prova su strada

Peugeot 208 GTI 30th Anniversary

Vera fuoriserie
-

Rivista e corretta in chiave sportiva dai tecnici di Peugeot Sport la nuova serie limitata porta all'estremo il concetto 208 anche nel look con una colorazione bicolore da vera concept car. Costa 26.000 euro

Peugeot 208 GTI 30th Anniversary

Peugeot 208 GTI 30th Anniversary (in listino da 26.000 euro) è una vettura molto speciale per la Casa del Leone. A dispetto di quanto si può pensare, infatti, il modello non rappresenta solamente un'edizione celebrativa per festeggiare 30 anni di storia GTI ma anche un nuovo modo di costruire auto sportive nato da una più forte collaborazione tra la normale produzione e Peugeot Sport.

 

Un legame che si era già potuto apprezzare nella scheda tecnica e nella performance eccezionale della RCZ R - il millesei turbo è stato spinto sino alla soglia dei 171 CV/litro per un totale di 271) - che in questa specialissima 208 si rinnova con interventi mirati non solo al motore ma anche alla dinamica del veicolo ed all'estetica. Un restyling estetico e meccanico che si può apprezzare sin al primo sguardo, in particolar modo nelle versioni bicolore che sono andate oltre ogni più rosea aspettativa in termini di vendita: solo una su dieci arriverà in Italia con la tinta bimateriale nero texturizzato opaco e rosso lucido GTI.

peugeot 208 gti 30th (18)
Gli inediti cerchi da 18" e il nuovo impianto frenante Brembo

26 ore di lavoro per diventare una 30th Anniversary

Limitata nella produzione la vettura pone l'accento sulle prestazioni con interventi che non possono essere industrializzati per una piccola serie: ecco perché sono state scelte 14 persone di Peugeot Sport per rielaborare le "normali" 208 GTI in 26 ore di lavoro che coinvolgono numerosissime aree della carrozzeria oltre al colore. La GTI "standard" entra in Peugeot Sport e viene prima di tutto modificata nelle sospensioni anteriori per allargare la carreggiata (+22 mm): l'operazione avviene con la sostituzione i triangoli inferiori delle sospensioni e le bielle dello sterzo. Attraverso supporti viene allargata anche la carreggiata posteriore (+16 mm) così come viene rivisto l'impianto frenante - pinze e dischi - con uno Brembo a quattro pompanti più prestazionale. Nuovi sono anche i cerchi da 18" nero opaco - con gommatura Michelin Pilot Super Sport ad alte prestazioni - e rivisto anche l'assetto con un abbassamento del corpo vettura di 10 mm.

 

Alla fine della procedura vengono poi montati gli elementi del kit esterno come i codolini passaruota, i baffi anteriori dei fendinebbia, le minigonne, il diffusore posteriore e la calandra specifica per questo modello.

 

Internamente, oltre ad essere una versione davvero full-optional, la 208 GTI 30th Anniversary offre la chicca dei sedili sportivi Peugeot Sport rivestiti in misto pelle/Alcantara.

peugeot 208 gti 30th (15)
Il doppio terminale, parte finale dell'inedito sistema di scarico

208 di nome, 208 CV di fatto

Anche il motore viene completamente rivisto. La linea di scarico, ad esempio, è completamente personalizzata in base alle esigenze di un motore che è stato ripensato per girare più in alto ed in modo più "reattivo" rispetto a quello della GTI. Questo grazie ad una modifica all'albero a camme di aspirazione ma anche al volano che ora è proposto in una versione alleggerita.


Dai 1.598 cc del quattro cilindri Peugeot vengono ora erogati 208 CV a 6.000 giri ma quello che più interessa agli appassionati è certamente lo spostamento in alto del valore di coppia massima: ora è di 300 Nm a 3.000 giri contro i precedenti 275 a 1.750 giri. Questo per assicurare maggior spinta agli alti regimi ma soprattutto una superiore capacità di allungo.

Quello che più interessa agli appassionati è certamente lo spostamento in alto del valore di coppia massima: ora è di 300 Nm a 3.000 giri contro i precedenti 275 a 1.750 giri

 

Molte le novità anche nel reparto trasmissione: il cambio, sei marce meccanico, è ora abbinato ad un differenziale - anteriore - Torsen in grado di spostare la coppia tra l'asse destro e quello sinistro in base alle disponibilità di trazione delle singole ruote. Questo permette a 208 GTI 30th Anniversary di essere più prestante in uscita di curva assicurando, allo stesso tempo, migliori valori di accelerazione: ora la vettura passa da 0 a 100 km/h in 6,5 secondi e copre il km, con partenza da fermo, in 26,5 secondi. Basso il valore di emissione di CO2 in relazione alla potenza erogata, a testimonianza dell'alto livello di efficienza ormai raggiunto da questo motore: il quattro cilindri, 16 valvole, dotato di Stop&Start ed omologato Euro6 non supera i 125 g/km.

peugeot 208 gti 30th (3)
L'esclusiva verniciatura bicolore

Dal vivo: com'è fuori

I tecnici di Peugeot Sport hanno fatto molto per dare alla 208 GTI una nuova identità sportiva. Non potevano dunque essere da meno gli stilisti che per occasione, e per far fronte alle nuove esigenze tecniche, hanno messo a punto un pacchetto di novità di stile che vanno a rendere decisamente omaggio allo spirito della 30th Anniversary. La nuova colorazione bimateriale, ad esempio, rende immediatamente l'idea del modo in cui viene preparata la vettura, perché a differenza della classica verniciatura a "macchina" l'intero lavoro viene fatto a mano; questo è evidente nella zona nera della versione bicolore, dove il nero texturizzato opaco fa intravedere (ci vuole un occhio allenato) le sfumature del passaggio della pistola in controluce.

 

Ma non è solo la tinta, il cerchio da 18" specifico o il nuovo kit aerodinamico. I più attenti noteranno che all'aumento di carreggiata, compensato esteticamente dall'introduzione del codolino passaruota, si nota un deciso aumento del camber anteriore che passa da 0,5 a 1,6 gradi: sembra nulla ma guardando la vettura di 3/4 è uno degli elementi che meglio trasmette la ricerca di maggior contatto tra la vettura e la strada.

 

 
 

 

Niente male anche le finiture: la nuova calandra, con i dot cromati, è molto interessante così come è piacevole l'introduzione al posteriore del doppio scarico cromato.

peugeot 208 gti 30th (14)
L'abitacolo è full optional

Dal vivo: com'è dentro

Le novità estetiche sono molto numerose fuori mentre per quanto riguarda gli interni viene quasi del tutto confermato il set di modifiche introdotte con la normale GTI. Quadro strumenti personalizzato, grafica specifica del sistema multimediale, impunture rosse sulle cinture di sicurezza sono tutte confermate: ad essere nuovi sono invece i sedili sportivi Peugeot Sport che hanno un look corsaiolo perfettamente intonato allo spirito della vettura ed allo stesso tempo non si fanno mancare la finitura pregiata visto il rivestimento misto in pelle/Alcantara.

 

Confermato anche lo spazio a bordo: davanti si sta molto bene, così come dietro dove una volta superato l'ostacolo dell'accesso difficoltoso all'abitacolo ci si siede relativamente comodi. Niente male nemmeno il bagagliaio: non sarà certamente un elemento chiave nella scelta di questo modello ma chi comprerà questa vettura non lo farà solamente per "spararsi" infinite sessioni in pista.

peugeot 208 gti 30th (10)
La Peugeot 208 GTI 30th Anniversary in pista

Come si guida

Una volta a bordo della 208 GTI 30th Anniversary si viene subito colpiti dalla combinazione tra la comodità ed il contenimento laterale offerto dai nuovi sedili. Si tratta di una combinazione che fa sentire la vettura cucita addosso alla stregua della a nostro parere perfetta triangolazione con pedaliera e volante. Quest'ultimo, dal look molto sportivo e dall'impugnatura generosa, è la solita croce e delizia della vettura perché alcuni sostengono di non riuscire a leggere la strumentazione rialzata: noi, a tal riguardo, non abbiamo mai riscontrato particolari problemi con il diametro ridotto della corona previsto dal capitolato del i-cockpit Peugeot.

La combinazione tra la comodità ed il contenimento laterale offerto dai nuovi sedili. Si tratta di una combinazione che fa sentire la vettura cucita addosso

 

Una volta avviato il motore si avverte subito come i tecnici di Peugeot Sport siano intervenuti per cambiare radicalmente il comportamento del motore: il sound, anche da fermo, è decisamente più presente che sulla normale GTI ed è evidente come, accelerando da fermo, il motore sia decisamente più propenso a prendere velocemente giri che in passato. Modifiche che sulla carta dovrebbero rendere più entusiasmante e reattiva la guida della vettura.

peugeot 208 gti 30th (12)
Un'altra immagine della 208 GTI 30th Anniversary in pista

 

Presa la via della pista in effetti ci si accorge dopo un paio di accelerazioni che la musica è cambiata: la 208 è più coinvolgente in accelerazione ma soprattutto ha spostato più in alto l'asticella della prestazione senza poi svuotarsi più di tanto ai bassi regimi. La coppia massima (300 Nm, +25) è ora a 3.000 giri contro i precedenti 1.750 e questo ha influito nello spostare più in alto il regime di potenza massima ma soprattutto ha regalato una massiccia dose di allungo in più rispetto alla normale 208 GTI: per intenderci se la vecchia a 5.700 aveva già dato tutto, con la 30th Anniversary ci si può spingere sino a 6.500 giri senza particolari cali di spinta.

 

Una prestazione che viene perfettamente assecondata dalle rinnovate caratteristiche di assetto che, in particolar modo grazie alla maggior larghezza delle carreggiate, permette alla 208 di essere più stabile e precisa nei transitori ma soprattutto più incline a sfruttare le caratteristiche della gommatura sportiva Michelin proposta di serie. Caratteristiche, quelle di grip della gomma, che vengono esaltate dal differenziale autobloccante Torsen: la taratura è per forza di cose più stradale che pistaiola per non rendere brusche le reazioni sullo sterzo - per la pista qualche punto percentuale di blocco in più farebbe comodo - ma l'effetto fuori dalle curve è quello desiderato: la 208 anche in prima o seconda marcia scarica a terra molto bene i 208 CV di cui dispone.

 

Lode, infine, all'impianto frenante: il nuovo impianto Brembo è potente, ben modulabile ed infaticabile.

In conclusione

La nuova Peugeot 208 GTI 30th Anniversary è una vettura molto speciale, prodotta in serie limitata e dedicata ad un utenza sportiva che nella normale GTI non ha trovato quelle doti di "estremo" che sino ad oggi si trovavano su prodotti come Ford Fiesta ST o la vecchia generazione di Renault Clio RS (l'ultima generazione è decisamente addolcita).

 

Una vettura che tra qualche anno potrebbe avere un interessante valore collezionistico, messa a punto davvero bene da un'azienda (Peugeot Sport) che per quanto concerne la realizzazione di auto da corsa non ha davvero nulla da imparare.

Pro

- Look: la versione bicolore ha il fascino delle concept car
- Meccanica: la rivisitazione di Peugeot Sport è eccezionale
- Prestazioni: va veramente forte

Contro

- Il differenziale autobloccante è poco aggressivo
- L'ABS ha una taratura un po' troppo stradale
- Il cambio ogni tanto si impunta tra seconda e terza
- Non c'è a cinque porte. Peccato.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 208
Modelli top Peugeot
Maggiori info
Peugeot