facelift

BMW Serie 7 restyling

-

La Casa dell'Elica ha comunicato tutti i dettagli della BMW Serie 7 restyling, che si distingue per una serie di dettagli estetici e per un cospicuo aggiornamento dei sistemi tecnologici di bordo e delle motorizzazioni disponibili

BMW Serie 7 restyling

A tre anni e mezzo dal lancio della versione "originale", BMW Serie 7 si sottopone ad un lifting di mezza vita pensato per rinfrescare i già moderni concetti proposti da quella che è da sempre l'ammiraglia di riferimento della Casa di Monaco.

BMW Serie 7 facelift: opera di affinamento tecnologico

Non si tratta di nulla di sconvolgente in realtà ma di un'opera di affinamento di numerosi dettagli che prevede l'adozione di alcuni elementi tecnologici già visti anche su altri modelli, come i gruppi ottici anteriori che prevedono l'utilizzo di LED non solo per segnare i tratti dello sguardo in modalità diurna (quella che un tempo si chiamava "posizione"), ma anche per le modalità anabbagliante ed abbagliante: il passaggio dall'una all'altra modalità, che si affianca alla regolazione della profondità o della larghezza del fascio luminoso in funzione della velocità, può avvenire in modo automatico sfruttando una delle funzioni previste dall'ultimo aggiornamento del Connected Drive.


Oltre ai gruppi ottici piccole novità riguardano il paraurti anteriore, ridisegnato, ed il doppio rene che alla stregua di Serie 1 e Serie 3 adotta una nuova costruzione a 12 listelli. Alcune novità riguardano anche i gruppi ottici ed il fascione paracolpi posteriore.

bmw serie 7 restyling 18
Molto lievi gli interventi degli stilisti sulla parte esterna della BMW Serie 7 restyling

Aggiornato anche il Connected Drive

Tornando al già citato Connected Drive, sotto al cappello del quale BMW fa rientrare elementi di sicurezza e di intrattenimento, il nuovo aggiornamento prevede una nuova generazione di sistema di navigazione, del Night Vision, dell'assistente al parcheggio e dell'Active Protection.

Novità anche nell'abitacolo

Tra le novità degli interni, anch'essa legata al ConnectedDrive, si fa notare l'introduzione di una nuova strumentazione completamente LCD con funzionalità 3D. Il quadro può assumere diversi aspetti sulla base della modalità d'uso o delle funzionalità attivate.


Parte del pacchetto di elementi ridisegnati sono anche i sedili anteriori: ovviamente in pelle offrono - a detta di BMW - maggior sostegno laterale ed allo stesso tempo maggior comfort. Sedili "individuali" di nuovo disegno sono disponibili anche per chi siede dietro alla stregua di un display da 9,2" che si combina ad un sistema audio Bang & Olufsen da 1.200 watt e 16 altoparlanti (con la chicca del diffusore centrale illuminato...) diffusi nelle zone strategiche dell'abitacolo.

bmw serie 7 restyling 32
Anche per i passeggeri posteriori sono disponibili sedili di nuovo disegno, che promettono un livello di confort ancora più elevato

Disponibile sia in versione standard che a passo lungo "Li" la Serie 7 adotta l'ultima evoluzione del cambio ad otto marce automatico che prevede per tutti i motori la funzione Start Stop e la modalità ECO Pro già introdotta su Serie 6, Serie 3 e Serie 1.

I motori a benzina

La gamma benzina si compone della 760i a 12 cilindri, capace di sviluppare 544 CV e di scaricare al suolo 750 Nm, della V8 750i da 450 CV, in grado di erogare 650 Nm di coppia e della 740i spinta da un nuovo sei cilindri in linea, in grado di produrre 320 CV  e 450 Nm di coppia. 

Non mancano aggiornamenti per le versioni a gasolio e per la variante ibrida ActiveHybrid

La gamma diesel prevede 730d da 258 CV e 740d da 313 CV, entrambe sei cilindri ed entrambe caratterizzate da una drastica riduzione di consumi. Novità assoluta la 750d: sotto al cofano il nuovo twin-turbo sei cilindri diesel adottato anche dai nuovi modelli della gamma M Performance a gasolio (M550d, X5 M50d e X6 M50d), capace di sviluppare 381 CV e 740 Nm di coppia. 

bmw serie 7 active hybrid restyling 2
La versione ActiveHybrid viene ora abbinata al propulsore da 3.0 litri a sei cilindri in linea TwinPower Turbo e non più al precedente V8 biturbo da 4.4 litri

Non manca la variante ibrida ActiveHybrid7 che prevede un ulteriore abbattimento delle emissioni rispetto al modello precedente . L'unità elettrica da 55 CV è affiancata ora al propuslore a benzina TwinPower Turbo a sei cilindri in linea da 3.0 litri da 320 CV, (la versione precedente sfruttava un V8 biturbo da 4.4 litri), mentre la coppia massima si attesta intorno ad un valore pari a 500 Nm. Secondo la Casa la versione ibrida è in grado di far registrare valori di consumo medi pari a 6,8 l/100km, con emissioni di CO2 contenute entro la soglia di 158 g/km.

Alcune novità hanno interessato anche la meccanica: le sospensioni utilizzano nuovi elementi in gomma per l'assorbimento delle vibrazioni ed ammortizzatori modificati. La sospensione posteriore pneumatica con regolazione dell'altezza e lo sterzo elettromeccanico sono ora di serie.


Tempi di commercializzazione e prezzi saranno resi noti più avanti.

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su BMW Serie 7
Modelli top BMW
Maggiori info
BMW