intervista

Cardinali: «AlphaCity inventa la democratizzazione dell'auto aziendale»

-

Andrea Cardinali, Alphabet Chairman and Managing Director, ci ha spiegato tutti i dettagli di AlphaCity, il primo Corporate Car Sharing per le aziende in Italia

Cardinali: «AlphaCity inventa la democratizzazione dell'auto aziendale»

Milano – In occasione della presentazione di AlphaCity, il primo Corporate Car Sharing per le aziende in Italia, abbiamo avuto modo di parlare con Andrea Cardinali, Alphabet Chairman and Managing Director, con cui abbiamo approfondito alcuni aspetti del servizio, per capirne le reali potenzialità.

 

Che cos'è AlphaCity?
«Alphacity è un servizio di Corporate Car Sharging ottimizzato, basato sul noleggio a lungo termine. Abbiamo sviluppato un sistema altamente tecnologico, diverso da qualsiasi altra formula proposta fino ad oggi sul mercato, che permette di fornire ai dipendenti un'auto in condivisione con tutti i vantaggi però connessi al noleggio a lungo termine come lo smobilizzo del capitale, i servizi ausiliari inclusi, il canone fisso e i costi certi.»

 

Perché fino ad oggi nessuno ha pensato di realizzare un sistema per condividere l'auto in azienda anche tra i dipendenti a cui solitamente non è riservata un'auto aziendale?
«L'utilizzo condiviso di una vettura di per sé presenta delle criticità che fino ad oggi non lo hanno reso attrattivo per le aziende. Con AlphaCity noi invece siamo riusciti a risolvere tutti i problemi grazie alla tecnologia, uniti alle grandi opportunità di un normale noleggio a lungo termine, quindi il nostro servizio di Corporate Car Sharing diventa una somma di soli vantaggi».

alphacity hp
AlphaCity mette a disposizione dei dipendenti di un'azienda auto premium a marchio BMW e Mini

 

AlphaCity permette ai dipendenti di utilizzare l'auto condivisa anche nel tempo libero, pagando una tariffa stabilita con il proprio datore di lavoro, che in questo modo può ammortizzare il costo del canone. È proprio così?
«Sì, certamente. La possibilità di offrire ai propri dipendenti un'auto premium anche per il tempo libero è una delle più grandi innovazioni del nostro servizio. Le nostre statistiche infatti ci dicono negli altri 8 Paesi dove è già attivo AlphaCity i dipendenti utilizzano moltissimo queste automobili per il tempo libero, quindi significa che la nostra formula funziona realmente».

 

Le auto di AplhaCity vengono usate molto nel tempo libero? O alla fine i dipendenti finiscono per utilizzarle solo in ambito business?
«No, l'utilizzo privato raggiunge mediamente 1/4 dell'utilizzo totale di queste automobili in condivisione. E nel 70% dei casi l'auto, se usata nel tempo libero, viene guidata nel fine settimana, quindi i dipendenti sono davvero interessati a questa formula».

 

Quelle di AlhaCity sono vetture che possono essere utilizzate anche da dipendenti per cui normalmente non è prevista l'auto aziendale

È corretto affermare che AlphaCity apre la portiera dell'auto aziendale anche a dipendenti che prima non avrebbero mai avuto accesso a questo tipo di benefit?
«Certo, sono vetture, che prima di tutto possono essere utilizzate anche da dipendenti per cui normalmente non è prevista l'auto aziendale. E poi si tratta di auto premium, BMW o Mini, che spesso i dipendenti non hanno mai guidato prima. Alcuni sono davvero soddisfatti di AlphaCity anche solo per il piacere dell'esperienza di guida di queste vetture, che altrimenti non potrebbero mai guidare. Per questo ci piace parlare di “democratizzazione dell'auto premium aziendale”. Pensiamo se un'azienda dovesse mettere in flotta AlphaCity delle vetture un po' sfiziose come delle Mini Cabrio o delle Serie 3: è chiaro che ci sarà la fila dei dipendenti per poterle guidare!».

alphacity car sharing bmw (18)
Per aprire l'auto è sufficiente avvinare la propria Membership Card al sensore collocato dietro al parabrezza

 

I servizi di car sharing pubblico hanno importanti limitazioni geografiche perché, per ora, sono offerti solo a Milano e a Roma. AplhaCity invece non ha di questi problemi, vero?
«Certo che no, qualsiasi azienda italiana può richiedere il servizio AlphaCity, indipendentemente dalla regione. Come per un normale servizio di noleggio a lungo termine le auto di Alpha City si appoggiano sulla rete BMW nazionale quindi tutti possono averle. In questo caso infatti la consegna dell'auto avviene a domicilio, presso la sede dell'azienda che ha scelto il servizio».

 

Ci sono altri vantaggi rispetto al car sharing pubblico?
«Un vantaggio fondamentale rispetto ad un qualsiasi car sharing pubblico sta nel fatto che con AlphaCity la vettura si trova sempre nel garage o nel parcheggio dell'azienda e non bisogna cercarla per la strada. E questo vale anche per l'utilizzo nel tempo libero».

Quando si ha a che fare con le flotte la “caccia alle chiavi” di una determinata auto può diventare davvero un inferno

 

Perché un'azienda dovrebbe scegliere AlphaCity e non una formula di noleggio a lungo termine?
«Sono due cose ben diverse, che si integrano l'una con l'altra e che non si escludono a vicenda. Il noleggio a lungo termine prevede un'auto aziendale assegnata ad un singolo dipendente. Il Corporate Car Sharing di AlphaCity invece è un'integrazione al noleggio a lungo termine che fornisce una soluzione alternativa e più efficiente dal punto di vista dei costi per tutti quei dipendenti che effettuano viaggi di lavoro con la propria auto, presentando poi un rimborso chilometrico, o utilizzando taxi e noleggi con conducente».

alphacity car sharing bmw (10)
Il sistema AlphaCity è perfettamente integrato all'interno del ConnectedDrive

 

Puntate molto a sottolineare i vantaggi del sistema “senza chiavi”. Perché?
«Non bisogna sottovalutare il carattere rivoluzionario del sistema keyless. Quando si ha a che fare con le flotte la “caccia alle chiavi” di una determinata auto può diventare davvero un inferno. Spesso nel momento in cui servono le chiavi non si trovano, perché non si riesce più a reperire l'ultima persona che le ha avute in mano. Magari si ha fretta e non si può partire con l'auto. Con AlphaCity non esiste nulla di tutto questo perché ogni dipendente ha la sua personale Membership Card con cui può avere accesso all'auto».

 

Come fa a pagare un dipendente che utilizza l'auto aziendale nel tempo libero?
«Un'altra grande innovazione di AplhaCity è l'integrazione totale del sistema. Quando un dipendente utilizza l'auto per scopo privato pagherà una determinata tariffa pattuita precedentemente con il proprio datore di lavoro. Ma la comodità sta nel fatto che l'addebito del costo del viaggio verrà effettuato direttamente sulla carta di credito o sullo stipendio del dipendente!» 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su BMW Serie 1
Modelli top BMW
Maggiori info
BMW