Prime impressioni

Peugeot 2008: benzina, diesel, elettrica, la nuova è più spaziosa e tecnologica

-

La nuova Peugeot 2008 MY2020 si presenta in concessionaria completamente rinnovata nello stile e nei contenuti. E' più spaziosa e tecnologica. Ecco com'è e come va la Peugeot 2008 con motorizzazione 1.2 Puretech benzina da 155 CV e cambio automatico a 8 marce

Come per la sorella 208 anche per la Peugeot 2008 è arrivato il momento di far debuttare un modello completamente nuovo, basato sulla piattaforma CMP che è stata disegnata partendo da un foglio bianco per essere "multienergy" ovvero in grado di accogliere tre diverse tipologie di motori senza alcuna rinuncia da parte del cliente: benzina, diesel ed elettrico a partire da 21.050 euro o 38.050 per la elettrica.

Una soluzione molto razionale, anche a livello industriale visto che la e-2008 elettrica viene realizzata sulla stessa linea delle "termiche", che permette di scegliere tra tre motori a benzina Puretech 1.2 turbo (100, 130 e 155 CV), due diesel (100 e 130) e l'elettrica con 136 CV con 310 km di autonomia assicurati da un pacco batteria agli ioni di litio da 50 kWh.

Numeri che in tutti i casi posizionano la 2008 nel cuore del mercato con una offerta che prevede il cambio automatico EAT8 nelle varianti più potenti ma anche una serie di elementi come gli interni i-Cockpit 3d che permettono di offrire un livello tecnologico molto elevato in relazione al segmento di appartenenza (B-SUV): strumentazione tridimensionale a colori, ma anche elementi come il sistema di ricarca wireless (150 euro), Apple Carplay/Android Auto rendono molto ricca la dotazione dello Sport Utility Vehicle del Leone che richiede però 800 euro di optional (navigatore) per avere il display centrale da 10" nelle versioni in cui non è incluso nella proposta.

In realtà nonostante la classe di appartenenza sia sempre quella della Renault Captur, la nuova Peugeot 2008 è molto cresciuta nelle dimensioni passando da 416 a 430 cm con un passo di 260: questo per aumentare la presenza scenica del veicolo, per migliorare la qualità della vita a bordo assicurando più spazio ed allargare il bagagliaio per raggiungere quota 434 litri (405 elettrica) estendibile attraverso l'abbattimento degli schienali in modalità 60/40. Tra le peculiarità del bagagliaio si fa notare il doppio fondo (10 cm di dislivello) con il pavimento inclinabile di 45° per facilitare le operazioni di carico e scarico dalla zona sottostante. Manca purtroppo una illuminazione più intensa ed un gancio porta borse.

Tecnologicamente si fanno notare i già citati interni, che vantano anche la connessione 4G nativa e quindi la possibilità di controllo da remoto di molti parametri (elettrica in particolare), ma anche la disponibilità di gruppi ottici full led con una firma luminosa anteriore molto estesa per sottolineare l'appartenenza di 2008 al nuovo corso di stile firmato Peugeot.

Tutte le versioni hanno di serie la frenata automatica di emergenza, il mantenimento di corsia, i sensori di parcheggio posteriori, il climatizzatore e gli specchietti sbrinabili, ma salendo di livello (Active, Allure, GT Line e GT) si possono incontrare anche sistemi di aiuto alla guida di livello 2 pieno.

Come va

Tralasciando la variante elettrica, a cui dedicheremo una prova dedicata, abbiamo guidato la nuova 2008 sia nella variante tre cilindri 1.2 turbo da 155 CV che nella diesel da 130 CV, entrambe con cambio automatico. Vetture al top della performance nella loro declinazione di alimentazione, che offrono buoni livelli di performance ad una vettura che riesce a contenere il peso attorno ai 1.200 kg offrendo un netto passo avanti in termini di assetto e di confort rispetto alla precedente 2008.

Certo non parliamo chiaramente di una macchina da corsa o di un veicolo pensato per essere superveloce nelle curve ma la guidabilità rimane sempre di buon livello e soprattutto sicura mentre in termini di confort a parte qualche vibrazione nelle fasi di partenza da fermo possiamo dire che 2008 sia generalmente silenziosa anche a fronte di qualche fruscio aerodinamico attorno ai 110 km/h.

Il 1.2 turbo ha una bella spinta, vibra un po' nelle fasi di accelerazione e nelle partenze da fermo, ma in generale è silenzioso ed assicura una spinta concreta. Il diesel è più rumoroso senza mai essere eccessivo ed assicura consumi più contenuti a fronte però di una prestazione assoluta meno generosa.

La vita a bordo è dunque buona ed anche il confronto con la multimedialità è tutt'altro che scontato: nonostante un po' di lag nei cambi di funzione il sistema è ben pensato, facile da utilizzare e sfrutta degli shortcut fisici per arrivare alle funzioni fondamentali di climatizzazione o media.

Pro e contro

  • - L'aumento di dimensione l'ha resa più spaziosa - Design: il nuovo stile può piacere o meno ma è personale - Tecnologia: non velocissimo nei cambi schermata ha tutto quello che serve
  • - Bagagliaio: in 430 cm qualche litro in più sarebbe stato OK - Posizione di guida. A volte risulta difficile leggere la strumentazione - Qualche vibrazione nelle partenze da fermo (benzina 1.2)

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 2008
Modelli top Peugeot
Maggiori info
Peugeot