prova su strada

Maserati GranTurismo Sport

100% lusso e sportività
-

In listino da 126.820 euro la nuova Maserati GranTurismo Sport ci ha sorpreso in particolar modo nella versione dotata di cambio automatico ZF. E' una vera gran turismo per chi vuole distinguersi senza dare troppo nell'occhio

Maserati GranTurismo Sport

Star dello stand del Tridente allo scorso Salone di Ginevra, la nuova Maserati Granturismo Sport entra in concessionaria prendendo il posto delle apprezzatissime versioni S.

 
Come sempre disponibile in abbinamento ai cambi a sei marce MC Shift robotizzato (132.415 euro) o MC-Auto (126,820 euro), dai quali però non dipendono più specifiche versioni e nomenclature in listino, la nuova Sport prende ispirazione dalla più estrema MC-Stradale in termini di estetica e di meccanica, pur vantando valori di comfort di bordo addirittura superiori a quelli proposti dai precedenti modelli.
maserati granturismo s 2012 (32)
Gli interni della nuova Maserati GranTurismo Sport: nuovi, in particolar modo, i sedili ed il volante

Artigianalità di serie

Scelte dettate dalla volontà di tenere viva l'attenzione verso un prodotto molto apprezzato anche se sul mercato da alcune stagioni, ma anche da una grande attenzione verso i suggerimenti di una clientela raffinata e da sempre alla ricerca di quel qualcosa in più, soprattutto alle voci artigianalità e originalità, che difficilmente trova nell'omologata perfezione dei prodotti della concorrenza tedesca.

V8 Maserati prodotto a Maranello

Anima del progetto, come ogni Maserati che si rispetti, è il motore V8 realizzato a Maranello su specifiche Maserati. 460 CV a 7.000 giri e 520 Nm di coppia massima a 4.750 giri/min, il nuovo motore da 4.691 cc vanta la stessa cilindrata e le principali caratteristiche tecniche della precedente unità da 440 CV ma introduce nuovi pistoni, una nuova mappatura elettrica, parametri di combustione ottimizzati ed una nuova taratura del sistema di fasatura variabile delle valvole.
maserati granturismo s 2012 (57)
Entrambi i cambi vantano i paddles al volante. L'automatico MC Auto, però, vanta anche la cloche sul tunnel centrale

Due tipi di cambio

Interessanti novità hanno riguardato anche i cambi, in particolar modo per quanto concerne l'automatico MC AutoShift realizzato in collaborazione con ZF: rispetto all'unità installata sulla S automatica il nuovo cambio offre passaggi di marcia più veloci del 50% nella modalità Auto Sport ma soprattutto l'eliminazione delle funzioni di kick-down e cambio marcia nella modalità manuale, a tutto vantaggio del piacere di guidare.
 
Il cambio MC Shift, ultima evoluzione del robotizzato che un tempo si chiamava Cambiocorsa, è stato invece perfezionato nei tempi di cambiata: oltre i 4.500 giri, con l'80% della farfalla aperta, i cambi marcia avvengono in appena 1 decimo di secondo. In tutte le altre situazioni si scende ad un più confortevole 1,4. Anche in questo caso, in modalità manuale, l'elettronica non prevede kick-down o cambi marcia automatici al raggiungimento della zona rossa.

Le novità di motore e cambio non hanno reso solamente più piacevole la Maserati GranTurismo Sport rispetto alla precedente S, ma hanno permesso un notevole incremento delle prestazioni: con cambio MC Shift si passa da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi

Da 0 a 100 in 4,7 secondi

Le novità di motore e cambio non hanno reso solamente più piacevole la Maserati GranTurismo Sport rispetto alla precedente S, ma hanno permesso un notevole incremento delle prestazioni: con cambio MC Shift si passa da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi contro i precedenti 4,9 (300 km/h la velocità massima) mentre con l'MC Auto si passa da 5 a 4,8 secondi per lo 0-100 e da 295 a 298 km/h di velocità massima.
 
Lunga 4,88 metri, larga 1,84 ed alta 1,35 (2,94 il passo) la nuova Maserati GranTurismo Sport pesa 1.880 kg ed offre una distribuzione dei pesi estremamente equilibrata nella versione MC Auto (49 davanti e 51% dietro) e leggermente più sbilanciata sul retrotreno, con un valore di 47 davanti e 53% dietro, nella versione dotata di cambio robotizzato: questo perché, nello schema Transaxle, il cambio è posizionato posteriormente. 
maserati granturismo s 2012 (18)
Nel pacchetto di novità ci sono anche una nuova taratura delle sospensioni e freni Brembo di ultima generazione

Aggiornati anche sospensioni e freni

I valori, in questo caso, sono sostanzialmente allineati a quelli della versione precedente anche se non sono mancate le modifiche in termini di ciclistica rispetto alla S: le sospensioni attive Skyhook, ad esempio, sono del 10% più rigide in termini di barre antirollio e molle ed anche l'impianto frenante ha guadagnato mordente grazie a nuove pinze Brembo a sei pompanti e dischi freno forati e baffati. Piccole novità riguardano anche le ruote da 20" proposte di primo equipaggiamento, diverse nello stile e leggermente più leggere delle precedenti. 

Nuovi dettagli estetici e funzionali

Il passo avanti compiuto dalla Sport rispetto alla S è anche aerodinamico, grazie all'introduzione di nuovi fascioni paracolpi (con sensori di parcheggio integrati) di ispirazione MC-Stradale, inedite minogonne ed un nuovo profilo estrattore d'aria posteriore che si combina allo spoiler di dimensioni ridotte che trova elegantemente posto sul cofano posteriore. Novità estetiche e funzionali riguardano anche i gruppi ottici anteriori, completamente rivisti nell'architettura interna con l'adozione del sistema di illuminazione diurna a led (DRL), le maniglie porta in tinta carrozzeria e i finestrini in tinta brunita. Tra gli elementi M.Y. 2013 ci sono anche la nuova tinta "Blu Sofisticato", i gruppi ottici posteriori in tonalità più scura, gli scarichi ovali con l'opzione della finitura in fibra di carbonio.
maserati granturismo s 2012 (41)
Nella GranTurismo Sport c'è più spazio anche per chi siede dietro: i nuovi schienali hanno permesso di recuperare 20 mm per le gambe

Dentro spiccano i nuovi sedili

Internamente sono i sedili l'elemento che distingue con maggior decisione la Sport dalla precedente S. Completamente ridisegnati rispetto ai precedenti, i nuovi elementi esaltano il look sportivo pur senza mettere da parte la raffinatezza che è d'obbligo in una GT. I sedili anteriori hanno comportato un completo restyling anche di quelli posteriori, che ora integrano i poggiatesta, ed hanno permesso di guadagnare 20 mm di spazio utile per le gambe di chi siede dietro. Chi viene da una GranTurismo S, inoltre, noterà subito il nuovo volante sportivo con i nuovi paddles del cambio di generose dimensioni, di derivazione MC Stradale, ed il nuovo design della pedaliera in alluminio.
 
Rimane facile distinguere ad una prima occhiata quale sia la versione automatica e quella dotata di cambio robotizzato: la MC Auto, infatti, è dotata di una cloche per la selezione della modalità d'uso, mentre sulla MC Shift sono previsti dei tasti.

Innumerevoli le possibilità di personalizzazione permesse anche dai pacchetti accessori MC-Sport line: dall'aerodinamica agli interni è possibile personalizzare la GranTurismo Sport quasi fosse un vestito sartoriale

Con MC Sportline è su misura

Innumerevoli le possibilità di personalizzazione (18 colori di carrozzeria - tra cui il nuovo Blu Sofisticato - 9 tipi di cerchi da 20" e 9 tipi di anodizzazione delle pinze freno) permesse anche dai pacchetti accessori MC-Sport line, di cui abbiamo ampiamente parlato: dall'aerodinamica agli interni è possibile personalizzare la GranTurismo Sport quasi fosse un vestito sartoriale.

Dal vivo: com'è fuori

Sportiva ma allo stesso tempo elegante e raffinata la nuova GranTurismo Sport è esteticamente più vicina alla MC Stradale di quanto non lo fosse la S. Il nuovo frontale, dominato nella parte bassa dalle generose prese d'aria laterali e, centralmente, dal classico ovale Maserati mantiene grande personalità e mostra all'occhio più attento una grande attenzione per il dettaglio: oltre ai gruppi ottici rivisti nell'architettura con un sistema di illuminazione diurna a led, infatti, vi sono anche elementi di "microdesign", come le nervature che proseguono sul paraurti il lato superiore dei fari anteriori, che rendono l'insieme più raffinato.
 
Molto piacevole la tonalità scura scelta per i gruppi ottici posteriori, così come ci è piaciuto il profilo sportivo ma non esagerato delle nuove minigonne. A differenza della MC Stradale, infatti, la missione quotidiana della Sport prevede una certa dose di understatement.
maserati granturismo s 2012 (9)
Il nuovo look della GranTurismo Sport è chiaramente ispirato alla sorella "racing" MC Stradale

Dal vivo: com'è dentro

L'arredamento della Sport si rifà al gusto ed alla tradizione italiana nel segmento delle GT. Linee morbide ed accoglienti, materiali di prima scelta - come la pelle Poltrona Frau sulla MC Shift o il misto pelle/Alcantara sulla MC Auto - e cura per il dettaglio sono elementi che trovano esaltazione nell'abitacolo del nuovo modello, che a differenza della GranTursimo S introduce un volante dal profilo inedito e sedili completamente ridisegnati.
 
Dotati di un profilo pensato per assicurare un nuovo compromesso tra valori di contenimento laterale e confort di bordo che sapesse accontentare anche i clienti USA, i nuovi elementi integrano i poggiatesta e vantano uno schienale decisamente più snello, che ha permesso di offrire la bellezza di 20 mm in più a chi siede dietro.
 
Molto piacevole anche il profilo del nuovo volante: dotato di corona "schiacciata", a tutto vantaggio dello spazio per le gambe, il nuovo elemento è rifinito completamente in pelle ed offre la possibilità di pilotare il sistema multimediale attraverso tasti disposti anteriormente e posteriormente. 
 
maserati granturismo s 2012 (6)
La tinta brunita dei fari e l'illuminazione a led rende riconoscibile la GranTurismo Sport di giorno come di notte
Degna di nota la lunghezza dei paddles del cambio, incernierati sul piantone di sterzo e presenti anche sulla versione MC Auto, così come ci è piaciuta la possibilità di personalizzazione offerta dalla linea MC Sportline per quanto concerne la strumentazione: in via opzionale, infatti, il pacchetto Line Interiors III propone finitura in fibra di carbonio e sfondo scuro in luogo del classico blu oltre che paddles del cambio in fibra di carbonio.
 
Tra gli elementi piacevoli anche la dimensione del vano bagagli: anche se una vettura del genere non si compra chiaramente per essere utilizzata alla stregua di una station wagon, il vano posteriore della GranTurismo Sport è come al solito molto accogliente ed in grado di permettere una breve vacanza o una sciata ad almeno due persone.

Dettagli migliorabili

Tra gli elementi che potrebbero essere ulteriormente migliorati ci sono il sistema multimediale, che non vanta la completezza del display all'interno del cruscotto o le funzionalità da "tablet" dei sistemi di ultima generazione, ed alcuni elementi oggettivamente impossibili da modificare in fase di restyling, come il "coperchio" del vano d'alloggiamento dell'airbag nella parte alta del pannello porta.

Posizione di guida perfetta

Elementi, quest'ultimi, che non influenzano il rapporto unico che si instaura tra uomo e vettura, anche nei confronti di chi siede dietro: grazie al sistema Easy Entry, infatti, l'accesso alla vettura è agevole sia per chi siede davanti che per chi prende posto dietro. Nel caso dei passeggeri posteriori il sedile di guida o quello anteriore destro avanzano automaticamente (per poi tornare in posizione) quando si reclina in avanti lo schienale, mentre per il guidatore è previsto il sollevamento del volante e l'arretramento del sedile quando si apre la porta.

Grazie al sistema Easy Entry, compreso nel pacchetto confort, l'accesso alla vettura è agevole sia per chi siede davanti che per chi prende posto dietro. Nel caso dei passeggeri posteriori il sedile di guida o quello anteriore destro avanzano automaticamente (per poi tornare in posizione) quando si reclina in avanti lo schienale, mentre per il guidatore è previsto il sollevamento del volante e l'arretramento del sedile quando si apre la porta

 
Oltre che agevole nelle fasi d'accesso il posto guida della GranTurismo, grazie anche al nuovo sedile, può essere considerato come un guanto su misura: le possibilità offerte da piantone e sedile, infatti, permettono a chiunque di formare il proprio posto guida e memorizzarlo se in presenza del pacchetto Confort.
 
Il nuovo volante è molto piacevole nell'impugnatura e le leve del cambio non rappresentano un problema nemmeno in movimento: il fatto di averle fisse al piantone e non alle razze del volante permette di capire con immediatezza il ruolo di ogni leva, evitando così fastidiosi errori.

Comodissima in autostrada

Lasciato lo stabilimento del Tridente (Modena) entriamo subito nella prima parte dei 293 km di percorso, che prevede alcuni km d'autostrada: in questo frangente scopriamo una vettura in grado di offrire un confort eccezionale, sia per quanto riguarda la capacità di assorbire le asperità stradali (buche e cambi d'asfalto) sia per la silenziosità di marcia.
 
La presenza del cruise control (purtroppo non di tipo attivo), del sistema bluetooth e dei comandi al volante rendono molto confortevole la marcia. In questa modalità d'uso le differenze tra il cambio automatico e quello robotizzato sono davvero minime. Solamente nelle fasi di richiesta di forte accelerazione in modalità automatica si apprezza una maggior linearità nella risposta del cambio automatico.
maserati granturismo s 2012 (34)
La nuova GranTurismo Sport è incredibilmente agile nel misto

Agilità insapettata nel misto

Abbandonata l'autostrada entriamo in un percorso collineare guidato, che dall'Emilia ci porta in Toscana: è il momento di abilitare la modalità Sport ed attivare la modalità manuale del cambio MC Shift.  La vettura cambia radicalmente volto, con un sound da brivido che filtra nell'abitacolo una volta superati i 2.500 giri e cambiate fulminee che prendono il posto di passaggi di marcia evidentemente rallentati per fare spazio al confort. Quello che emerge è il lato più sportivo della vettura, in cui la bontà del telaio e delle sospensioni Skyhook permettono ad una vettura di 1.880 kg, 294 cm di passo e ruote da 20" di muoversi con agilità inaspettata. 

460 CV molto progressivi

Moltissimi dei 460 CV disponibili a 7.000 giri (appena 200 giri prima del limitatore) sono disponibili già dopo i 2.000 ma è dopo i 4.000 che il V8 Maserati dà il meglio di sé stesso con una progressione che spinge l'ago del contagiri sino al limitatore senza alcun calo di intensità: una potenza che permette di toccare velocità eccezionali nell'arco di pochissimo spazio, che va gestita in modo certosino se si sceglie di disattivare i controlli di stabilità. Una modalità d'uso, quest'ultima, che permette ai più smaliziati di godere di un retrotreno molto progressivo nella perdita di aderenza in accelerazione, ma che richiede una guida decisamente più attenta rispetto a quella che si può tenere lasciando spazio all'elettronica: a differenza di molti sistemi più invasivi, infatti, l'ESP Maserati lascia spazio anche ai guidatori più esperti pur mantenendo al top i valori di sicurezza.
maserati granturismo s 2012 (67)
Su strada, della MC Auto, si apprezza il bilanciamento dinamico ed il comportamento del cambio: ora, in modalità manuale, è finalmente stata eliminata la modalità kick-down

MC Shift: aggressività da pista

Nella guida sportiva emerge il carattere del cambio MC Shift, che "fa sentire" in modo diretto il rapporto tra motore e trasmissione esaltando il sound del motore con aggressivi "buchi" di spinta e di propagazione sonora, ma se dovessimo scegliere il "nostro cambio" in fase d'acquisto sceglieremmo con ogni probabilità l'automatico ZF. Sulla carta leggermente meno veloce nelle cambiate rispetto all'MC Shift, l'MC Auto non ha buchi nei passaggi tra un rapporto e l'altro, anzi: il leggero effetto "trascinamento" delle frizioni, infatti, rende più costante e lineare il trasferimento di potenza, offrendo da un lato un sound meno coinvolgente ma dall'altro una guida più fluida ed armonica, in particolar modo in curva.

Su strada è meglio l'MC Auto

Come se non bastasse il perfezionamento del software in modalità manuale (non c'è più il kick down o il passaggio al rapporto superiore al raggiungimento del limitatore), ha reso sostanzialmente equiparabili i comportamenti dei due cambi nella guida al limite. L'unico elemento che ancora differenzia le due trasmissioni è la maggior propensione alle scalate sportive del robotizzato, soprattutto se portano il regime in prossimità della zona rossa.

Il perfezionamento del software in modalità manuale - non c'è più il kick down o il passaggio al rapporto superiore al raggiungimento del limitatore - ha reso sostanzialmente equiparabili i comportamenti dei due cambi nella guida al limite

 
Un elemento, quest'ultimo, che può far comodo se si guida in pista alla stregua della maggior stabilità e trazione proposto dal bilanciamento della vettura con cambio MC Shift: con l'MC Auto, infatti, la GranTurismo Sport è meno sottosterzante, più pesante di sterzo, ma anche leggermente più nervosa nelle reazioni di retrotreno per via del peso più sbilanciato sull'avantreno.

10 e lode ai freni

Ottimo anche il comportamento dei freni: il sistema messo a punto da Brembo è reattivo tanto a freddo quanto a caldo ed anche ad andatura più spinta non abbiamo registrato particolari cali di mordente. Per metterlo in crisi, con ogni probabilità, serve una pista con frenate molto intense.

In conclusione

La GranTurismo Sport è un prodotto adatto a chi è alla ricerca di una vettura in grado di distinguersi ed assicurare grandi emozioni, anche senza essere dei piloti professioniti. Il tutto senza dare troppo nell'occhio, elemento molto importante nel caso di vetture sportive che permettono di essere utilizzate tutti i giorni.
  • panigheil, Binasco (MI)

    bellissima

    un'auto davvero eccezionale! brava Maserati!
Inserisci il tuo commento
Altri su Maserati GranTurismo
Modelli top Maserati
Maggiori info
Maserati