Prime impressioni - SUV PHEV 4x4 2021

Peugeot 3008 Restyling (2021) Hybrid4: primo test del Plugin integrale da 300CV [59 Km EV]

-

Ecco la nuova serie del SUV Peugeot 3008 che arriva in concessionaria per il 2021. Piccolo 1.2 benzina, poi 1.6 o anche diesel 1.5 ma soprattutto: Ibrido Plugin. Volendo integrale da 300CV con 59 Km di range in EV. Listino prezzi da 29K €, ma quella “top” costa 55mila

Dopo mesi d’informazioni e d’immagini, con commenti sul nuovo design e il probabile prezzo di listino senza un vero feedback condiviso per dinamica di guida, in Italia, finalmente l’abbiamo toccata con mano e provata. Poco prima che arrivi in concessionaria, a gennaio 2021. Parliamo di un’auto regina nelle classifiche dei SUV medi in Europa da tempo, titolata come vettura dell’anno 2017: Peugeot 3008.

Giunto a metà carriera, questo SUV che molti vedono come primo cugino (ma non lo è) rivale di Alfa Romeo Tonale, compie un passo di evoluzione sia estetica sia tecnica. Ve lo raccontiamo nel nostro video scoprendo i singoli miglioramenti di dotazione, sicurezza, ma soprattutto di motorizzazione. Ora Peugeot 3008 è un SUV pesantemente elettrificato su due livelli di Plugin, fino alla versione con 300CV e trazione integrale, detta Hybrid4.

Dal vivo: com'è fuori

3008 è anche nel 2021 la medesima nota vettura, su pianale EMP2, in tutte le sue strutture di base che si riflettono nelle sagome esterne. Lunga 4,45 metri, da lontano sembra uguale alla precedente serie. Già a pochi metri, si nota però il rinnovamento nel design 3008 PHEV: molto moderno davvero il dettaglio frontale. Ridisegnato finemente, il nuovo “muso” 3008 piace ai fanatici del marchio con quei fari LED sottili e una calandra molto estesa, con griglia a scacchiera. Spariscono i fendinebbia, integrati nei gruppi ottici superiori. Si vedono gli artigli, verticali e sempre attivi, si legge il nome 3008 scritto al centro.

Posteriormente sono nuovi i gruppi ottici orizzontali, led con tre elementi visibili sempre anche a lato e gli indicatori direzione sono dinamici. Look analogo ma sguardo più intenso quindi, ancor più con le molte finiture nere del Black Pack e quei cerchi diciannove pollici. A noi però, 3008 è piaciuto anche senza accessori grintosi, visto le già estese prese aria ai lati e l’impronta del frontale, condivisa in ognuno dei tre allestimenti.

Dal vivo: com'è dentro

In abitacolo le misure assolute, quindi gli spazi utili e molti altri elementi sono quelli noti, per cui vi rimandiamo anche alle precedenti impressioni e ai nostri molti articoli di prova (a questo link). Pagando, per allestimento e pacchetto accessorio, sono presenti bei materiali, diversi dal precedente 3008. Pelle e legno, come nel modello in prova, ma soprattutto nuove dotazioni apprezzabili da chi siede comodamente in abitacolo (nessun problema di spazio anche per conducenti alti oltre il metro e novanta). Come il sistema Night Vision, un salva-vita per certe sviste notturne e alcuni ADAS di livello superiore nelle assistenze dinamiche che i migliori modelli generalisti si meritano, nel 2021.

Fronte conducente, volante “piccolo” con il noto i-Cockpit ora 3D di nuova generazione: è più visibile. E poi il touch screen a centro plancia, da dieci pollici mutuato dalla 508, con menù dedicato alla motorizzazione ibrida per dati e flussi corrente. Non ci si collegano gli Smartphone senza fili, al touchsceen messo sempre centralmente, a sbalzo, ma ci sono tre prese USB e il buon senso di modernità rimane oggi ancora valido, per 3008. Per il resto soliti vani, alla mano e con appoggi sicuri. Solita tastiera centrale. Solita difficoltà per chi non ami gestire spesso il clima sul touch e solite buone regolazioni di ergonomia, elettriche nelle versioni top di gamma.

Il vano bagagli della ibrida sembra uguale, se non occorre sfruttarne il doppio fondo dove invece qui si trovano batteria ed eventuale motore posteriore. Si parte così da 395 litri in configurazione standard.

Sistema Hybrid4 e guida

La 3008 ibrida integrale da 300CV promette di viaggiare fino a 59 chilometri in modalità 100% elettrica. Questa la grossa novità sotto al vestito, spingendo anche con l’asse posteriore. Dopo un avvio di marcia che è sempre in EV, ci sono zero emissioni e immissioni in abitacolo (sonore o fisiche, dato il termico spento) grazie ad una batteria di trazione da 13.2 kWh e un sistema invisibile (quasi anche da vano motore) che però incide per circa 300 Kg di massa. Sedersi al volante della nuova 3008 ibrida differisce molto poco ma in meglio, dalle sorelle termiche. Sia per allestimento sia perché menù e comandi sono più ricchi, con funzioni inerenti all'elettrificazione. Nello strumento e nel touch centrale. Ci sono poi i tasti del drive-mode, prossimi al selettore di marcia e la funzione e-Save, per mantenere una riserva batteria certa. Questa funzione si può gestire con apposito tasto sulla nota “pianola” PSA sotto il touch-screen. Il tutto funziona in modo automatizzato, come lo stesso cambio EAT8, senza variare obiettivamente troppo la dinamica della vettura. Che pesa i suoi 19 quintali circa ma si fa a condurre in maniera del tutto analoga a quanto già conosciuto, forte anche di un buon raggio di sterzata per le manovre: 10,7 metri.

Un nuovo 3008 PHEV (225 o 300) ha sempre le due sospensioni indipendenti al posteriore, che compensano la maggiore massa specie con la presenza del motore per la Hybrid4. Il suo “bello” non è solo avviare sempre in elettrico, godendo di qualche transito facile in ZTL, ma anche quell’ottimo sprint, con batteria carica, che somma tre motori: il quattro cilindri turbo benzina qui ha 200CV, l’elettrico integrato nel cambio automatico, davanti spinge 110CV e quello posteriore con altri 112CV. Lo 0-100 Km/h è così prossimo ai sei secondi netti e la velocità di punta tocca i 235 Km/h.

3008 PHEV è quindi indubbiamente il 3008 più potente e superiore a livello dinamico esistente, pur mantenendo un’impostazione neutra e tendente al morbido, visto il target utenza che può essere familiare e urbano. Il livello di comfort di poco migliorato è noto, come la limitata visione posteriore, da compensare con le camere del Visiopark. Se si usa per viaggiare, il 3008 ibrido plugin gode degli incrementi ADAS sensibili per cruise con Star&Stop e mantenimento corsia attivo, ma non solo. È sempre meno voluminoso e lento nelle reazioni del fratellone 5008, SUV rinnovato anche lui per il 2021 (ne leggete qui la prova). Ben stabile a velocità da codice, in uso extraurbano sfrutta l’elettrificazione ma per viaggi davvero lunghi ovviamente, patisce l’autonomia elettrica limitata secondo le fasi guida. Non può battere nei costi carburante il puro termico diesel, avvantaggiandosi quindi solo per chi necessiti di frequente transito in zone urbane, che premiano la guida elettrica (sempre garantita un minino di 10Km, con e-Save) o magari per ambiti dove il 4x4 è necessario.

Non abbiamo verificato a pieno i 59 Km di range EV e nemmeno la chicca della visione notturna con tutela di pedoni o animali, fino a 200 metri, ma sono entrambi elementi sicuri e premianti, in questo rinnovato 3008. La varietà di informazioni date per il flusso corrente, i consumi e la gestione batteria, è più che sufficiente non essendo una pura auto elettrica. Al proposito, come tale, anche usando la modalità B il freno rigenerativo non è mai di quelli intensi e capaci di frenare fino a fermarsi. Con simile potenza, se capiti 3008 Hybrid4 è comunque capace di prestazioni e sensazioni sopra la media. Nei passaggi un po' forzati su fondi non perfetti a velocità sostenute, la reattività delle sospensioni non è sportiva ma onesta.

Consumi & Ricarica

Per quanto riguarda la batteria agli ioni di litio del sistema PHEV da ricaricare, il 3008 Hybrid4 non può usare colonnine superveloci DC ma sfrutta le ricariche classiche in AC. Casalinga monofase da 3,7 kW e in opzione quella con caricabatteria da 7,4 kW sempre monofase. Non fondamentale la differenza nei tempi, per un SUV ibrido come questo. Infatti, pur scegliendo l’opzione “massima” e trovando la corrente adeguata, una WallBox da 7,4 kW esegue la ricarica completa in circa due ore. Con presa standard le ore diventano sette, inferiori alla pausa notturna media.

Il consumo reale dipende molto dalla guida e dai percorsi. Non facile perseguire la quota 1.7 l/100km dichiarata nel ciclo WLTP combinato. Nel primo breve assaggio, non abbiamo potuto fare prove certe. A livello dati leggibili, durante un percorso principalmente urbano la sintesi del touchscreen visualizzava valori buoni, usando a pieno la modalità elettrica con selettore in B: anche concedendosi qualche “carico” da termico attivo si rimane sotto i 2 l/100 km (carica di batteria disponibile).

Sul mercato (listino prezzi da incentivare)

Già ordinabile, in consegna con l’inizio del 2021, Peugeot 3008 SUV può essere scelto con motorizzazioni plug-in hybrid come nella prova, a due o quattro ruote motrici (225 e 300CV rispettivamente) oltre che con motori puri termici, benzina e diesel. Accesso gamma da 29.000 euro per il piccolo tre cilindri 1.2 MT e modello di punta che non “doppia” il listino ma, costa abbastanza: oltre 55mila euro nel caso della versione Hybrid4 300 con GT Pack. Il SUV francese si trova a competere con qualche nuovo rivale per il suo fine di carriera, ma quelli davvero ostici forse non sono ancora diffusi, quindi resta tra i riferimenti di segmento. Con uno stile personale e una tecnologia di buon livello, in fascia generalista.

Il conto sul delta prezzo tra 3008 termico e 3008 PHEV, vede 9.000 euro in più. E’ la differenza per avere il Plugin contando però sia eventuali vantaggi economici, sia dotazioni superiori e motore 1.600 che spinge forte. Soprattutto anche le ruote motrici “relative” però pronte, qualora necessario. I costi di gestione e mantenimento non si discostano dal puro termico o da un ibrido leggero, sulla carta, mentre la garanzia per la batteria è di otto anni/160mila Km. Conviene provarlo, se non si conosce un SUV plugin e nel caso interessati, valutare oltre gli sconti e gli incentivi anche certe opzioni di possesso alternative all’acquisto in proprietà, che lasciano più sereni nel caso di cambio vettura ed eventuali scossoni nelle quotazioni usato.

Pro e contro

  • Stile personale, Elettrificazione alla spina anche 4x4, Comfort e ADAS al passo coi tempi
  • Volume del sistema PHEV (bagagliaio), Costo lordo di acquisto, Assenza di un "grande" diesel passista in gamma

Scheda modello - 3008 Hybrid4 300 e-EAT8

Versione PSA: SUV Peugeot 3008 Hybrid4 300 e-EAT8 GT Pack

CARROZZERIA

Carrozzeria Suv e Fuoristrada
Numero porte 5
Numero posti 5
Bagagliaio 395 / 1.482 dm3
Capacità serbatoio 43 litri
Massa in ordine di marcia 1.915 kg
Massa rimorchiabile max 1.250 kg
Lunghezza 445 cm
Larghezza 184 cm
Altezza 162 cm
Passo 268 cm

MOTORE

Motore 4 cilindri in linea
Cilindrata 1.598 cc
Alimentazione Ibrida
Potenza max/regime 147 KW (200 CV) 6.000 giri/min
Coppia massima 300 Nm
Trazione Integrale
Cambio Automatico
Marce 8

PRESTAZIONI

Velocità max 235 km/h
Accelerazione 0-100km/h 5,9 secondi
Omologazione antinquin. Euro 6d tmp
Emissioni CO2 35 g/km

CONSUMI

Urbano 2 l/100 km
Extraurbano 1 l/100 km
Misto 2 l/100 km

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 3008
Modelli top Peugeot
Maggiori info
Peugeot