendo rumore e vibrazioni e aumentando il comfort a bordo, paragonabile ormai a quello dei migliori e più blasonati prodotti premium della concorrenza.

opel insigna confronta modello
Confronta l'attuale Opel Insigna con il modello precedente e con le dirette competitors con il nostro esclusivo confronta modello

Infotainment di nuova generazione

Durante la progettazione degli interni, l’attenzione dei tecnici si è concentrata su tre criteri operativi: funzionamento dei comandi chiaro, semplice ed intuitivo; personalizzazione dell’offerta di infotainment; comfort e sicurezza per pilota ed equipaggio. La console centrale, il cui disegno insegue la sintesi di eleganza e raffinatezza, propone un quadro comandi cromato semplificato, per rendere veloce e intuitivo l’uso dell’infotainment e degli altri sistemi.

Non c’è dubbio che sia proprio il sistema di infotainment di nuova generazione presente su Insignia il protagonista assoluto degli interni, l’elemento alla cui fruibilità ideale si è più lavorato per integrarlo al massimo con chi vive a bordo. Prova ne siano le molteplici possibilità di comando, di cui quella diretta attraverso il display a colori da 8 pollici con touch screen è solo la più immediata. Ad essa, infatti, si aggiungono i comandi al volante di nuovo disegno, quelli vocali. ed il nuovissimo touchpad, che permettono l’accesso a tutte le funzioni e ai sottomenu, stazioni radio, titoli di canzoni, connessione allo smartphone o alla mappa di navigazione 3D. Ovviamente, il sistema di infotainment può essere personalizzato: si possono memorizzare fino a 60 preferiti, come playlist, contatti telefonici, indirizzi per il navigatore ed altro ancora.

Il touchpad, integrato nella consolle centrale, offre un modo del tutto nuovo per accedere in modo rapido ed intuitivo al sistema di infotainment. La superficie illuminata e touch sensitive reagisce ai movimenti delle dita grazie al feedback tattile, rendendo l’uso un gioco da ragazzi, senza distrarre chi guida dal traffico. Sul touchpad si possono inserire anche lettere singole, per esempio cercando il titolo di una canzone nel database o una città nel navigatore.

Durante la progettazione degli interni, l’attenzione dei tecnici si è concentrata su tre criteri operativi: funzionamento dei comandi chiaro, semplice ed intuitivo; personalizzazione dell’offerta di infotainment; comfort e sicurezza per pilota ed equipaggio


A rendere più profondo il legame tra uomo e macchina contribuisce il nuovo design del cruscotto, con display a colori da 8 pollici ad alta risoluzione. Oltre ai classici indicatori per tachimetro, contagiri e livello della benzina, chi guida legge direttamente informazioni personalizzabili sulla navigazione, l’uso dello smartphone e le opzioni audio. Insignia offre ancora tecnologia in funzione di sicurezza e soluzioni per il comfort: sistemi di assistenza con radar e telecamera, cruise control adattivo, allerta angolo cieco, allarme possibile incidente, premium con certificazione AGR, chiave elettronica keyless “Open & Start”, solo per citare i più importanti.

Nuovi turbo diesel e turbo benzina

Come anticipato, la nuova Opel Insignia è frutto di un importante lavoro sui propulsori, alcuni dei quali si pongono fin d’ora ai vertici della categoria per prestazioni e consumi. La gamma si espande, con scelta tra sistemi benzina, diesel e GPL e potenze comprese tra 130 a 325 CV. Riflettori accesi soprattutto sul nuovo turbodiesel 2.0 litri da 140 CV (103 kW), con emissioni di CO2 di soli 99 g/km, valore che lo pone in classe di efficienza A+; questo motore, in configurazione con cambio manuale a sei velocità e dispositivo Start/Stop, consuma solo 3,7 litri per 100 km nel ciclo misto, dato che significa raggiungere il vertice in questa classe di veicoli. Il tutto, senza rinunciare al piacere di una guida dinamica, visto che il turbo diesel assicura un eccellente valore di coppia, che tocca i 370 Nm grazie all’overboost automatico.

opel insignia restyling (39)
Tra le unità ad alimentazione diesel spicca il top di gamma, ovvero il BiTurbo CDTI 2.0 da 195 CV e 400 Nm

 

Tra i propulsori alimentati a gasolio, il vertice della gamma è il BiTurbo CDTI 2.0 da 195 CV (143 kW), capace di prestazioni elevate grazie al turbo sequenziale a due stadi e notevole coppia massima di 400 Nm. Tra i motori benzina, debutta il Turbo 1.6 SIDI (Spark Ignition Direct Injection) da 170 CV (125 kW) e 260 Nm, ma che arriva a 280 con l’overboost; un motore modernissimo, costruito con ricorso a parti in alluminio, che sfrutta due alberi controrotanti per ridurre le vibrazioni e ottimizzare rendimento ed efficienza, per un’eccellente fluidità di guida e bassi consumi, grazie al cambio manuale a sei velocità e al dispositivo Start/Stop.

L’alternativa per chi è attento alle valutazioni economiche è rappresentata dall’unità 1.4 GPL turbo da 140 CV (103 kW), con coppia massima di 200 Nm. Come la versione benzina, è già adeguata alla prossime direttive dello standard Euro6 sulle emissioni. Con consumi di 7,6 l/100 km nel ciclo misto MVEG ed emissioni di CO2 di 124 g/km, la Insignia GPL è in classe di efficienza A.

Country Tourer, l’Insignia a trazione integrale

Con la Country Tourer, Opel si affaccia nella nicchia sportiva di una classe importante come quella delle medie, offrendo un’alternativa che aggiunge un po’ di pepe alle compassate qualità dell’ammiraglia, potendo far convergere sul marchio Opel, grazie al suo fascino dinamico, l’attenzione di nuovi clienti. La Country Tourer si distingue per dotazioni specifiche, come la protezione sotto il vano motore o la griglia più larga e rifinita, ampie cromature, i 2 centimetri in più in altezza da terra rispetto alla Sport Tourer, la station wagon tradizionale.

opel insignia restyling (20)
La Opel Insigna OPC promette 325 CV di potenza massima e 435 Nm di coppia

 

A malincuore, Opel ha dovuto rinunciare a proporre in Italia la versione mossa dal motore 2.0 a benzina da 250 CV, penalizzato dall’accanimento fiscale; l’alternativa è nella due motorizzazioni diesel, il 2.0 CDTI da 163 CV e quello da 195. Il primo, che in alternativa al cambio manuale  propone quello automatico, il secondo solo con quello automatico. Oltre agli elementi estetici, come gli interni in elegante e raffinata pelle Nappa, la Country Tourer in ambito di soft off road mette sul piatto le qualità della trazione integrale Haldex, con trazione ripartita tra ruote anteriori e posteriori a secondo delle condizione di aderenza e differenziale elettronico autobloccante eLSD (electronically controlled rear-axle Limited Slip Differential), che gestisce la distribuzione di coppia tra le ruote posteriori, trasferendola a quella con maggiore aderenza.

Insignia OPC, ecco l’Opel più potente

La compassata e rassicurante fisionomia della Opel Insignia muta completamente aspetto con l’applicazione della sigla OPC: l’aspetto diventa aggressivo, il telaio si adatta alle prestazioni esagerate del motore, e con i 325 CV di potenza e 435 Nm di coppia, Insignia OPC si pone ai vertici delle vetture medie sportive prodotte in serie.

Anteriore e posteriore sono ridisegnati, con l’inserimento dei classici stilemi OPC, come i denti a sciabola davanti e scarichi integrati. Il telaio OPC è stato ottimizzato, con attenzione all’asse posteriore, modificato in circa il 60% della componentistica. Il nuovo software dell’ESP consente di impostare le caratteristiche dinamiche della vettura in modo più preciso, soprattutto nelle situazioni di sottosterzo. Il nuovo software degli ammortizzatori regolabili del telaio FlexRide assicura l’ideale tenuta di strada: questa programmazione, specifica per la OPC, migliora la dinamica di guida, consentendo una risposta più rapida e precisa alle diverse condizioni stradali.

Con cambio manuale a sei rapporti e trazione integrale, Insignia OPC passa da zero a 100 km/h in 6,0 secondi e tocca la velocità massima di 250 km/h


Con cambio manuale a sei rapporti e trazione integrale, Insignia OPC passa da zero a 100 km/h in 6,0 secondi e tocca la velocità massima di 250 km/h (limitata elettronicamente), con un consumo di 10,6 litri per 100 km nel ciclo misto ed emissioni di CO2 di 249 g/km. Ma quand’è libera di scatenarsi, la OPC arriva alla velocità massima di 270 km/h, Inoltre, la trazione 4x4 a controllo elettronico si adatta in tempo reale alle condizioni stradali ed il sistema varia la distribuzione della coppia da zero al 100% senza soluzione di continuità tra asse anteriore e posteriore e tra le due ruote posteriori.

Guidare la OPC significa entrare in un mondo ispirato alle corse: l’abitacolo presenta sedili Recaro ad alte prestazioni, disponibili anche in pelle con funzione memory, pomello del cambio OPC e cruscotto e consolle centrale rinnovati. Oltre alle informazioni fondamentali, sul cruscotto da 8 pollici compaiono dettagli particolari come pressione e temperatura dell’olio, tensione della batteria, posizione dell’acceleratore, forza frenante e gravitazionale generata dall’accelerazione laterale.

Nei modelli con cambio automatico, il volante ad alte prestazioni (riscaldato in optional) presenta levette per cambi manuali più rapidi, anche in modalità automatica. Se restano inutilizzate per almeno 12 secondi, la vettura prosegue da sola in modalità automatica; in questo modo, la Insignia OPC unisce i vantaggi di cambio automatico e manuale.

opel insignia restyling (33)
Nonostante una serie di contenuti più ricchi, il listino della Opel Insignia è rimasto inalterato: non v'è stato infatti alcun aumento di prezzo, che rimane fissato a partire da 27.450 euro

Il listino non cambia

A fronte di contenuti della vettura più ricchi, il listino di Insignia resta invariato: all’upgrade del nuovo modello, in Italia non corrisponde incremento di prezzo. Insignia è allestita nella versione d’accesso Advance, che  comprende un pacchetto di serie molto ampio: cerchi in lega da 17“, radio R400, bluetooth, display 4’’ a colori, climatizzatore a controllo elettronico, computer di bordo, cruise control, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, specchietti esterni ripiegabili elettricamente.

Opel Insignia Cosmo è invece l’allestimento top: sistema IntelliLink con touchscreen 8’’ a colori, display premium personalizzato 8’’ HMI, cerchi in lega da 18”, sensori di parcheggio anteriori e posteriori, climatizzatore automatico bi-zona, retrovisori esterni ripiegabili elettricament., interni in technopelle e tessuto, freno stazionamento elettrico e Hill Holder, accensione automatica dei fari, portellone elettrico sulla versione Sports Tourer, sensori pioggia. A queste versioni si aggiunge la speciale Cosmo Business, pensata per la clientela professionale, che alla dotazione della Cosmo assomma il sistema NAVI con Touchpad, i cerchi in lega da 17” e la ruota di scorta, il luogo del kit di primo intervento presente sulle altre.

I prezzi spaziano dai 27.450 euro per la quattro porte 1.4 a benzina ai 42.250 necessari per la OPC. Nel mezzo, c’è una grande varietà: la Sports Tourer con motore CDTI 2.0 da 140 CV costa 31.750 euro in allestimento Cosmo, per le Country Tourer i prezzi sono di 37.450 euro per la 163 CV con cambio manuale e di 41.450 euro per la 195 CV automatica. Insignia è già prenotabile presso la rete vendita Opel.

Comportamento in strada

Grandi viaggiatori, rappresentanti di commercio, operativi aziendali, famiglie anche numerose: il ventaglio di potenziali acquirenti di Insignia è ampio e variegato e nonostante le differenze tra le diverse categorie, immaginiamo che per tutte la prima domanda riguardi la comodità di bordo. Da questo punto di vista, siamo all’eccellenza, o quasi: soprattutto nella zona anteriore, difficile pretendere di più e meglio, per qualità dei materiali, comfort generale, soluzioni e cura dei dettagli.

opel insignia restyling (4)
La Opel Insigna è dotata di un motore brillante che non diventa invadente in termini di sonorità all'interno dell'abitacolo

 

Dal punto di vista dinamico, Insignia mette subito a suo agio il pilota: l’assuefazione al sistema di infotainment è immediato, la visibilità anteriore davvero notevole, l’agibilità di cambio e comandi intuitiva ed ergonomica. Piace molto l’unità turbo diesel da 140 CV, reattiva e pronta, capace di distendersi in una progressione apprezzabile quando è possibile spingere a fondo sull’acceleratore, ma anche elastica nel riprendere a basso regime di rotazione, limitando quindi gli interventi al cambio. A velocità prossime ai  limiti imposti dal nostro Codice, la Insignia viaggia a filo di gas, con assenza completa di vibrazioni e rumorosità, per il massimo comfort dell’equipaggio.


Un motore davvero brillante, dal sound mai fastidioso e che marca una bella differenza rispetto alle precedenti unità mosse a gasolio. Impostato sulla modalità Eco, assicura il massimo risparmio di carburante invitando nel contempo ad uno stile di guida rilassato; schiacciato il tasto della modalità Sport, la situazione non cambia in maniera drastica, se non fosse per il naturale indurimento dello sterzo e la maggiore sensibilità del motore al comando del gas. Sport sì, ma sempre con judicio: non è azzardato immaginare che su questo motore si concentreranno le maggiori attenzioni del pubblico.

L’alternativa è rappresentata dal propulsore a benzina 4 cilindri 1,6: la maggiore potenza e la coppia più alta sono premesse a reazioni più esaltanti ai bassi regimi, per una guida più divertente pur nel rispetto delle caratteristiche di silenziosità che costituiscono la carta identificativa di Insignia.

Conclusioni

La comodità non si discute, il livello complessivo degli interni neanche, la qualità dei motori neppure: Insignia è una vera ammiraglia, capace di sostenere il confronto con modelli di ben altro blasone (e listino) senza abbassare lo sguardo di un millimetro. L’offerta su quattro versioni, con la classica berlina a quattro porte, la Sports Tourer, l’esordiente Contry Tourer e la performante OPC, rivela quanta importanza Opel riponga nel progetto Insignia, supportato all’inizio anche dalla politica commerciale che, con un listino invariato a fronte di tante innovazioni, è certamente destinato a suscitare interesse ed attenzione. Al resto ci penseranno le qualità dinamiche e di comodità che Insignia offre a chi si siede a bordo: difficile, davvero, trovare al momento un’alternativa meno conveniente e convincente.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Opel Insignia
Modelli top Opel
Maggiori info
Opel
  • General Motors Italia S.r.l. Piazzale dell'Industria, 40

    06-54652000   http://www.opel.it