prova

Renault Twingo Lovely

L’invasione degli “Ultraviolet”
-

Una grafica speciale, dettagli originali e soprattutto il cambio automatico ECD: si chiama Lovely la versione più glamour e trendy di Twingo, che strizza l’occhio al pubblico femminile. Per distinguersi dalla massa, scegliendo l’eleganza con un tocco di sportività

Renault Twingo Lovely

Tecnicamente è un’edizione limitata, ma il confine non è numerico, quanto temporale: sarà disponibile per un anno esatto, dodici mesi in listino, da metà di novembre 2015 fino agli stessi giorni del 2016. 


Ha quindi dodici mesi la Renault Twingo Lovely per conquistare il cuore delle donne cui è dedicata. Già, l’altra metà del cielo, che nel caso delle citycar francesi rappresenta oltre il 70% delle acquirenti e che con tutta probabilità sono destinate a crescere ancora, almeno nelle intenzioni del marketing Renault. 

Com’è fatta: esterni fashion e di tendenza

Ad un modello capace di cambiare molto fino a trovare la convincente formula attuale, gli strateghi di Renault Italia (questa serie speciale, ricordiamo, nasce da questo lato delle Alpi) hanno applicato alcuni dettagli capaci di fare la differenza

renault twingo lovely test (9)
La serie speciale "Ultraviolet" si distingue per i cerchi da 16” in tinta con la carrozzeria, i vetri oscurati e una banda decorativa che percorre la linea di cintura

 

I colori, intanto: ai conosciuti bianco e nero già in listino, per Lovely aggiungono le nuance speciali Cosmic Grey e Ultraviolet, soprattutto con la seconda capace di fare la differenza in termini di colpo d’occhio. Ad un secondo esame si notano poi gli altri dettagli specifici, come  con la carrozzeria, i vetri oscurati, lo stripping laterale ed il badge Lovely in rilievo sul montante della portiera. 


Dettagli, come si vede, ma capaci di catturare l’attenzione e di far capire al volo che si tratta di un’auto speciale; come speciale, per conseguenza, è da intendersi la persona che la guida. 

Interni: una city car a vocazione premium

Il concetto “Ultraviolet” è declinato in modo convincente anche nell’abitacolo, dove è facile ritrovarne richiami nelle sellerie in tessuto e pelle, negli inserti del volante ed in numerosi altri dettagli, come i profili di aeratori e plancia.

 

Il risultato è un abitacolo ambizioso, raffinato nella dotazione che supera il livello abitualmente proprio della categoria: volante sportivo in pelle, climatizzatore automatico, cruise control, radio con sistema R&GO con comandi al volante, supporto per smartphone fendinebbia, battitacco personalizzato, fino ai richiami sui tappetini, giusto per non dimenticare nulla. E per chi avesse ambizioni ancora maggiori, è disponibile in opzione, il tablet multimediale R-Link Evolution, con touchscreen 7’’ capacitivo. Peccato, a fronte di tanta disponibilità, che la scelta di alcune plastiche degli interni non appaia allineata al resto della vettura. 

renault twingo lovely test (15)
La plancia semplice della Twingo: si notano i dettagli in tinta "Ultraviolet", un viola acceso che è disponibile come nuova tinta per la carrozzeria

Debutta il cambio EDC: colpo di fulmine!

Oltre che per i dettagli fashion, Lovely sarà ricordata come la prima versione della Twingo equipaggiata con il cambio automatico EDC (Efficient Dual Clutch), un doppia frizione a sei rapporti (lo stesso che già muove la Smart) cui è affidato il compito di esaltare le doti di maneggevolezza e praticità già conosciute aggiungendo un tocco di piacere di guida e comfort dinamico.

 

Il cambio EDC, offerto da Renault su tutta la gamma dall’Espace appunto alla Twingo, è abbinato al momento alla sola unità motrice TCe da 90 CV, (con coppia di 135 Nm a 2500 giri/min) ma è già annunciato il suo trapianto anche sulla SCe da 69; rispetto al tradizionale cambio manuale a 5 rapporti, comporta solo un leggero aumento dei consumi ed un incremento delle emissioni, ora di 107 g/km per quanto riguarda il  Co2. Piccoli sacrifici, tutto sommato, come si vedrà ampiamente compensati da una condotta dinamica più lineare e davvero convincente. 

Su strada: citycar a chi?

In un contesto di mercato in cui a determinare la scelta d’acquisto sono i dettagli e le caratteristiche d’originalità rispetto alla concorrenza, Twingo mette sul piatto elementi capaci di orientare il piatto della bilancia a suo favore: dall’abitabilità interna, con lo spazio per le ginocchia dei passeggeri posteriori migliore della classe (13,6 cm), alla posizione di guida rialzata ed all’angolo di visione verticale da 12,1°, fino alla funzionalità d’uso assicurata dal piano potenziale di carico di 2,31 mt e dai tanti vani portaoggetti; su tutto poi, troneggia il raggio di sterzata record, da 4,3 metri, che la rende agilissima e capace di disimpegnarsi senza affanno anche dalle situazioni di traffico o parcheggio più intricate. 

L’EDC si palesa veloce e reattivo sui percorsi più movimentati, al punto che non sarebbero apparse fuori luogo le palette al volante per dar concretezza a velleità sportive

 

A queste doti già conosciute, con Lovely si aggiunge il jolly dell’EDC, progressivo fin dalla partenza, che snocciola le marce senza incertezze e che appare fluido e sincero nella marcia urbana. E quando la strada si apre, l’EDC si palesa veloce e reattivo sui percorsi più movimentati, al punto che non sarebbero apparse fuori luogo le palette al volante per dar concretezza a velleità sportive. Davvero un bel cambio, al quale perdoniamo come veniale l’incertezza di risposta a volte registrata nell’assecondare il comando del pedale del gas nell’apri-chiudi più frenetico.   


L’incedere autorevole di Lovely è sostenuto dal tono sempre ben presente del motore, che gratifica con una voce tenorile in crescendo via via che si avvicina la soglia del limitatore; ma se per i passeggeri anteriori si tratta di un dettaglio positivo, chi sta dietro soffre per un livello sonoro più fastidioso, per via della posizione posteriore del motore e per la trazione, anch’essa sull’asse di coda.
 
La Twingo in versione Lovely sarà disponibile dal 14 novembre: il listino parte dai 13.350 euro della SCe da 69 CV fino a toccare i 15.600 della TCe 90 CV con cambio doppia frizione EDC. 

 

Pro
- Facilità di manovra in ambito urbano
- Spazio interno ben sfruttato
- Posizione di guida

 

Contro
- Rumorosità posteriore
- Grafica migliorabile App navigazione

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Renault Twingo
Modelli top Renault
Maggiori info
Renault