Scende in campo e le ha tutte contro KGM Torres: Top e Flop

Scende in campo e le ha tutte contro KGM Torres: Top e Flop
Pubblicità
Umberto Mongiardini
  • di Umberto Mongiardini
Il nuovo suv della ex SsangYong entra a gamba a tesa sul mercato con un prezzo parecchio competitivo e un look accattivante. Come se la caverà contro la MG HS e DR 6.0 Turbo?
  • Umberto Mongiardini
  • di Umberto Mongiardini
7 ottobre 2023

Dopo anni di fortune alterne la sudcoreana SsangYong torna sul mercato con un nuovo nome, KGM, e con un nuovo modello che, per prezzo e caratteristiche tecniche, potrebbe far tremare la concorrenza.

Importata dal gruppo Koelliker, la nuova KGM Torres ha un look piuttosto piazzato su strada, con dimensioni che la collocano in quella fascia intermedia tra i SUV compatti e quelli medi: 470 centimetri di lunghezza, 189 di larghezza e 172 di altezza.

Il design ha un po’ quel sapore di minestra scaldata, portando stilemi già visti che, però, combinati insieme, non stanno poi male. Si parte dalla calandra in stile Jeep, con i listelli posizionati verticalmente che, in questo caso, non sono sette ma sei, che è affiancata da una coppia di fari Full LED che ricordano un po’ quelli della vecchia Range Rover Evoque.

Il retro della KGM Torres
Il retro della KGM Torres

La linea laterale si distingue per la linea di cintura particolarmente alta e per gli ampi passaruota in plastica non verniciata che ospitano cerchi da 17 a 20 pollici. Belle, poi, le pedane laterali che facilitano la salita a bordo. Al posteriore, invece, il design è caratterizzato dalle luci posteriori a sviluppo verticale, con un baffo che prosegue anche sul lato, e la grande protezione in plastica dell’estrattore. Curioso, poi, lo sbalzo sul portellone, proprio sotto al lunotto.

Passando agli interni, la sensazione è premium. La plancia, rivestita in similpelle, ingloba davanti agli occhi del guidatore un quadro strumenti digitale, incastonato, affiancato da un display touch a sbalzo da 12,3 pollici dedicato al sistema di infotainment.

Nella parte inferiore, davanti al selettore del cambio, è presente un ulteriore display da 8 pollici adibito alla climatizzazione da cui, a seconda della versione scelta, si può anche attivare la climatizzazione dei sedili. Cose che, in genere, sono destinate a vetture di fascia alta. Ottima poi la capacità di carico che va da 703 a 1.662 litri.

Gli interni della KGM Torres
Gli interni della KGM Torres

Cosa si nasconde sotto al cofano? Oltre alla versione full electric, che sbarcherà nel nostro Paese l’anno prossimo, al momento, è disponibile con motore a quattro cilindri turbo benzina da 1.5 litri, 163 CV e 280 Nm di coppia. Il cambio può essere scelto tra automatico a sei rapporti o manuale, sempre con lo stesso numero di marce. Oltre alla scelta del cambio, si potrà scegliere se acquistare la versione dotata della sola trazione anteriore o quella dotata di trazione integrale. La versione elettrica, invece, la Torres EVX, avrà una potenza di 150 kW e avrà un’autonomia di 460 km, garantita da una batteria litio-ferro-fosfato da 73,4 kWh.

Parliamo però di prezzi: la Torres, come scrivevamo in apertura, ha un prezzo d’attacco molto competitivo. Si parte dai 31.900 euro della versione dotata di cambio manuale e trazione anteriore e si sale fino ai 43.300 euro della top di gamma con trazione integrale, navigatore, interni in pelle e molto altro.

Pro e Contro

Pro

  • Prezzo; Trazione integrale

Contro

  • Design non particolarmente originale; Nessuna motorizzazione ibrida
DR 6.0 Turbo
DR 6.0 Turbo

DR 6.0 Turbo

Per rimanere all’interno della medesima fascia di prezzo, la DR 6.0 Turbo è un’ottima sfidante della KGM Torres. Le linee, in questo caso, sono meno “fuoristradistiche” e più da SUV convenzionale.

Lunga 4,5 metri per 170 centimetri d’altezza, la DR ha un design con un certo piglio sportivo. All’anteriore spicca la calandra esagonale di grandi dimensioni, abbinata a fari full led affilati.

Il posteriore, che non brilla per il design particolarmente inedito, è dotato di una linea luminosa centrale che congiunge le due luci, mentre merita il look laterale che è filante, anche grazie alla finitura in alluminio satinato che accompagna il movimento della cornice dei finestrini.

Gli interni, rispetto alla KGM, sono un po’ meno lussuosi ma, nel complesso, risultano curati. Tante le plastiche morbide impiegate all’interno dell’abitacolo, compresi svariati dettagli, come quelli della plancia, in finta pelle.

Il design, pur essendo abbastanza minimalista, non trascura la tecnologia e così al conducente è dedicata una strumentazione da 7 pollici, abbinata a un sistema dell’infotainment che sfrutta un display a sbalzo da 12,3”. Sul tunnel centrale, poi, oltre al selettore del cambio, trova spazio una piastra per la ricarica a induzione per gli smartphone. Buono, poi, il climatizzatore bizona e la presenza del tetto panoramico apribile. I sedili sono riscaldabili e sono presenti le telecamere a 360 gradi.

Viaggiate con tanti bagagli al seguito? La DR 6.0 Turbo ha una capienza del bagagliaio di 670 litri.

Cosa c’è sotto al cofano? Le opzioni sono due: turbo benzina o turbo benzina abbinato all’impianto GPL. In entrambi i casi il motore è il 1.5 4 cilindri dotato al cambio automatico CVT, mentre la potenza varia dai 154 CV della versione a benzina ai 149 di quella GPL.

Ottimi i prezzi della 6.0 Turbo che, offrendo un pacchetto all inclusive, ha un prezzo di 29.900 euro, che salgono a 31.400 per la versione GPL.

Pro e Contro

Pro

  • Prezzo; Motorizzazione GPL

Contro

  • Interni
MG HS
MG HS

MG HS

Rinnovata nella prima metà di quest’anno, la MG HS sta iniziando a popolare le nostre strade in maniera sempre più consistente. Sarà per il design che piace e sarà, soprattutto, per il prezzo decisamente accessibile, soprattutto in relazione alle dimensioni, ma la MG sta facendo breccia nei cuori nostrani.

Rispetto alla versione precedente, la casa inglese, controllata dalla cinese Saic, ha ricevuto alcuni upgrade che riguardano le plastiche e i fari, mentre le lamiere sono rimaste invariate. All’anteriore è spuntata così una nuova calandra con una trama inedita, accompagnata da fari full LED che adottano la tecnologia Saic Light Technology con le frecce inglobate al proprio interno.

Passando al posteriore, invece, arriva un nuovo paraurti, abbinato alle nuove luci dello stop che vogliono ricordare la “Union Jack”. Tutto sommato, il lavoro è ben riuscito e il design risulta armonioso.

Gli interni, rispetto al pre-restyling, sono rimasti sostanzialmente invariati, ma possono contare su finiture mediamente curate, anche se non particolarmente hi-tech. A cambiare, anche se non si vede da fuori, è l’aggiornamento all’unità di calcolo del sistema di infotainment, che rendo il tutto più veloce.

Nessuna novità, poi, nemmeno per quanto riguarda i motori, che possono essere scelti tra un benzina quattro cilindri Turbo da 162 CV (con cambio manuale o doppia frizione a sette rapporti) o ibrida che, oltre al sopracitato 1.5 turbo, monta un motore elettrico da 122 CV abbinato a una batteria da 16,6 kWh, che fa salire la potenza complessiva a 258 CV.

Parliamo di prezzi: il prezzo d’attacco della MG HS è di 25.490 euro, che salgono fino a 39.390 per la versione con motore ibrido plug-in nell’allestimento Luxury.

Pro e Contro

Pro

  • Prezzo; Versione ibrida plug-in

Contro

  • Interni
Pubblicità
Cambia auto
Dr dr 6.0
Tutto su

Dr dr 6.0

Dr

Dr
ss. 85 venafrana km 37,500
Macchia d'Isernia (IS) - Italia
800 77 11 22
https://www.drautomobiles.com/

  • Prezzo da 27.900
    a 31.400 €
  • Numero posti 5
  • Lunghezza 450 cm
  • Larghezza 184 cm
  • Altezza 174 cm
  • Bagagliaio da 380
    a 1.700 dm3
  • Peso da 1.435
    a 1.560 Kg
  • Segmento Suv e Fuoristrada
Dr

Dr
ss. 85 venafrana km 37,500
Macchia d'Isernia (IS) - Italia
800 77 11 22
https://www.drautomobiles.com/