corsi di guida sicura

Seat Driving Academy: perché la patente non basta

-

Tutti abbiamo la normale patente di guida, ma chi sa realmente Guidare? Per scoprirlo abbiamo mandato una nostra lettrice al corso di guida sicura organizzato da Seat. Ecco com'è andata

Seat Driving Academy: perché la patente non basta

Franciacorta (BS) - Tutti noi abbiamo la normale patente di guida, ma chi sa realmente Guidare? E non abbiamo usato la G maiuscola per caso. Ci spieghiamo subito. Quanti sanno cosa stanno facendo quando sono al volante? E chi sa riconoscere ogni singola reazione del veicolo ma soprattutto… Quanti automobilisti conoscono come intervenire in casi di reale emergenza, per evitare, o almeno contenere, i danni di una imminente collisione?

Chi sa realmente Guidare?

Purtroppo in Italia sono veramente pochissimi coloro che possono permettersi di rispondere in maniera affermativa a tutte queste domande. Il perché è presto detto. I corsi per l’ottenimento della patente di guida B non sono nemmeno lontanamente sufficienti ad avere una completa padronanza del veicolo. Certo, ci insegnano a mettere in moto, a cambiare le marce in maniera corretta e, quando va bene, a fare dei parcheggi in maniera dignitosa. Ma il Codice della Strada italiano, al momento, non prentende molto di più dal neo-patentato. Basta che sia in grado di andare da un punto A ad un punto B, senza creare troppo scompigli nel traffico. Ma non si verifica mai, almeno a livello pratico, come gestire una situazione di emergenza. 

seat driving academy 29
Con lo Skid si impara a controsterzare in maniera incredibile

 

Occorre precisare che altrove le cose stanno in maniera ben diversa. In molti stati del Nord Europa per esempio, dove le condizioni climatiche avverse impongono uno stile di guida molto più consapevole, si inizia a studiare la sicurezza stradale nelle scuole, fin da bambini, e per ottenere la patente di guida occorre saper controllare fenomeni di controsterzo, sovrasterzo e si deve dimostrare di essere in grado di evitare ostacoli durante una frenata di emergenza.

Seat Driving Academy: soldi spesi bene

Niente paura però. Anche nel nostro Paese si può rimediare facilmente. Moltissimi costruttori automobilistici infatti organizzano validi corsi di guida sicura, che permettono di raggiungere una consapevolezza di guida sconosciuta a qualsiasi normale patentato. Sono a pagamento, naturalmente, ma come ripetiamo sempre, il denaro investito nella sicurezza è sempre ben speso.

Tutti noi abbiamo la normale patente di guida, ma chi sa realmente Guidare?

 

Tra le diverse proposte nazionali spicca senza dubbio quella di Seat, che da anni, con la collaborazione di Seat Motorsport Italia, ha messo in piedi una vera e propria Driving Academy. I corsi della casa spagnola si svolgono a Franciacorta, un circuito che offre il centro di guida sicura con le strutture più avanzate d’Italia. Dopo una vera e propria lezione teorica, tenuta niente di meno che dalla pilota e campionessa Valentina Albanese, si passa alla pratica, al volante di Seat Leon, anche nella variante Cupra (280 CV!), e Ibiza Cupra (180 CV!).

 

Sui modelli vengono disinseriti completamente i controlli elettronici, in modo che sia il pilota a dover gestire da solo le risposte della vettura. Sempre seguiti da un pilota-istruttore professionista, i partecipanti imparano a gestire una frenata di emergenza con scarsa aderenza senza ABS, ma anche a controllare i fenomeni di sovrasterzo e contorsterzo. Tutti gli esercizi vengono poi ripetuti con l’ausilio dei dispositivi elettronici, per far capire a tutti quanto siano diventati importanti e vitali questi sistemi, che comunque non sono infallibili.

 

Seat Driving Academy: la giornata della nostra lettrice M.V

 

Seat Driving Academy. Avete mai pensato di fare un corso di guida? E' utilissimo!

Posted by AutoMoto.it on Lunedì 22 giugno 2015
 

«E io che pensavo fosse una questione di volante e pedali!»

Quest’anno abbiamo chiesto ad una nostra lettrice (M. V.) di partecipare al suo primo corso, dopo il conseguimento della normale patente B, per cercare di capire quanto sia utile partecipare ad un evento di questo tipo. Ecco quali sono state le sue impressioni a fine giornata, appena scesa dalle sportive firmate Seat.

seat driving academy 23
La Seat Leon Cupra da 280 CV

 

«Ho trovato davvero molto interessante il corso fin dalla sua prima fase, quella teorica. Potrebbe sembrare quella un po’ più noiosa, invece è stata utilissima perché Valentina [Albanese, ndr] ci ha aiutato in tutti i modi a prendere consapevolezza con l'auto, per capire come reagisce la macchina nelle situazioni più difficili. Per la prima volta ho capito “la fisica della macchina”, ovvero come i cambiamenti di carico siano la chiave di una guida sicura visto che influenzano la risposta del veicolo in maniera evidente. E io che pensavo fosse solo una questione di volante e pedali!»

 

«E’ ovvio però che non vedevo l’ora di mettermi al volante con gli istruttori! Ci hanno insegnato la corretta posizione di guida, sembra scontato, ma quasi nessuno si siede correttamente in auto! E in caso di incidente le conseguenze possono essere terribili, anche solo se si tengono le mani in posizioni sbagliate sul volante. Gli esercizi pratici poi mi hanno fatto comprendere quanto sia importante reagire nel modo giusto in un tempo brevissimo. L’esempio più utile da questo punto di vista è stato quello della frenata di emergenza senza ABS perché è stato veramente difficile “cancellare” le vecchie abitudini, inculcate dalla scuola guida, ma spesso non corrette».

Si imparano delle cose fondamentali, che nessuno mai insegnerà in una scuola guida

«Da rifare, lo consiglio a tutti!»

«L’esercizio più divertente è stato senza dubbio quello della piastra, che scompone volontariamente il posteriore della macchina. A questo punto bisogna cercare di controsterzare, su una superficie simile a ghiaccio, per non andare in testa coda. Quando ci sono riuscita è stato bellissimo! Insomma la Seat Driving Academy è stata un’esperienza unica, sicuramente da ripetere e che soprattutto consiglio a tutti. Si imparano delle cose fondamentali, che nessuno mai insegnerà in una scuola guida. Ora sono sicura di saper guidare molto meglio, ma soprattutto in maniera molto più consapevole. So sempre quello che sto facendo!»

 

Clicca qui per avere tutte le info e i prezzi della Seat Driving Academy

 

Il sottosterzo è uno dei fenomeno più frequenti alla guida. Imparare a gestirlo però è molto difficile

seat driving academy 17
  • Nick_Farl_4014655, Agugliano (AN)

    veramente

    il sottosterzo è uno dei fenomeni più facili da gestire, se ve n'è il margine.
Inserisci il tuo commento
Altri su SEAT Leon
Modelli top SEAT
Maggiori info
SEAT