rally - trofei

Rally, Trofei Peugeot Italia: 40 anni sempre in corsa con nuovi talenti e vecchi campioni

-

Il plurititolato CIR Paolo Andreucci resta in Peugeot Sport con nuovo ruolo 2019: coach in supporto ai giovani piloti ufficiali del Leone più, forse, qualche gara

La stagione 2019 del Rally tricolore è alle porte e Peugeot si rinnova quale protagonista principale, nel vero senso del termine. Una Casa parte del Gruppo (PSA) che festeggia i suoi 40 anni in gara con Trofei propri. Una Casa, Peugeot, che è quella più rappresentata numericamente al via delle varie competizioni rallistiche che si svolgono sul nostro territorio nazionale, dal 1989. Quasi il 35% delle partenze 2018, sono state per auto del Leone. Questo la dice lunga su quanto i francesi “ci mettano” nei rally, come risorse, per dei risultati e come volontà, di farsi vedere nel legame prodotto e uso sportivo. In una disciplina che non è da tutti, non è da tutti in veste ufficiale con costanza, come non è da tutti il palmares accumulato da Paolo Andreucci.

Il toscano appende il casco al chiodo, o forse no. Di sicuro non sarà al via della stagione come pilota iscritto ad alcun campionato ma di certo non lascia Peugeot. Come nuovo coach della squadra ufficiale rally e testimonial Peugeot, Paolo ha deciso solo all'ultimo. Cosa? Di non abbandonare quella famiglia che l'ha visto tanto crescere e trionfare (otto titoli insieme) quasi fino alla noia, se la noia di vincere possa mai esistere nel Motorsport. Andreucci quindi trova questa nuova dimensione, che gli permette di cimentarsi come testimonial magari assieme a Stefano Accorsi, ma soprattutto riveste aiuto pratico ai giovani che, volente o nolente, prima o poi dovrebbero rimpiazzarlo nell'albo d'oro.

Quelli che Carlo Leoni e gli uomini di Peugeot Sport Italia vorrebbero vedere subito, nuovi nomi presenti in classifica, al primo posto. In particolare Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella, giovanissimi vincitori del Trofeo Peugeot Competition 2018 ora ufficiali, che abbiamo intervistato (ne leggete a parte).

208 rally
208 rally

Trofei 2019

C'erano una volta le Simca, le Talbot, che mettevano le ruote in Italia con i primissimi trofei monomarca negli anni Settanta, ora i trofei sono diventati diversi, sotto il nuovo nome di Peugeot Competition. Lontano il ricordo del primo Trofeo con la sola 104, nel 1980, oggi i piloti sono divisi in tre categorie per molti modelli di auto ma, premi in gommatura e anche in denaro, ce n'è per tutti quelli che si piazzano ai primi posti.

Qualcuno si accontenterà solo delle gomme fornite da Pirelli, qualcuno invece beneficerà di premi, persino di € 20.000 quello massimo e poi quel posto nella squadra ufficiale, con la 208 R2B 2020. Una macchina non certo inedita ma che ovviamente Paolo Andreucci, come gli uomini dello staff e i giovani ragazzi arruolati, sanno che potrà dare ancora tante soddisfazioni. In Italia lottando forse inaspettatamente con una cugina, Citroen C3, ma beneficiando degli anni di esperienza accumulata. Spiegano tutti che il pregio della 208 non è forse il motore, oggi, tra i più potenti ce ne sono altri, ma di sicuro è la sua adattabilità a tutti i tipi di fondo. Quella facilità di messa a punto e affidabilità comprovata, unite alla prontezza di reazione per qualunque tipo di guida, anche quella molto aggressiva, come ha il giovane Ciuffi.

Andreucci, nuovo Tutor Peugeot nei Rally, con uno dei boss di PSA Italia, Carlo Leoni
Andreucci, nuovo Tutor Peugeot nei Rally, con uno dei boss di PSA Italia, Carlo Leoni

Pronti.. Via

La stagione 2019 apre al prossimo Rally Il Ciocco, che si terrà a marzo. Gli appuntamenti che si estendono come massimo a sette tappe, sono suddivisi tra CIR, IRC e un Trofeo Open che permette a qualunque persona che corre con una Peugeot, nuova, semi-nuova o anche vecchia, fuori produzione, di esserci in classifica, di essere in qualche modo legato alla Casa.

208 Rally Cup TOP (208 R2B sulle stesse gare del Campionato Due Ruote Motrici, tranne il Targa Florio) 208 Rally Cup PRO (208 R2B cinque appuntamenti IRC) e Rally Regional CLUB (open, negli eventi ACI Sport) sono i nuovi nomi dei Trofei 2019. Nel CLUB basta che sia una Peugeot l’auto che corre, per ritrovarsi parte della classifica Trofeo, che mette un paio sostanziosi aiuti. Piace sapere che senza andare a contrastare nomi noti, o salire su vetture proibitive, anche in questa nuova categoria aperta si può portare a casa qualcosa prendendo risultati in tre sole apparizioni. Allora anche in tempi duri per il Motorsport, forse il gioco unito ovviamente a tanta, tanta passione, vale la candela e il Leone ci mette la sua zampa, per tenerla in piedi.

Nuovi piloti ufficiali
Nuovi piloti ufficiali

 

“Aver scelto Tommaso e Nicolò come equipaggio ufficiale per disputare il 2 Ruote Motrici, campionato da sempre altamente competitivo – dichiara Giulio MARC D’ALBERTON, Responsabile comunicazione Peugeot - dimostra la nostra fiducia non solo nelle loro qualità, ma anche nella capacità formativa del Peugeot Competition. Da quarant’anni il nostro trofeo promozionale costituisce l’unico vivaio nazionale che consente la scoperta e la valorizzazione di giovani talenti italiani, permettendo ai migliori di competere alla pari con campioni già affermati”.

208 Rally 2019
208 Rally 2019

Scheda Tecnica - 208 R2B

MOTORE Tipo: EP6C (pistoni, bielle, alberi a camme specifici), quattro cilindri trasversale Cilindrata: 1.598 cm3 Alesaggio x corsa: 77 x 85,8 mm Potenza max.: 185 CV a 7.800 giri/min Coppia max.: 190 Nm a 6.300 giri/min Potenza specifica: 116 CV/litro Alimentazione: iniezione indiretta (Magneti Marelli), monovalvola motorizzata Distribuzione: 16 valvole azionate da 2 alberi a camme in testa azionati da catena, con variazione continua delle valvole d’aspirazione e di scarico

CAMBIO Tipo: sequenziale a 5 rapporti con comando meccanico, 3 rapporti finali omologati Differenziale: autobloccante Frizione: monodisco cerametallico (Ø184 mm) a comando idraulico Trazione: anteriore

FRENI / STERZO Freni anteriori: dischi ventilati (asfalto Ø 310 x 30; terra Ø 285 x 26 mm ) con pinze a 4 pistoncini a fissaggio radiale Freni posteriori: dischi pieni (Ø 290 x 8 mm) con pinze a 2 pistoncini a fissaggio radiale Freno a mano: comando idraulico Servosterzo: idraulico

SOSPENSIONI Avantreno: pseudo McPherson, triangoli specifici con giunti uniball; barra antirollio specifica intercambiabile (3 tarature a scelta) su cuscinetti lisci; puntoni specifici in alluminio forgiato (regolazione campanatura dal lato del perno) Retrotreno: assale ad H rinforzato e modificato, con barra antirollio intercambiabile (3 tarature a scelta) Ammortizzatori ant./post.: specifici Öhlins a tre vie con supporto idraulico regolabile

TELAIO Struttura: Scocca rinforzata con centina multipoint saldata (norma FIA); slitta specifica in acciaio Peso: minimo (norma FIA), 1.030 kg a vuoto, 1.180 kg con equipaggio Ripartizione peso ant./post.: 64% / 36% DIMENSIONI Lunghezza / larghezza 3.962 mm / 1.739 mm Passo: 2.538 mm Carreggiata ant./post.: 1.475 mm / 1.470 mm RUOTE Cerchi: asfalto 6,5 x 16; terra 6 x 15 Pneumatici: Pirelli

SERBATOIO Capacità: 60 litri.

La presentazione del programma Rally Peugeot Italia 2019
La presentazione del programma Rally Peugeot Italia 2019

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 208
Modelli top Peugeot
Maggiori info
Peugeot