#Galemasterpilot

Tesla Model S P90D | Test Drive #AMboxing

-

Abbiamo provato la berlina elettrica più ambita della Terra. La Tesla Model S P90D non è solo velocissima, ma garantisce grande comfort e apre prospettive interessanti sul futuro della mobilità

E’ una delle auto più discusse del momento, ma non è per niente facile metterci le mani sopra. Noi siamo riusciti a testare la Tesla Model S nella versione top di gamma P90D per un’intera giornata, da mattina a sera. Prima di lasciarvi al video di Andrea Galeazzi, questa volta accompagnato in via eccezionale dal nostro Emiliano Perucca Orfei, tracciamo una panoramica di questa supercar a batteria.

L’ammiraglia 100% elettrica più famosa del mondo in questa versione offre una batteria da 90 kWh, come suggerisce il nome. L’autonomia dichiarata è di 520 km e in condizioni di guida reali si possono affrontare senza rinunce più di 300 km. La invece “D” sta per “Dual”, dal momento che questo modello sfrutta non uno ma due motori elettrici, uno montato all’anteriore, l’altro al posteriore. In questo modo la Model S P90D riesce ad ottenere un vero sistema di trazione integrale AWD senza ricorrere ad un albero di trasmissione tra gli assi. 

La potenza di questa Tesla è impressionante, come sottolinea la “P” di Performance. Il motore posteriore ha 510 CV, mentre quello anteriore è in grado di produrne altri 262, per una coppia complessiva di quasi 1.000 Nm (996 per essere precisi). La P90D offre poi la famigerata modalità di guida Ludicrous che permette di avere un boost di potenza in più per un periodo limitato di tempo in piena accelerazione. In questa modalità lo spunto del motore posteriore tocca i 539 CV e lo scatto da o a 100 km/h viene coperto in soli 3,0 secondi. La velocità massima invece rimane sempre limitata a 250 km/h e la trazione integrale AWD non è disinseribile.

Tesla mette a disposizione dei propri clienti la rete di ricarica gratuita dei Supercharger

Il prezzo di questo gioiello elettrico è da capogiro: si parte da 127.840 euro. Bisogna considerare però che in questo momento le auto 100% elettriche in Italia non pagano il bollo - e con questi valori di potenza è un bel vantaggio - e si hanno tutta una serie di agevolazioni nelle grandi città (parcheggi gratis, accesso in centro gratuito). In più Tesla mette a disposizione dei propri clienti la rete di ricarica gratuita dei Supercharger, che permettono, organizzandosi, di viaggiare sulle lunghe distanze senza spendere un euro.

La mappa dei punti di ricarica Tesla in Europa
La mappa dei punti di ricarica Tesla in Europa

 

  • forzafu, Settimo Torinese (TO)

    Ormai per guidare un'auto non occorre più essere dei discreti piloti ma degli ottimi ingegneri elettronici per gestire tutti i sistemi di bordo che spaziano dalla sicurezza al confort, peccato che se mi vedono guidare parlando al cellulare mi tolgono la patente in compenso mi è consentito smanettare come un pazzo sui megaschermi di bordo.
Inserisci il tuo commento
Altri su Tesla Model S
Maggiori info
Tesla