intervista

Roux: «Infiniti Q50 inaugura una nuova era. Obiettivo? Competere con i brand tedeschi»

-

Infiniti con il lancio della nuova Q50 ha intrapreso un ambizioso cammino che ha l'obiettivo di portare il brand di lusso giapponese a competere ad armi pari con la migliore concorrenza tedesca. Ce ne ha parlato Jean-Philippe Roux, Regional Manager South Europe di Infiniti

Roux: «Infiniti Q50 inaugura una nuova era. Obiettivo? Competere con i brand tedeschi»

Castellolì Infiniti, brand di lusso di casa Nissan nato nel 1989 negli Stati Uniti e poi approdato in diversi mercati mondiali fino ad arrivare, nel 2008, anche in Europa, vuole raggiungere una nuova dimensione aziendale così da arrivare a competere ad armi pari con i marchi premium tedeschi.

 

Un obiettivo ambizioso che Infiniti vuole ottenere puntato sul design, ma anche sullo sviluppi di motori, powertrain e tecnologie all'avanguardia. Come suggerisce la nuova denominazione scelta dal marchio giapponese, che per identificare i nuovi modelli della gamma abbandona le lettere fino ad oggi utilizzate (G, M, EX, FX, ecc.) per adottare esclusivamente il carattere Q (QX nel caso di SUV e crossover), il primo passo di questa strategia di crescita è senza dubbio la nuova Infiniti Q50.

 

Questa berlina di segmento D infatti inaugura un nuovo linguaggio stilistico, che poi verrà trasferito anche sui prossimi modelli del marchio, a partire dall'attesa compatta Q30, e rappresenta una tappa fondamentale per raggiungere l'obiettivo di 500.000 unità/anno fissato per i prossimi 10 anni, come ci ha spiegato Jean-Philippe Roux, Regional Manager South Europe di Infiniti.

 

Quando nasce Infiniti e quale dimensione aziendale ha raggiunto oggi?
«Infiniti è un marchio nato negli Stati Uniti nel 1989, quindi per noi si avvicina il 25° compleanno. L'anno scorso abbiamo inaugurato la nostra sede centrale a Hong Kong e ad oggi possiamo dire di impiegare più di 4.000 persone nel mondo, diventando un vero punto di forza all'interno dell'alleanza Renault-Nissan».

infiniti q50 13
La nuova Infiniti Q50 arriverà in Italia con un turbo diesel di origine Mercedes-Benz e con una motorizzazione ibrida a benzina

 

In quanti Paesi è presente Infiniti? Quando siete arrivati in Europa e dove pensate di espandervi prossimamente?

«Attualmente siamo presenti in più di 50 mercati. I più recenti dove ci troviamo ad operare sono senza dubbio l'Europa, il Middle East e il Sud Africa, dove siamo arrivati solo l'anno scorso. La nostra ambizione ci porterà comunque ad arrivare in nuovi Paesi con il nostro marchio. Presto arriveremo per esempio in Giappone, che forse potrà rappresentare uno dei mercati più strategici per noi».

 

Dove vengono fabbricate le automobili Infiniti? 

«La fabbrica più importante del marchio Infiniti si trova a Tochigi, in Giappone, ma abbiamo uno stabilimento anche negli Stati Uniti e ci stiamo muovendo per aprire una fabbrica in Cina. Presto inoltre, per podurre la nuova compatta Q30, inizieremo a produrre nello stabilimento britannico di Sunderland (dove attualmente si producono solo modelli Nissan, ndr)».

infiniti q50 (7)
Con la nuova Q50 Infiniti ha inaugurato la nuova denominazione dei modelli della sua gamma, che d'ora in poi si servirà solo della lettera Q (QX nel caso di SUV e crossover)

 

Avete strutture anche in Europa?

«Assolutamente sì. La sede di Infiniti Europe si trova a Rolle, in Svizzera, vicino a Ginevra, ma abbiamo anche un Centro Tecnico a Cranfield, nei pressi di Londra e uno studio per lo sviluppo del design condiviso con Nissan a Londra. Infine non dimentichiamo la sede della Scuderia di F1 Infiniti Red Bull Racing, nostro partner tecnologico, che si trova a Milton Keyenes, a poca distanza dalla capitale britannica. Del resto il Campione del Mondo Sebastian Vettel è stato nominato Direttore della Divisione ad Alte Prestazioni del nostro marchio». 

 

Qual è l'obiettivo di Infiniti?

«Il nostro obiettivo è quello di portare Infiniti a diventare uno dei protagonisti nel mercato premium, andando a competere direttamente con Audi, BMW e Mercedes-Benz. Pensiamo infatti che nella fascia premium ci sia ancora spazio per esprimere il meglio della tecnologia e qui noi possiamo fare la differenza».

Il nostro obiettivo è quello di portare Infiniti a diventare uno dei protagonisti nel mercato premium, andando a competere direttamente con Audi, BMW e Mercedes-Benz

 

E' un obiettivo molto ambizioso. Attraverso quali strategie pensate di raggiungerlo?

«Gli strumenti per raggiungere questo ambizioso obiettivo sono senza dubbio il design, che abbiamo rinnovato sulla nuova Q50, ma anche l'innovazione applicata ai motori ed alla tecnologia».

infiniti q50 12
La Q50 è solo il primo tassello di una strategia di crescita del marchio Infiniti

 

Quante auto vende oggi nel mondo Infiniti e quante pensate di venderne nei prossimi anni?

«Infiniti a livello mondiale oggi commercializza 172.000, ma il nostro obiettivo è di arrivare nei prossimi 5-10 anni a raggiungere quota 500.000 unità. Questi obiettivi si potranno raggiungere anche grazie al raddoppio della disponibilità di motori grazie alla partenrship stretta con i nostri alleati, in particolare con Mercedes. Fissare un obiettivo in termini di volumi è certamente importante, anche se per noi la priorità rimane sviluppare l'immagine del marchio».

 

Il primo tassello della vostra strategia di crescita è la Q50 a cui seguirà prossimamente la Q30. Di che cosa si tratta?

«L'evoluzione del nostro marchio si muoverà nella direzione della Q30, presentata finora solo come concept, ovvero di uno urban crossover dal design molto affascinante, che sembra essere stato peraltro molto apprezzato dai potenziali clienti. La Q30 è stata pensata, disegnata e verrà prodotta in Europa. Per realizzare questo nuovo modello abbiamo stanziato un investimento di 300 milioni di euro per l'adeguamento dello stabilimento britannico di Sunderland e abbiamo creato 1.000 nuovi posti di lavoro».

infiniti q30 concept
L'infiniti Q30 concept anticipa la futura compatta pensata per l'Europa e prodotta in Gran Bretagna

 

Parliamo invece della Q50. Quanto è importante per Infiniti questo nuovo modello?

«La nuova Q50 è fondamentale per noi perché rappresenta il primo modello di una nuova era per Infiniti. Questo modello infatti inaugura un nuovo design che poi verrà trasferito anche sui prossimo modelli del brand. Si tratta di una berlina di lusso del segmento D che fa della tecnologia il suo punto di forza e che nella versione ibrida rappresenta davvero il nostro prodotto di punta».

 

Quali altri motori Mercedes arriveranno sotto al cofano dei modelli Infiniti, oltre al 2.2 diesel oggi disponibile sulla Q50?
«Ad oggi non posso anticipare nulla in merito, ma è ovvio che ci sono altri progetti in arrivo con i nostri partner.»

infiniti q50 (4)
L'Infiniti Q50 inaugura un nuovo linguaggio stilistico per il brand di lusso giapponese

 

Anche il cambio automatico della Q50 è di origine Mercedes?
«Sì il cambio automatico è Mercedes.»

 

Per competere con i marchi tedeschi la strada obbligata sembra quella di proporre oltre ad un modello compatto anche una sportiva. Vi state muovendo in questa direzione?
«Il nostro piano per ora prevede la presentazione della Q30. Dopo l'arrivo di questo modello non posso dire cosa succederà. L'immagine del marchio è l'aspetto più importante per noi ed è chiaro che sviluppare una sportiva è un passo fondamentale per definire la percezione del brand. È uno scenario che stiamo sicuramente valutando, ma ad oggi non posso dire di più».

L'immagine del marchio è l'aspetto più importante per noi ed è chiaro che sviluppare una sportiva è un passo fondamentale per definire la percezione del brand

 

In Italia la nuova Q50 arriverà anche con una motorizzazione classica a benzina?
«No, in Italia la Q50 verrà proposta nella versione turbo diesel e nella più sofisticata variante ibrida a benzina, mentre non sono previsti modelli puramente a benzina».

 

Lexus, un altro brand premium giapponese, propone una gamma completamente ibrida. Come vi ponete voi di fronte a questa strategia?
«Io non posso commentare le scelte strategiche di altri brand, ma è chiaro che noi di Infiniti guardiamo più al segmento premium nel suo complesso e non ad un singolo competitor».



 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Infiniti Q50
Modelli top Infiniti
Maggiori info
Infiniti