auto e design

Peugeot 208: esposta alla mostra Ultrabody di Milano

-

Peugeot Italia promuove la mostra “Ultrabody. 208 opere tra Arte e Design” inaugurata ieri a Milano. Tra le diverse opere d’arte, è possibile ammirare la nuova Peugeot 208, una vettura fortemente ispirata ai concetti contemporanei legati al design

Peugeot 208: esposta alla mostra Ultrabody di Milano

Milano – La mostra intitolata “Ultrabody. 208 opere tra  Arte e Design”, inaugurata ieri al Castello Sforzesco di Milano e in programma fino al prossimo 17 giugno, propone 208 opere d’arte realizzate intorno al concetto di “corpo” da alcuni dei più significativi protagonisti internazionali del design e delle arti visive.

208 però non è un numero scelto casualmente. All’interno di una delle sale riservate all’esposizione infatti, è possibile ammirare la nuova Peugeot 208 come parte integrante della mostra stessa, non solo perché Peugeot Italia promuove in prima persona l’esposizione milanese, ma anche perché  secondo gli organizzatori la nuova vettura di segmento B del Leone rappresenta sotto molti aspetti un oggetto di design ed è quindi da considerarsi come una vera e propria opera d’arte.

Fortemente ispirata dal design contemporaneo nelle linee che la caratterizzano in maniera molto marcata sia all’interno che all’esterno, la nuova compatta francese è stata da poco lanciata sul mercato, tanto che è già possibile provarla e ordinarla presso le concessionarie della rete ufficiale della Penisola.

Peugeot e Ultrabody: l’esaltazione del design

Sostenendo e promuovendo la mostra Ultrabody, Peugeot Italia riconferma l’opera di mecenatismo iniziata tempo fa, nella convinzione che, soprattutto in momenti così difficili dal punto di vista economico, il sostegno concreto e fattivo dei privati sia quanto mai indispensabile per la promozione e la valorizzazione dell’arte e più in generale della cultura.


Durante la conferenza stampa inoltre Olivier Quiliquini, Direttore Generale di Peugeot Italia, ha dichiarato che in questo caso particolare la divisione italiana del brand del Leone si sente maggiormente coinvolta rispetto al solito, dal momento che “Ultrabody” è una mostra che si svolge a Milano, città in cui più di quarant’anni fa è nata Peugeot Italia e in cui tutt’ora si trova ad operare.

Secondo Quiliquini però, l’elemento che accomuna maggiormente la Società francese e la mostra è senza dubbio il design, che in Casa Peugeot ha sempre rivestito un ruolo importante nella definizione dei propri modelli, con l’obiettivo di coniugare al meglio la bellezza delle forme con la fruibilità e le sensazioni di guida.

peugeot 208 ultrabody 37
I gruppi ottici posteriori sono uno degli elementi più caratterizzanti della sezione di coda

La vettura si integra bene con il tema alla base dell’esposizione milanese in quanto l’equipe che si è occupata dello sviluppo del design della nuova 208 ha dichiarato di essersi esplicitamente ispirata alle emozioni che vengono trasmesse dalla vettura al corpo di chi si trova seduto dietro al volante e ai passeggeri.

"L'auto ha la funzione di prolungare il nostro sistema nervoso"

Anna Costamgna, Interior Design Manager di Peugeot 208, ha aggiunto che un concetto alla base del design della nuova vettura compatta francese è ben rappresentato dalla frase: “L’auto ha la funzione di prolungare il nostro sistema nervoso”.


Queste parole, pronunciate da Nicholas Negroponte, informatico statunitense celebre per i suoi studi innovativi nel campo delle interfacce tra uomo e macchina, illustrano in maniera chiara il rapporto che sussiste alla base della nuova 208, una vettura capace, secondo i designer Peugeot, di trasmettere in maniera immediata le sensazioni della strada al guidatore.

peugeot 208 ultrabody 15
Gli oggetti osservabili all'interno della mostra sono sempre riconducibili al corpo e al suo linguaggio

Eugenio Franzetti, Responsabile della Comunicazione di Peugeot Italia: «208 è un oggetto di design»

Eugenio Franzetti, Responsabile della Comunicazione di Peugeot Italia, ha dichiarato: «Peugeot ha deciso di sostenere fortemente questa iniziativa culturale che prevede l’esposizione di 208 opere di design legate in qualche modo al corpo e al suo linguaggio. Sono due le chiavi di lettura importanti, che permettono di capire il legame tra Peugeot e questa mostra».


«La prima è rappresentata dal fatto che la 208, la nostra nuova vettura del segmento B, ha come claim “Let Your Body Drive”, una frase che invita a lasciare andare le proprie emozioni e a vivere sentendo maggiormente il proprio corpo e le sensazioni che esso sa suggerirci. Ecco quindi il legame con una mostra che interpreta in chiave artistica il corpo e i segnali che esso sa produrre».

«La seconda chiave di lettura invece si scopre se si considera che le automobili sono oggetti di design. 208 è un oggetto di design e quindi per noi è giusto che questa vettura fosse tra le protagoniste di una mostra come questa, così fortemente legata al design e all’arte contemporanea».

peugeot 208 ultrabody 32
"Let your body drive" è il claim della nuova Peugeot 208

Anna Costamagna, Interior Design Manager di Peugeot 208: «Quest'auto racchiude la passaione per il design e per le automobili»

Anna Costamagna, Interior Design Manager di Peugeot 208, amplia il concetto che lega lo sviluppo della nuova vettura del Leone al corpo: «La 208 è stata ripensata come oggetto che si sviluppa intorno al corpo, per potenziare le sensazioni di guida e renderle più immediate e più fluide, ma anche per aumentare la sicurezza dei passeggeri. 208 è un oggetto di design e l’equipe di Parigi che ha sviluppato la vettura ha cercato di infondere la passione per il design e per le automobili».

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 208
Modelli top Peugeot
Maggiori info
Peugeot