Prime impressioni

Peugeot 3008 ibrida 2020, autonomia 59 km e 4x4 grazie ad HYBRID4 [Video]

-

Abbiamo provato la nuova Peugeot 3008 ibrida con la tecnologia HYBRID4 pensata per offrire 59 km di guida nella sola modalità elettrica, 29 g/km di emissione di CO2 e prestazioni molto interessanti visto che grazie ai 300 CV di cui dispone accelera da 0 a 100 km/h in 5,9 secondi. Ecco come è fatta fuori, come sono fatti gli interni e come si guida la nuova SUV Peugeot 3008 ibrida nella nostra prova su strada

E' stata la prima a proporre un sistema di trazione integrale composto da motore termico davanti e motore elettrico dietro ed oggi, a distanza di qualche anno da quell'ibrido diesel che fece molto discutere, Peugeot 3008 HYbrid4 torna alla carica (nel vero senso della parola) con una nuova variante dello stesso sistema ibrido che offre molta più potenza, una autonomia in elettrico fino a 59 km ed un livello prestazionale molto elevato visto e considerato che abbatte il muro dei 6 secondi nello scatto da 0 a 100 km/h (5,9). Un valore reso possibile dal nuovo motore a benzina 1.6 turbo da 200 CV che si combina ai due motori elettrici da 81 e 83 kW accordati dal cambio e-EAT8 che sostituisce il precedente manuale pilotato...vero tallone d'achille del precedente sistema.

Un prodotto notevolmente evoluto rispetto al passato che si affianca alla normale gamma della nuova generazione di 3008 con concetti diversi, senza però annullare la presenza dei normali motori a gasolio o benzina: la scelta di Peugeot è chiara e mira ad offire ai propri clienti la risposta giusta alle loro esigenze di mobilità. Diesel se si percorrono molti km, benzina per chi usa poco l'auto, ibrido per chi è sotto ai 20.000 km/anno ed ha la possibilità di ricaricare la batteria da 13,2 kWh con una certa frequenza.

Sì perché la "magia" della 3008 funziona bene solo quando è possibile ricaricare spesso la batteria in tempi relativamente ridotti: in garage con la presa domestica bastano 6 ore per avere 59 km "puliti" ma soprattutto in grado di assicurare un valore di potenza eccezionale all'intero sistema ibrido...che accelera forte ma assicura anche livelli di confort sconosciuti alle motorizzazioni ICE. Questo perché l'elettrico per sua natura è silenzioso e non vibra, ma ha altre problematiche legate all'autonomia della batteria.

Ecco perché bisogna essere "elettrocompatibili" per sfruttare una macchina del genere: altrimenti i suoi 1.920 kg quando la si usa come una normale ibrida si fanno sentire ed i consumi promessi da Peugeot (1,3 l/100 km e  29 g/km di CO2) rimangono un lontanissimo miraggio. Del resto l'auto è stata concepita per essere forse più elettrica che a benzina, con tutti i vantaggi (però) di avere un'autonomia comune illimitata nel momento in cui si pensa di viaggiare a lungo in autostrada o non si ha la possibilità di ricaricare.

Riconoscere una 3008 HYbrid4 non è semplice nemmeno per chi l'ha progettata: le forme sono le stesse del SUV Peugeot lanciato nel 2016 e scelto da 700.000 persone in Europa, grazie alla tecnologia della piattaforma EMP2 che ha permesso l'installazione delle batterie senza occupare spazio: anche il volume del bagagliaio rimane lo stesso con un bagagliaio di 395 litri che possono diventare 1.482 abbattendo gli schienali posteriori in modalità 40/20/40.

Insomma una 3008 che porta con sé l'elettrico senza farlo pesare in termini di spazio ma che offre anche una forte evoluzione dei propri sistemi di sicurezza: cruise control adattivo con funzione stop&go, ad esempio, ma anche il Lane Positioning Assist che mantiene centrati nella carreggiata in autostrada. In più il sistema multimediale è connesso per offrire il controllo remoto delle funzioni di ricarica ma anche la gestione della temperatura dell'abitacolo a distanza ed a motore spento.

Tecnicamente la presenza del sistema ibrido si traduce nella possibilità di viaggiare in elettrico o nella combinazione elettrico benzina esattamente come una normale ibrida non plug-in sfruttando le due ruote motrici anteriori o una trazione integrale completa: questo è reso possibile anche a batteria scarica sfruttando il quattro cilindri benzina anche come generatore di corrente fino ad una velocità di 50 km/h. In autostrada finchè c'è energia nella batteria è possibile viaggiare nella sola modalità elettrica (135 km/h) mentre in termini di velocità massima il SUV 3008 ibrido si spinge fino a 235 km/h.

Come si guida

I mondi della 3008 HYbrid4 sono due: quando la batteria è carica e quando la batteria è scarica. Quando è carica per circa 45 km reali è possibile viaggiare in elettrico (super comfort) con prestazioni più che accettabili ma volendo è possibile utilizzare la macchina come una "normale" ibrida in cui l'elettrico viene forzato nell'uso (perché ritenuto più pulito ed efficiente) fino a quando le richieste del guidatore non superano il potenziale o l'autonomia residua richiede l'intervento del termico. In entrambi i casi nella fase di rilacio il sistema recupera energia ed attraverso le specifiche regolazioni sul freno motore è possibile adottare una guida quasi "one step driving" con il freno motore che permette di evitare l'uso dei freni in quasi tutte le situazioni urbane.

Nella dinamica di guida la spinta dei tre motori offre una accelerazione da vettura sportiva poi chiaramente il peso del corpo vettura si fa sentire in modo evidente: 1.920 kg non sono un valore trascurabile e se in accelerazione la coppia dei tre motori più la trazione 4x4 danno una grande mano è ovvio che nei cambi di direzione e nelle buche più secche il peso si fa sentire. Attenzione, la 3008 è una vettura comoda e rimane tendenzialmente comoda anche nella variante HYbrid4 ma è evidente che la maggior massa a parità di telaio debba essere compensata con sospensioni più rigide; la sensazione generale dà l'idea - in particolar modo nella guida in collina - di una vettura globalmente meno agile e snella anche se la cosa se non si forza il passo passa praticamente inosservata.

Il consumo reale è molto lontano dal 1,6 l/100 km indicato da Peugeot quando la batteria è scarica ma guidando con il piede di fata e partendo da casa con la batteria al 100% è possibile fare i primi 100 km con un consumo di benzina ridicolo: chiaramente la convenienza si misura calcolando il costo della ricarica che ad una presa domestica dovrebbe essere possibile con una spesa inferiore ai 3 euro.

In conclusione

La nuova Peugeot 3008 HYbrid4, che sarà disponibile anche con la sola trazione anteriore e 225 CV nel corso del 2020, è ua vettura che ha molti pro ed alcuni contro. Per sfruttarla al meglio bisogna essere delle persone elettrocompatibili, ovvero è necessario essere attrezzati con una presa di ricarica (ed un luogo) che permetta di ricaricare la batteria con costanza. Nel caso in cui lo si riesca a fare è una ottima compagna di vita quotidiana, nel caso in cui non vi siano i tempi, i luoghi e la possibilità di ricaricare forse è ancora meglio puntare su motorizzazioni di tipo tradizionale (benzina o diesel). Anche perché il costo è tutt'altro che contenuto: la HYbrid4 in allestimento GT Line costa 51.930 euro mentre la variante 4x2 meno potente richiede 44.430 euro per essere acquistata.

Pro e contro

  • - Integrazione elettrico-benzina - Prestazioni: accelera forte - Non perde spazio a bordo
  • - E' necessario ricaricarla con costanza - Pesa e nel misto si sente - Costo elevato

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 3008
Modelli top Peugeot
Maggiori info
Peugeot