final edition x5 e x7

BMW: STOP al quadriturbo diesel da 400 CV. Il B57S M50d vittima della CO2...

-

Finisce la produzione del motore M50d B57S da 400 CV per via dei tagli alla CO2 che i costruttori sono costretti ad applicare per ottenere la media più bassa possibile ed evitare le multe europee. Un motore eccezionale, che sostituiva il precedente triturbo, con coppia e consumi molto contenuti

BMW ci aveva stupito sin dall'inizio con l'immenso lavoro fatto sul 3.0 turbodiesel per portarlo a livelli di potenza straordinari ma oggi, a distanza di qualche anno dalla prima commercializzazione, arriva l'annuncio che il B57S non sarà più prodotto.

Non molti conoscono questa sigla ma in realtà se vi diciamo "quadri-turbo" a molti si accenderà una lampadina fatta di idea di livelli di potenza e coppia straordinariamente in linea con le esigenze di vetture "pesanti" come X5 ed X7 che con il motore M50d riuscivano ad offrire prestazioni degne di una vera M. Non è un caso che l'arrivo della Final Edition nella BMW X5 M50d e della X7 M50d sia sottolineato più volte che i valori di accelerazione di questi SUV siano prossimi ai 5 secondi nello 0-100 km/h: in particolare bastano 5,2 secondi per la X5 e 5,4 per la X7...

Sparisce dunque dal listino il glorioso B57S che a sua volta sostituiva un altro propulsore diesel leggendario, l'N57S, che era stato pensato come un triturbo in grado di offrire pochissimo ritardo nella prima fase di accelerazione con due turbine di dimensione ridotta (bassa pressione) che poi passavano il testimone ad una turbina ad alta pressione tra i 2.000 ed i 4.000 giri con valori di potenza di 387 CV e consumi prossimi ai 17 km/litro sulla BMW 750d.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su BMW X5
Altri su BMW X7
Modelli top BMW
Maggiori info
BMW
BMW