Primo Test SUV HEV

Nuovo Kia Sorento 4, Tutto “grinta e ibrido”: primo test del 1.6 Turbo HEV [video]

-

La quarta generazione del grande SUV coreano a 7 posti, diventa ammiraglia Kia in Italia con motorizzazioni solo ibride. Listino prezzi da 44K e potenze fino a 265CV. 4x4 ma no diesel, no gas, no puro termico

È arrivato sul nostro mercato con l'autunno 2020, il nuovo Kia Sorento di quarta generazione. La maturità dei 18 anni rende questo veicolo di segmento D lungo 4,81 metri capace di ospitare 7 persone, un modello tanto pulito quanto grintoso, nell'aspetto. Soprattutto elettrificato sotto al cofano, perché contrariamente ad altri mercati dove esiste anche termico di grande cilindrata, per l'Italia Kia Sorento 2021 sarà unicamente ibrido, con due livelli di elettrificazione abbinati al 1.6 Turbo benzina da 180 cavalli. Un mezzo che si basa sulla piattaforma N3 condivisa da nuova Santa Fe, ben fatto sia in termini di cura estetica sia di qualità e assemblaggi.

Lo abbiamo conosciuto in un primo contatto a ridosso del suo ingresso nelle concessionarie e lo raccontiamo a caldo in video. Kia Sorento è già sul listino prezzi Italia con le sue prime varianti, anche 4x4 e può sforare i 50K. Divenendo in ottica 2021 ammiraglia della Casa per il nostro mercato (esce infatti di listino la sportiva Stinger).

Molto solido l'impatto posteriore, del Kia Sorento 2021
Molto solido l'impatto posteriore, del Kia Sorento 2021

Dal vivo, com’è fuori

Il passo ruota a 2,81 metri è esattamente due metri inferiore alla lunghezza assoluta del Sorento, che quindi cresce un po' rispetto alla terza generazione. Soprattutto diventa molto più coerente ai tempi nel proprio look “maschio”. Nonostante tutto non si può dire grosso e cattivo, anzi, soprattutto l'anteriore molto curato con una griglia estesa e parecchi dettagli più o meno veri aerodinamici, gratifica gusti anche dei più moderni ma non gli eccessi.

Un cofano che sembra leggermente allungato, perché è diminuito di tre centimetri l’ancoraggio del montante. Poi i fianchi alti, molto solidi e un posteriore di impatto, con poco sbalzo. Quasi verticale e sicuramente personale, anche un po' rude volendo. Con i due elementi distaccati per ogni gruppo ottico. Quando altri invece allungano orizzontalmente, quasi unendo destra e sinistra, Sorento fa vedere la propria scritta con nome in mezzo e poi quelle finiture. Parte bassa con diffusore plastico, come fosse un fuoristrada perché in effetti un po' fuoristrada lo è, con i 17,4 cm da terra. Non puro e non tanto quanto i suoi predecessori, ma più di altri rivali certamente. Immagine con qualche personalizzazione possibile e cerchi fino a 19 pollici. Linee base che sicuramente non rompono gli schemi o vincono per raffinatezze troppo ricercate, ma nemmeno passeranno di moda in fretta. Perché abbastanza razionali. Coerenza ai tempi, senza eccessi ricordando che si tratta di un mezzo capace di 7 posti e la concorrenza di fascia, non brilla per appeal estetico.

Spazioso e dotato al punto giusto, il Sorento 2021
Spazioso e dotato al punto giusto, il Sorento 2021

Dal vivo, com’è dentro

Salire a bordo di Kia Sorento è salire sull’ammiraglia Kia e si vede, si sente. Tutto molto ben assemblato, curato e senza nessuna pecca a vista. Semmai qualche plastica non delle più nobili nelle parti basse, o per chi sieda in terza fila, ma tutto compensato in relazione al prezzo. Dalla varietà di finiture: ci sono infatti volendo pelle, modanature in varie tinte e materiali affiancabili. Ci sono soprattutto distinte dotazioni per tutti i passeggeri. Così come davanti anche seconda e terza fila dispongono di regolazioni aria, di luce e prese USB.

Il piatto forte per chi guida è la strumentazione da 12 pollici, molto carina. Ben fatta e completamente digitale, ricca di informazioni al punto giusto. Modulabile per tutti il Touchscrren di Infotainment centrale, a 10 pollici. Ha uno sviluppo orizzontale, quello forse non è il top assoluto secondo gusti. Mantiene dei menù semplici però, con l'impronta Kia. Per quanto riguarda UVO, la piattaforma connessa coreana che vuole fare tanto, ha utili funzioni ma forse non soddisfa pienamente i gusti italiani. Di chi ama condividere 100% il proprio Smartphone. Qui Apple e Android sono compatibili ma non in WiFi, come si dovrebbe su una Kia top. Presente però la carica induttiva e una bella illuminazione che varia colore. I comandi del clima sono separati, nella parte centrale.

Però oltre ai dovuti selettori di guida (necessari per risparmiare benzina o per le funzioni 4x4) sono fin quasi abbondanti i comandi presenti e da toccare. Nella plancia e nel volante multifunzione. Gradito l’Head-up display, come graditi i molti vani portaoggetti. Non fanno scappare nulla fuori dal proprio posto, anche se non sono tanto larghi per ospitare una bottiglia di plastica grande, sui fianchi. ll vano bagagli parte da 813 litri e arriva fino a quasi 2000 litri, abbattendo le file di sedili. L'ultima in particolare con delle corde o dei bottoni è anche lei abbastanza semplice da alzare ed abbassare, per chiunque. L’altra scorre invece di 4,5 cm. Si crea un piano piatto con dei buoni agganci, anche se non è dei più fruibili rispetto a certa concorrenza per chi sia di stazza estrema, viste l'altezza e l'apertura.

Motori? Uno solo, buon 1600 Turbo, con 2 elettrificazioni
Motori? Uno solo, buon 1600 Turbo, con 2 elettrificazioni

Tecnica e guida ibrida

Guidare Kia Sorento oggi, in Italia, vuole dire guidare solo 1.6 Turbo HEV, ibrido. Nei primi mesi 2021 anche PHEV, plugin. Quindi sempre elettrificati, anche se poca autonomia a zero emissioni per il momento, finché non arriverà più estesa (azzardiamo: 50 Km?) sul Sorento PHEV. Nessun impegno quindi, perché tutto è gestito automaticamente. Sul Sorento HEV la piccola batteria da 1,49 kWh, che pesa 55 Kg con voltaggio 270, è posizionata sotto il sedile passeggero. Come non averla per molti aspetti, non c'è la spina e l'aiuto elettrico arriva fino a 120 km/h, per veleggiare. Combinando i 60 CV a batteria da motore sincrono ai 180 CV del 4 cilindri a benzina, si hanno però 230 cavalli sotto il piede. Almeno in modalità sportiva. Nelle altre modalità sicuramente sono meno ma bastano per andare benissimo in città o nei viaggi normali, senza fretta o eccessi. Non abbiamo infatti provato, ma qualora ci sia il pieno carico di passeggeri ed oggetti che saturi il Sorento 2021 HEV, in percorsi impegnativi, qualche cavallo in più farebbe piacere.

Arriverà poi con il nuovo Sorento 2021 PHEV, identico salvo che per la parte elettrica e la spina. Si abbina allo stesso termico da 180 cavalli, buon motore con apertura varabile continua (CVVD) delle valvole, un elettrico capace non solo di fare qualche decina di chilometri senza usare benzina, ma anche di portare a quota 265 la cavalleria complessiva. Per ora, la nostra prova del Sorento HEV ha rivelato ottimo spazio a bordo e comfort, per andare a zero emissioni quei pochi chilometri permessi in città. Zero stress e zero "pesi" percepiti alla guida, mentre i nostri consumi viaggiando un poco ma ovunque, sono stati sotto gli 8 l/100 Km pur con il piede pesante e quel mezzo, da quasi due tonnellate, che è Sorento HEV AWD Full. Almeno in superfici piane e senza carichi. Il target di quanto dichiarato in WLTP per la versione più leggera, 2WD, è a quota 6,3/6,7 l/100 Km nel combinato.

Vano bagagli da 800 a 2000 litri circa, abbattendo due file di sedili
Vano bagagli da 800 a 2000 litri circa, abbattendo due file di sedili

ADAS. Tanto per manovre in città, quanto in autostrada, molto apprezzati gli ADAS Kia. Quali? Tutti, perché dovuti a un modello che debutta nel 2020 nel suo ruolo. Grazie a sensori e rete di bordo, Sorento combina dei controlli guida Livello 2. Si parte e ci si ferma autonomamente, in mezzo al traffico. Si mantiene la corsia fino a 180 Km/h, non solo per avvisi ma per veri interventi (LFA). Gradita poi la comparsa, nello strumento da 12,3’’ dei due elementi circolari che fanno da specchietto retrovisore, in angolo cieco. Una vera inquadratura con camera dal basso ai due lati, per vedere veicoli e rischi qualora ci si sposti in movimento. Si chiama BVM e, al proposito di non vedere, è presente anche un aiuto per collisioni in parcheggio, PCA. Serve eccome per chi non sia avvezzo a guidare modelli di certi volumi e con lunotto relativamente contenuto.

DRIVING MODE. Qualora si guidi con velleità un po' più sportiveggianti, il Sorento ibrido non tradisce. Certo si sente tutta la massa, per fermarsi e anche per mantenere certe percorrenze in curva. Ma le reazioni sono abbastanza neutre, almeno mantenendo la modalità sportiva, che cambia anche i toni dello strumento. Con le opzioni Terrain mode invece (su unico selettore) la trazione da anteriore si porta maggiormente al posteriore, su diverse percentuali per affrontare secondo i casi sabbia, neve o fango. Le cambiate avvengono in maniera diversa con questi tre settaggi, rispetto ai tre “normali” (automatico, eco o sport). A regimi poco o molto più bassi secondo la superficie. Anche l’intervento del TCS e la mappatura motore variano.

Da ricordare che i sistemisti fornitori della nuova piattaforma N3 che utilizza Kia Sportage 2021, sono quasi tutti asiatici. Fidelizzati o addirittura partecipati nel grande gruppo coreano ma con know-how vicino ai colossi europei noti sotto il cofano di certi marchi premium. Aprendo il cofano o scansionando la rete CAN infatti, come abbiamo fatto via OBD, si trova oltre una decina di centraline e sistemi elettronici del mondo Kefico e Mobis. Tutto pienamente affidabile e sviluppato senza esser “forzatamente” condiviso da altri costruttori e gruppi, come avviene invece per modelli europei.

Sul mercato 2020 e 2021

Disponibile da subito, Kia Sorento ibrido 2021 è proposto in tre allestimenti, aprendo il listino prezzi a € 44.500 (trazione anteriore, base). Si sale poi fino a € 54.500 per avere la versione a trazione integrale automatica a sei marce, allestimento full come quello oggetto della nostra prova e mostrato nel video. Il Kia Sorento Plugin, con la spina e qualche chilo in più per il sistema, arriverà in primavera con prezzi ancora da definire ma papabile per ecobonus. Come da definire presso il concessionario sono le scontistiche e le promozioni riservate. Anche con leasing e senza rottamazione. I risparmi sono fino a € 6.550 dal listino prezzi e la garanzia, ovviamente, è l’ottima Kia a 7 anni o 150mila km.

Rivali? Non troppi come SUV 7 posti freschi di lancio per il 2021, elettrificati e non esosi quanto certi modelli premium europei. Il segmento infatti non è popolarissimo da noi ma ci si ritrovano anche: Skoda, con Kodiaq, Peugeot, 5008 e VW Touran.

Pregi e Difetti

  • Elettrificazione su 2 livelli, Abitabilità, Trazione integrale e dotazioni
  • Massa elevata, Varianti termiche limitate (per grandi viaggiatori o percorsi estremi)

Scheda modello - Kia Sorento 2021 HEV

INFORMAZIONI GENERALI
Marca    Kia
Modello    1.6 T-GDi aut. AWD HEV Style
Prezzo    50.500 €
CARROZZERIA
Carrozzeria    Suv e Fuoristrada
Numero porte    5
Numero posti    7
Bagagliaio    179 / 1.996 dm3
Capacità serbatoio    67 litri
Massa in ordine di marcia    1.847 kg
Massa rimorchiabile max    2.000 kg
Lunghezza    481 cm
Larghezza    190 cm
Altezza    170 cm
Passo    281 cm
MOTORE
Motore    4 cilindri in linea
Cilindrata    1.598 cc
Alimentazione    Ibrida
Potenza max/regime    132 KW (180 CV) 5.500 giri/min
Coppia massima    265 Nm
Trazione    Integrale
Cambio    Sequenziale
Marce    6
PRESTAZIONI
Velocità max    193 km/h
Accelerazione 0-100km/h    9,0 secondi
Omologazione antinquin.    Euro 6d tmp
Emissioni CO2    129 g/km
CONSUMI
Urbano    6 l/100 km
Extraurbano    6 l/100 km
Misto    6 l/100 km

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Kia Sorento
Modelli top Kia
Maggiori info
Kia