mercato

Porsche Italia, 2019 da record. Grazie alle Suv

-

La filiale italiana del marchio tedesco ha raggiunto un nuovo record di vendite. Il merito è soprattutto di Macan e Cayenne

Porsche Italia, 2019 da record. Grazie alle Suv

L’Italia non è di certo un mercato semplice per l’auto di lusso. Prima il superbollo, poi, come se non bastasse, l’ecotassa. Sarà per questo, forse, che i risultati di vendita raggiunti da Porsche nel nostro Paese, lo scorso anno, appaiono ancora più sorprendenti. La filiale italiana del marchio tedesco, infatti, nel 2019 ha strappato un nuovo record di vendita, grazie a più di 6.000 consegne. Un risultato sorprendente, non solo perché superiore del 28% rispetto a quello dell’anno precedente. Ma soprattutto perché assicura all’Italia il terzo posto tra i mercati europei della Porsche.

Il merito è senza dubbio della Macan, la Suv più compatta, che ha conquistato quasi la metà dei clienti. Il secondo modello più venduto della gamma è la Cayenne, seguita dalla iconica 911. Chiudono la classifica Panamera e 718. Questo significa che più della metà delle Porsche vendute sono Sport Utility. E che la scelta di puntare, ben prima dei concorrenti diretti, su questo particolare segmento di vetture “a ruote alte” si è rivelata, ancora una volta, vincente. Alla faccia di chi gridò allo scandalo quando nacque la prima Cayenne...

Risultati commerciali come questi, oltre le aspettative, hanno permesso di pensare in grande per il 2020. Quest’anno infatti arriverà la prima elettrica della Casa, la Taycan. Il lancio è previsto per il prossimo 26 febbraio e, per non trovarsi impreparati, Porsche Italia e la sua rete sono al lavoro nell’implementazione di un’infrastruttura di ricarica rapida, con l’installazione di 28 stazioni in corrente continua presso i Centri Porsche e la prima stazione ultra rapida con potenza fino a 350 kW presso il Centro Porsche di Milano Nord.

Le ricariche rapide, in ogni caso, sono utili per un utilizzo occasionale o in caso di emergenza, durante un lungo viaggio. Ma non sono di certo la soluzione ideale per la quotidianità. Porsche lo sa bene, visto che l’80% delle ricariche di auto elettriche avvengono tra le mura domestiche. Ed è per questo che ha elaborato un’offerta appositamente per i clienti italiani che ora hanno la possibilità di installare - a casa o in ufficio - un punto di ricarica con potenza di 11 kW con disponibilità di energia illimitata per una tariffa flat di 100 euro al mese.

Infine, sulla scia di quanto sperimentato dai pionieri della Tesla, anche Porsche Italia sta aumentando l’attuale rete di oltre 130 punti di “Destination Charging” nelle strutture per il tempo libero (hotel, ristoranti, golf club, ecc…), con l'obiettivo di arrivare a quota 200 entro la fine dell’anno. Investimenti importanti, che mettono le basi per una strategia di lungo termine. Non è un caso, infatti, che il costruttore tedesco punti a realizzare una gamma interamente elettrificata entro il 2025.

In ogni caso Porsche Italia continuerà a lavorare per rafforzare il legame non solo con i clienti, ma anche con i tanti appassionati del marchio. Per questo motivo, anche per il 2020, è confermato il Porsche Festival, che, giunto alla sesta edizione, andrà in scena a Monza il 10 e 11 ottobre cercando di replicare il successo dello scorso anno a Misano (oltre 7.000 visitatori e più di 1.100 vetture in parata).

Importanti novità, poi, per chi bazzica a Milano. Chiude infatti il negozio di via della Spiga e apre - a fine marzo - un inedito concept store a City Life. Un nuovo punto di contatto con clienti e appassionati, che si focalizzerà sull’esperienza del marchio e del prodotto Porsche e che sarà gestito direttamente dalla filiale Italiana. In ambito sportivo rimangono confermate, inoltre, la Porsche Carrera Cup Italia, che sarà affiancata dalla terza edizione della Porsche E-Sports Carrera Cup Italia, il primo monomarca virtuale parallelo a quello reale.

Intanto la filiale italiana ha confermato che proseguono a pieno regime i lavori del primo Porsche Experience Center (PEC) italiano, l'ottavo nel mondo, che nascerà grazie a una profonda ristrutturazione dell’Autodromo di Franciacorta. Acquisito nel 2019, il PEC prevede un investimento di oltre 26 milioni di euro e dovrebbe aprire i battenti all’inizio del 2021. Esteso su un'area di quasi 60 ettari, ospiterà al suo interno il Customer Center più grande del mondo (5.600mq).

La pista, ricavata dall'autodromo pre-esistente e totalmente rinnovata nell'asfaltatura, avrà una lunghezza di 2.519 metri. Previsti anche un percorso Off Road, composto da 12 esercizi di difficoltà crescente, e un'area di oltre 30.000 mq dedicata agli esercizi di guida sicura e dinamica, compresi il Low Friction Circle e il Kick Plate. Di nuova realizzazione inoltre la pista Low Friction Handling, per sperimentare in piena sicurezza sovrasterzi di potenza entusiasmante.

Per i 20.000 visitatori attesi ogni anno, il Porsche Experience Center Franciacorta metterà a disposizione anche un Simulation Lab dedicato all’esperienza di guida in realtà virtuale, dove sarà possibile provare tutti i modelli Porsche classici e moderni sui circuiti più famosi del mondo, nonché una pista per kart elettrici. I clienti avranno inoltre la possibilità di ritirare la loro nuova vettura direttamente la nuova struttura.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche Cayenne
Altri su Porsche Macan
Modelli top Porsche
Maggiori info
Porsche
Porsche