vis à vis

Carlo Botto Poala: «Mini Challenge 2013 è un trofeo divertente ed accessibile»

-

Carlo Botto Poala, Responsabile Marketing di Mini Italia, ci ha parlato del Mini Challenge 2013, campionato monomarca riservato alle Mini Cooper S. Tra le novità l'introduzione delle gomme slick

Carlo Botto Poala: «Mini Challenge 2013 è un trofeo divertente ed accessibile»

Milano - Il brand del Gruppo BMW ha scelto la pista di kart del Pala K di Cinisello Balsamo (Milano) per presentare il Mini Challenge 2013, campionato monomarca riservato alle Mini Cooper S stradali dotate di Kit Racing che quest'anno scenderanno in pista per la prima volta con gomme slick.

 

Dei risultati commerciali recentemente ottenuti dal marchio anglo-tedesco e delle novità introdotte dal Mini Challenge 2013 ne abbiamo parlato con Carlo Botto Poala, Responsabile Marketing di Mini Italia.

 

Presentate il nuovo Mini Challenge 2013 al Pala K. Non è un caso...

«Vero, abbiamo scelto il Pala K perchè una delle particolarità più distintive della Mini è senza dubbio il go-kart feeling che sa regalare durante la guida. La famiglia Mini è composta oggi da sette modelli. L’ultima nata è la Paceman, arrivata sul mercato italiano il 16 marzo scorso. Questi sette modelli hanno un denominatore comune molto ben definito che è quell’inconfondibile go-kart feeling tipico del nostro brand.».

 

Siete soddisfatti dei risultati commerciali ottenuti dal marchio Mini?

«Sì, siamo più che soddisfatti perché nonostante il mercato dell’auto stia soffrendo, Mini continua a realizzare grandissimi successi. Nel mondo abbiamo venduto 2.500.000 milioni di Mini dal lancio avvenuto nel settembre del 2001. Inoltre abbiamo già venduto 102.250 Mini Countryman a livello mondiale. L’anno scorso in Italia abbiamo venduto 17.300 Mini e solo nel 2012 abbiamo venduto più di 300.000 Mini in tutto il mondo. Questi dati testimoniano senza dubbio un grande successo, reso possibile anche dalle persone che credono fino in fondo nel nostro marchio».

mini challenge 2013 8
Il Mini Challenge 2013 è stato presentato nella pista di kart del Pala K di Cinisello Balsamo (Milano)

 

Quali sono le particolarità del Mini Challenge e quali sono i motici che vi hanno spinto ad organizzare questo monomarca anche nel nostro Paese?

«L’idea di portare in Italia questo tipo di campionato, che già si svolgeva in altri Paesi del mondo, è nata circa due anni fa. Abbiamo deciso di far scendere in pista le Mini anche in Italia per creare un evento unico per i nostri fan e per i nostri clienti. Per farlo abbiamo scelto un partner di assoluta esperienza ed affidabilità come Aci Sport. Il divertimento è un fattore chiave del Mini Challenge quindi abbiamo cercato di aumentare il controllo tecnico sui prodotti per avere la massima competitività ma anche vetture paragonabili tra loro in maniera serie e rigorosa. Inoltre abbiamo puntato molto sul’accessibilità. Il nostro trofeo vuole infatti offrire costi molto accessibili e per farlo sfruttiamo la base tecnica della Mini Cooper S che modifichiamo con un kit di preparazione. In questo modo siamo riusciti a contenere moltissimo i costi. Un'altra caratteristica del nostro monomarca è l’atteggiamento “like a friend”, ovvero quell’atteggiamento assolutamente amichevole che si sviluppa tra i piloti e tutte le persone che lavorano per il trofeo. In pista quindi si sviluppa massima serietà e competitività, ma una volta tolto il casco si entra tutti in una grande famiglia».

Il nostro trofeo vuole offrire costi molto accessibili e per farlo sfruttiamo la base tecnica della Mini Cooper S che modifichiamo con un kit di preparazione. In questo modo siamo riusciti a contenere moltissimo i costi

 

Cosa cambia nel nuovo formato del vostro monomarca? Quali sono le novità introdotte quest'anno?

«Quest’anno potranno scendere in pista fino a 25 Mini che si sfideranno in sei weekend di gara. L’hospitality inoltre viene gestita direttamente da Mini e faremo una serie di attività dentro e fuori dalla pista, coinvolgendo anche i 26 club che abbiamo in Italia. Quest’anno inoltre le Mini monteranno per la prima volta gomme slick».

 

Per il momento quanti piloti si sono iscritti al campionato e quante Mini scenderanno in pista?

«Per il momento possiamo dire che alla prima gara in programma per il 28 aprile a Vallelunga scenderanno in pista 20 Mini, 24 piloti e 17 team. Inoltre partecipa anche la rete ufficiale Mini con 12 concessionari che supportano i 17 team che prendono parte alle gare. Anche Mini Italia inoltre partecipa direttamente alle gare con una vettura».

mini challenge 2013 10
Quest'anno le Mini Cooper S che prenderanno parte al campionato monteranno per la prima volta pneuamtici slick

 

Che cosa prevede il kit di preparzione riservato alla Mini Cooper S?

«Il kit di preparazione è formato da una parte relativa alla sicurezza che comprende il roll bar, le cinture a quattro punti, l’impianto di estinzione, la rete del finestrino e il volante sportivo. Inoltre lavoriamo anche sulla parte prestazionale modificando la centralina e lo scarico, oltre che sull’impianto frenante e sull’assetto».

 

Com'è organizzato un weekend di gara?

«Il weekend di gara, che va in scena solo al sabato e alla domenica, prevede una sessione di prove libere da 52 minuti, una sessione di qualifiche ufficiali da 35 minuti e due gare da 25 minuti l’una più un giro che solitamente vanno in scena alla domenica. Ogni weekend di gara inoltre scenderemo in pista con due Mini John Cooper Works Countryman e due Mini John Cooper Works GP per offrire agli appassionati un’esperienza di guida in pista. Inoltre organizzeremo una serie di test ride dedicati ai clienti con la gamma John Cooper Works fuori dalla pista».

Le quote di partecipazione prevedono 1.500 euro di iscrizione al campionato più 220 euro per ogni gara della stagione, indipendentemente dal circuito che si andrà ad utilizzare

 

Quanto costa partecipare al campionato?
«Le quote di partecipazione prevedono 1.500 euro di iscrizione al campionato più 220 euro per ogni gara della stagione, indipendentemente dal circuito che si andrà ad utilizzare. Sempre per agevolare l'accessibilità al campionato abbiamo deciso che è possibile condividere il sedile e quindi due piloti possono utilizzare la stessa vettura per il weekend di gara».

 

Quali sono i premi messi in palio dal Mini Challenge 2013?
«Al primo classificato a fine campionato verrà data la possibilità di utilizzare per un anno in comodato d’uso una Mini John Cooper Works GP e un cronografo da polso. Al secondo pilota classificato verrà offerta la possibilità di assistere alla Dakar 2014 con un accompagnatore a sua scelta. Al terzo classificato infine verrà riservata una selezione di articoli della Mini Collection ed un orologio. Ogni weekend invece il primo classificato vince 1.000 euro, al secondo viene regalato un set di pneumatici Pirelli slick da utilizzare nelle gare successive e al terzo un kit di manutenzione messo a disposizione da Castrol».

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su MINI Mini
Modelli top MINI
Maggiori info
MINI
  • MINI Italia S.p.A. Via dell'Unione Europea, 1
    20097 San Donato Milanese (MI) - Italia
    02 51610111   http://www.mini.it